La differenza tra costo fisso, costo fisso totale e costo variabile

[ad_1]

Qual è la differenza tra i diversi tipi di costo?

I costi fissi, i costi fissi totali e i costi variabili sembrano tutti simili, ma ci sono differenze significative tra i tre.La differenza principale è Costo fisso Indipendentemente dal numero di beni o servizi prodotti dall’azienda, e Costi variabili E il costo fisso totale dipende principalmente da questa cifra.

Punti chiave:

  • I costi fissi non tengono conto della quantità di beni o servizi prodotti dall’azienda
  • I costi variabili ei costi totali dipendono dalla quantità di beni o servizi prodotti dall’azienda.
  • Le aziende devono considerare questi due tipi di costi per assicurarsi di essere finanziariamente solvibili e prospere a lungo termine.

Comprendere i diversi tipi di costo

Come suggerisce il nome, i costi fissi non cambieranno poiché l’azienda produce più o meno prodotti o fornisce più o meno servizi. Ad esempio, l’affitto pagato per l’edificio è lo stesso indipendentemente dal numero di piccole parti prodotte nell’edificio. Al contrario, i costi variabili variano in base alla produzione. Ad esempio, il costo dei materiali utilizzati per produrre piccole parti aumenterà all’aumentare del numero di piccole parti prodotte.

Costo fisso

I costi fissi sono spese che l’azienda è obbligata a pagare, solitamente legate al tempo. Un primo esempio di costi fissi è l’affitto mensile che un’azienda paga per gli uffici e/o gli impianti di produzione.Di solito è una clausola concordata nel contratto e non subirà variazioni a meno che il proprietario e l’inquilino non accettino di rinegoziare affitto protocollo.

Nel caso di alcuni immobili in locazione, può essere previsto un aumento annuale del canone predeterminato, laddove il contratto di locazione prevede che il canone aumenti di una certa percentuale da un anno all’altro. Tuttavia, questi aumenti sono trasparenti e sono stati presi in considerazione nell’equazione dei costi. Pertanto, i contabili possono calcolare il budget complessivo della loro azienda e i tempi di consegna necessari per garantire che i profitti dell’azienda siano protetti.Com’è di solito? Controllo dell’affitto Operazione di proprietà.

Costi variabili

I costi variabili sono una funzione della produzione dell’azienda. Ad esempio, la società di widget ZYX potrebbe dover spendere $ 10 per realizzare un prodotto.Pertanto, se l’azienda riceve fuori misura ordinazione d’acquisto In un dato mese, le sue spese mensili aumentano di conseguenza.

Un altro esempio è quando i rivenditori raddoppiano i loro ordini tipici per prepararsi ai picchi delle vacanze. Ciò aumenta il costo di evasione degli ordini per ZYX. Ordini di acquisto più grandi possono anche portare a un aumento della retribuzione degli straordinari per i dipendenti.

Al contrario, gli ordini di acquisto possono diminuire durante la bassa stagione e il rallentamento economico e, in definitiva, ridurre di conseguenza i costi di manodopera e produzione.Inoltre, il costo merce E altri materiale grezzo L’industria manifatturiera può fluttuare, il che influisce anche sulle spese variabili dell’azienda.

costo totale

Il costo totale è composto dal costo fisso totale e dal costo variabile totale.Il costo fisso totale è la somma di tutto coerente, non variabile trascorrere L’azienda deve pagare. Ad esempio, supponiamo che un’azienda affitti un ufficio a un prezzo di 10.000 dollari USA al mese, noleggi macchine a un prezzo di 5.000 dollari USA al mese e abbia una bolletta mensile di 1.000 dollari USA. In questo caso, i costi fissi totali dell’azienda saranno di $ 16.000.

In termini di costi variabili, se un’azienda produce 2.000 piccole parti al prezzo di 10 USD ciascuna e deve pagare ai dipendenti 5.000 USD di straordinari per soddisfare la domanda, il costo variabile totale sarà di 25.000 USD (prodotto 20.000 USD più 5.000 USD di manodopera costi).

Pertanto, combinando il costo fisso di 16.000 USD con il costo variabile di 25.000 USD, il costo totale raggiungerà i 41.000 USD. Il costo totale è un valore di base che l’azienda deve monitorare per garantire che l’attività rimanga finanziariamente solvibile e prospera a lungo termine.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *