La Cina pubblica una bozza di regole che vietano la concorrenza sleale nel settore di Internet Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: nell’illustrazione fotografica del 2 gennaio 2014, una mappa della Cina può essere vista attraverso una lente di ingrandimento sullo schermo del computer, mostrando i numeri binari di Singapore. La foto è stata scattata il 2 gennaio 2014. REUTERS/Edgar Su/File Photo

di Josh Horvitz

SHANGHAI (Reuters)- I regolatori cinesi hanno pubblicato martedì una lunga serie di bozze di regolamenti per l’industria di Internet per vietare la concorrenza sleale e limitare l’uso dei dati degli utenti, l’ultima mossa per reprimere le potenti aziende tecnologiche cinesi.

La Cina ha rafforzato il controllo delle piattaforme Internet sulla base del fatto che abusa del potere di mercato per soffocare la concorrenza, abusa delle informazioni dei consumatori e viola i rischi dei diritti dei consumatori.

Ha inflitto pesanti sanzioni alle aziende, compresi i giganti dell’e-commerce Alibaba (NYSE:) Tencent Holdings (OTC:) del gruppo e della società di social media negli ultimi mesi.

Dopo l’annuncio delle regole, le azioni Internet quotate a Hong Kong sono crollate. La piattaforma video Bilibili (NASDAQ:) Inc è scesa di oltre il 5%, mentre Tencent, Alibaba e il servizio di consegna di cibo Meituan sono diminuiti rispettivamente del 3,5%, 2,6% e 1,4%.

L’amministrazione statale per la regolamentazione del mercato ha scritto nella bozza dei commenti che gli operatori di Internet “non devono implementare o assistere nell’attuazione della concorrenza sleale su Internet, alterare l’ordine della concorrenza di mercato o influenzare le transazioni di mercato eque”. Sul suo sito web.

In particolare, il regolatore ha affermato che gli operatori non dovrebbero utilizzare dati o algoritmi per dirottare il traffico o influenzare le scelte degli utenti. Non utilizzare mezzi tecnici per ottenere o utilizzare illegalmente dati da altri operatori.

Alla società sarà inoltre vietato fabbricare o diffondere informazioni fuorvianti per danneggiare la reputazione dei concorrenti e dovrà interrompere le attività di marketing come false recensioni e coupon o “buste rosse” utilizzate per ottenere valutazioni positive.

La bozza di norma richiede anche il divieto della “scelta tra due”, una pratica utilizzata dalle società di e-commerce per vietare alle aziende di quotarsi su piattaforme rivali.

Queste regole sono attualmente aperte al pubblico per il feedback prima della scadenza del 15 settembre.

L’Amministrazione generale della vigilanza del mercato ha imposto varie restrizioni e sanzioni ai giganti della tecnologia per limitare comportamenti anticoncorrenziali o monopolistici.

Ad aprile, dopo mesi di indagini, l’amministrazione statale per la regolamentazione del mercato ha imposto una multa record di 2,5 miliardi di dollari ad Alibaba per aver partecipato a concorrenza sleale.

A luglio, il regolatore ha ordinato a Tencent di rescindere la licenza esclusiva per alcuni brani sul suo servizio di streaming musicale e ha impedito la fusione tra due società di streaming di giochi guidate da Tencent.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *