La Corea del Sud limiterà il monopolio di Google e Apple Reuters

[ad_1]

2/2

© Reuters. Foto del file: in questa illustrazione scattata il 13 luglio 2021, l’applicazione Google può essere vista su uno smartphone. REUTERS/Dado Ruvic/Illustrazione

2/2

Autore: Heekyong Yang

Seoul (Reuters)-La Corea del Sud potrebbe vietare a Google e Apple (NASDAQ:) di Alphabet (NASDAQ:) di addebitare commissioni agli sviluppatori di software per gli acquisti in-app, che è l’economia principale Per la prima volta, un’entità adotta tali restrizioni e potrebbe danneggiare la redditizia fonte di reddito del gigante della tecnologia.

Il Comitato legislativo e giudiziario del Parlamento dovrebbe approvare martedì gli emendamenti al “Telecom Services Act”, che si chiama “Anti-Google Act” e vieta agli operatori di app store con posizioni di mercato dominanti di forzare determinati sistemi di pagamento.

Se il disegno di legge sarà approvato dalla commissione, avrà una votazione finale mercoledì. Dalla metà dello scorso anno, i legislatori sudcoreani hanno iniziato a sollevare la questione della struttura delle commissioni dei giganti della tecnologia.

Sia Apple che Google stanno affrontando critiche globali perché richiedono agli sviluppatori di software che utilizzano i loro app store di utilizzare un sistema di pagamento in-app proprietario e addebitare fino al 30% di commissioni per gli acquisti in-app.

L’Unione Europea ha proposto lo scorso anno il “Digital Market Act”, che mira alle commissioni degli app store. Secondo un rapporto di Reuters di giugno, queste regole sono progettate per colpire le grandi aziende, ma alcuni legislatori europei sostengono un inasprimento, mirando in particolare ai giganti della tecnologia statunitensi.

All’inizio di questo mese, i senatori statunitensi di entrambe le parti hanno presentato un disegno di legge https://www.reuters.com/technology/us-lawmakers-introduce-bill-rein-apple-google-app-stores-2021-08-11 Questo controllerà gli app store di aziende che, a loro dire, esercitano un controllo eccessivo del mercato, tra cui Apple e Google.

Secondo un rapporto del governo pubblicato l’anno scorso, in Corea del Sud, il mercato interno del produttore di telefoni Android Samsung Electronics (OTC:) Co Ltd, le entrate del Google Play Store nel 2019 sono state vicine a 6 trilioni di won (5,29 miliardi di dollari).

All’inizio di quest’anno, Google ha dichiarato che avrebbe ridotto dal 30% al 15% la prima commissione di servizio di $ 1 milione addebitata agli sviluppatori nel suo app store. Guadagna in un anno. Apple ha fatto una mossa simile.

Lo stesso vale per Apple: la commissione per gli acquisti in-app è una parte fondamentale dei suoi 53,8 miliardi di dollari di attività di servizi e una spesa importante per alcuni sviluppatori di app.

A maggio, il produttore del popolare gioco “Fortnite” ha intentato una causa antitrust contro Apple dimostrando che il produttore del gioco ha pagato una commissione di $ 100 milioni https://www.reuters.com/technology/apple-made-more -than-100 -mln-commissioni-fortnite-executive-trial-2021-05-19 Più di due anni ad Apple.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *