La domanda di case da 1 milione di sterline è stata spostata da Londra

[ad_1]

Aggiornamento dei prezzi delle case nel Regno Unito

La domanda di alloggi costosi del Regno Unito si sta spostando da Londra: nei primi cinque mesi di quest’anno, la maggior parte delle vendite di oltre 1 milione di sterline è arrivata da fuori Londra.

Gli ultimi dati sulle transazioni catastali analizzati da Search Acumen dimostrano ulteriormente che nel contesto della pandemia di coronavirus, la forma del mercato immobiliare del paese sembra cambiare.

La società di dati immobiliari ha rilevato che il 52% delle 4.881 case vendute in Inghilterra e Galles per 1 milione di sterline o più erano al di fuori della Greater London.Questa è la prima volta che la capitale non tiene conto delle vendite in questa categoria almeno dal 1995. più.

Come risultato del passaggio al lavoro da casa durante la pandemia e dell’allentamento dei contatti con l’ufficio, Londra ha perso la sua quota di città pendolari e altre città.Agenti immobiliari compreso Savills Doppiaggio Questa è una “corsa allo spazio” perché gli acquirenti che risparmiano prendono di mira proprietà più grandi con più spazio all’aperto, soprattutto in periferia.

Richard Donnell, il responsabile della ricerca del portale immobiliare Zoopla, ha dichiarato: “La gente commercia fuori Londra e compra case per milioni di sterline nelle città dei pendolari”. “Il mercato immobiliare londinese è in forte espansione. Il posto è Outer London, ma non ci sono molte case da milioni di sterline nella periferia di Londra”, ha aggiunto.

Anche la festività dell’imposta di bollo del governo introdotta nel luglio dello scorso anno per stimolare il mercato ha avuto un ruolo: chiunque completi l’acquisto di un immobile del valore di 500.000 sterline e oltre prima del 30 giugno può risparmiare 15.000 sterline.

La pandemia ha accelerato una tendenza a lungo termine, con il controllo di Londra sulle proprietà più costose del paese in graduale declino negli ultimi anni.

Uno dei motivi è che dalla metà dell’ultimo decennio i prezzi in altre parti del paese sono aumentati più velocemente della capitale, mentre anche i volumi degli scambi a Londra sono diminuiti.

Secondo i dati della Building Society Halifax, nei 12 mesi fino a luglio, il prezzo medio delle case nel Regno Unito è aumentato del 7,4%. Ma i dati principali nascondono enormi differenze regionali: i prezzi medi delle case in Galles sono aumentati del 13,8%, i prezzi delle case nello Yorkshire sono aumentati dell’11%, mentre i prezzi delle case a Londra sono aumentati in media del 2,5% nello stesso periodo.

Nel cosiddetto mercato “premium” di Londra, i prezzi sono in costante calo dal 2014, in parte a causa dell’imposizione di tasse sugli acquirenti esteri e sui proprietari di case di seconda mano e sulla Brexit.

Con la convergenza dei prezzi e gli acquirenti che guardano oltre la capitale, la percentuale di case oltre 1 milione di sterline vendute in altre parti dell’Inghilterra e del Galles è aumentata dal 42% nel 2018 al 47% dello scorso anno.

Nei primi mesi del 2020, la quota di vendite di Londra di oltre 1 milione di sterline è salita brevemente, raggiungendo la categoria Inghilterra e Galles meno di due anni prima che il primo blocco del coronavirus causasse la chiusura del mercato immobiliare alla fine di marzo. operazioni del mese.

Gli agenti immobiliari hanno attribuito la breve spinta al mercato dei capitali alla vittoria elettorale del Partito Conservatore nel dicembre 2019, che ha affidato al Primo Ministro Boris Johnson il compito di far passare una Brexit dura.

“Londra e il sud-est sembrano ringiovaniti. Questo ha qualcosa a che fare con le persone che pensano che “Brexit è finita” o “ci siamo sbarazzati di” [former Labour leader Jeremy] Corbyn’, ha portato un sentimento positivo al mercato”, ha affermato Neil Hudson, capo della ricerca per gli analisti residenziali presso la società di ricerche di mercato.

Ma si scopre che questo rimbalzo è di breve durata e, una volta riaperto il mercato a maggio, le vendite si sposteranno in aree al di fuori di Londra.

“Il monopolio di Londra sugli alloggi di alto valore è finito e gli studi legali di tutto il paese si troveranno a dover gestire transazioni sempre più rischiose”, ha affermato Andy Sommerville, direttore di Search Acumen.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *