La Fed suggerisce che aumenterà i tassi di interesse per la prima volta nel 2023

[ad_1]

Secondo le nuove previsioni economiche, i funzionari della Fed dovrebbero iniziare ad aumentare i tassi di interesse nel 2023, prima di quanto previsto in precedenza.La previsione prevede che la crescita economica accelererà quest’anno e l’inflazione aumenterà drasticamente.

Alla fine della riunione politica di due giorni di mercoledì, la Banca centrale degli Stati Uniti ha mantenuto il tasso di interesse principale nell’intervallo più basso compreso tra lo 0% e lo 0,25%, che è il livello più basso dall’inizio della pandemia.

Ma a marzo, quando la maggior parte dei funzionari della Fed aveva previsto che l’attuale tasso di interesse sarebbe stato mantenuto almeno fino al 2024, il consenso si è spostato su un aumento anticipato dei tassi di interesse nel 2023, indicando che la banca centrale crede in una transizione più rapida verso una piena ripresa e inasprimento della politica monetaria. politica. La previsione della Fed indica che dovrebbe aumentare i tassi di interesse almeno due volte nel 2023.

La stima mediana dei funzionari della Fed prevede ora una crescita del PIL del 7% quest’anno, rispetto al 6,5% di marzo, e il tasso di disoccupazione scende al 4,5%, in linea con le previsioni precedenti. Il tasso di inflazione core quest’anno dovrebbe essere del 3%, molto più alto del 2,2% previsto a marzo, per poi tornare al 2,1% nel 2022.

Il Federal Open Market Committee ha dichiarato: “I progressi nella vaccinazione hanno ridotto la diffusione di Covid-19 negli Stati Uniti”. “Con questi progressi e un forte sostegno politico, gli indicatori dell’attività economica e dell’occupazione sono aumentati. I più svantaggiati dalla pandemia. I colpiti i settori sono ancora deboli, ma hanno mostrato un miglioramento”.

Il Federal Open Market Committee ha mantenuto la sua Acquisto di asset stabili 120 miliardi di dollari al mese: questa è un’altra caratteristica della politica monetaria insolitamente espansiva introdotta in risposta all’impatto economico della pandemia. Si prevede che i funzionari conducano negoziati preliminari sui tempi e sulle condizioni per iniziare eventualmente a ridurre l’acquisto di queste obbligazioni, ma la dichiarazione non ha menzionato il cambiamento.

Il processo di riduzione degli acquisti di debito della Fed (noto come “riduzione graduale”) può essere discusso per mesi prima che venga intrapresa l’azione. La Fed ha affermato che l’economia deve compiere “ulteriori progressi sostanziali” rispetto a dicembre dello scorso anno prima di poter iniziare a ridurre il suo sostegno straordinario all’economia.

nonostante inflazione già Andare avanti L’obiettivo medio della Fed è del 2% e il suo obiettivo di piena occupazione non è stato ancora raggiunto.Gli americani hanno perso circa 7,6 milioni Mantieni il lavoro di febbraio 2020.

La Fed ha sottolineato che la sua guida di politica monetaria non si basa sul calendario, ma sui risultati economici. In particolare, ha affermato che i tassi di interesse verranno aumentati solo se l’economia è a piena occupazione e il tasso di inflazione è del 2% e si prevede che supererà tale livello per un periodo di tempo. Tuttavia, sebbene 7 dei 18 membri del FOMC prevedessero di aumentare i tassi di interesse per la prima volta nel 2023 a marzo, 13 lo hanno fatto mercoledì.

Dall’ultima riunione del FOMC ad aprile, il mercato azionario statunitense è aumentato, mentre i costi di finanziamento sono scesi dai massimi recenti poiché gli investitori scommettono che la Federal Reserve continuerà ad attuare politiche di stimolo monetario e quest’anno Pressione inflazionistica Sarà di breve durata.

I titoli di stato statunitensi sono stati venduti bruscamente dopo l’annuncio della Fed e il rendimento dei titoli del Tesoro americano a cinque anni è balzato di 0,07 punti percentuali a circa lo 0,85%.

I titoli del Tesoro a due anni più sensibili alle politiche sono aumentati di 0,02 punti percentuali allo 0,18%, mentre i titoli del Tesoro a 10 anni di riferimento sono scesi di oltre 0,04 punti percentuali all’1,54%. Questo è inferiore ai recenti massimi di marzo, ma è in aumento rispetto all’inizio di questa settimana. Quando i prezzi scendono, i rendimenti aumentano.

La Fed ha anche annunciato mercoledì che regolerà due tassi di interesse tecnici, compresi i tassi di interesse sulle riserve in eccesso detenute dalla banca centrale alle banche. Aumenta il cosiddetto tasso IOER dallo 0,10% allo 0,15%. Ha inoltre accettato di pagare più di zero commissioni per il programma di riacquisto inverso e di aumentare il tasso di interesse allo 0,05%.

Banche e fondi del mercato monetario idonei urlando Mantenere i fondi alla Fed durante la notte, perché hanno pochi posti di reddito praticabili e positivi per investire nelle grandi quantità di denaro che hanno sostenuto le loro casse dall’inizio dell’anno. La Fed ha affermato in una nota che questi aggiustamenti mirano a sostenere il “funzionamento regolare del mercato dei finanziamenti a breve termine”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *