La Federal Trade Commission degli Stati Uniti afferma che Facebook ha abusato delle leggi sulla privacy per chiudere la ricerca pubblicitaria Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: Il segno è stato visto presso la sede della Federal Trade Commission a Washington, DC, USA il 29 agosto 2020. REUTERS/Andrew Kelly

Washington (Reuters)-Criticato dalla Federal Trade Commission degli Stati Uniti Facebook (NASDAQ :) ha rilasciato una “dichiarazione fuorviante” giovedì per spiegare perché ha disabilitato gli account dei ricercatori che studiano gli annunci politici sulle piattaforme dei social media.

Facebook ha dichiarato martedì di aver tagliato gli account personali e i diritti di accesso dei ricercatori della New York University a causa delle preoccupazioni sulla privacy degli altri utenti.

Facebook ha inizialmente dichiarato di aver preso questa decisione perché il gigante dei social media deve rispettare l’accordo raggiunto con la Federal Trade Commission.

Ma il portavoce di Facebook Joe Osborne in seguito ha dichiarato a Wired che l’ordine di consenso non era un motivo per disabilitare l’account del ricercatore. Invece, il decreto richiede regole per i programmi sulla privacy, che ha detto che i ricercatori hanno violato.

La rivista “Wired” ha affermato che uno dei ricercatori Laura Edelson ha negato qualsiasi illecito.

La FTC ha scritto al CEO di Facebook Mark Zuckerberg, affermando che era “impreciso” richiedere alla società di agire in base all’ordine di consenso del 2019.

Sam Levine, Acting Director dell’FTC Consumer Protection Bureau, ha scritto: “Anche se ringrazio Facebook per aver corretto il record ora, sono deluso dalle prestazioni della tua azienda in questa materia”.

“La Federal Trade Commission non ha ricevuto alcuna notifica che Facebook invocherà pubblicamente il nostro ordine di consenso all’inizio di questa settimana per giustificare la cessazione della ricerca accademica”.

Facebook ha pagato una multa record di $ 5 miliardi per risolvere le indagini FTC sulle sue pratiche sulla privacy e rafforzare la protezione dei dati degli utenti.

“Anche se non è nostra responsabilità risolvere le controversie personali tra Facebook e terze parti, speriamo che la società non utilizzi la privacy, per non parlare dell’ordine di consenso della FTC, come scusa per avanzare altri obiettivi”, ha scritto.

Inoltre, la Federal Trade Commission ha citato in giudizio Facebook a dicembre, sostenendo che violava le leggi antitrust. La denuncia è stata respinta e l’agenzia ha avuto il termine del 19 agosto per ripresentarla.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *