La giustizia iniqua è la causa principale del flagello sociale e la riforma giudiziaria è imperativa.

[ad_1]

Condividi questo articolo!

Data: 24 luglio 2021 alle 18:10 Autore: Xian Guolin

Il motivo per cui una società può svilupparsi costantemente è che esiste un sistema di stato di diritto efficace ed equo. Se questo sistema dello stato di diritto può dare fiducia al pubblico dipende dal fatto che il personale giudiziario possa esercitare il proprio potere in modo equo e giusto. Se hanno una deviazione nel loro esercizio del potere e questa deviazione diventa comune nel circolo giudiziario, scuoterà la fiducia del pubblico nel sistema giudiziario. Pensateci, se i risultati di condanna di giudici diversi per lo stesso tipo di reato sono diversi tra loro, come può il pubblico avere fiducia nel sistema giudiziario?

Il governo della SAR ha sempre sottolineato che Hong Kong dispone di un solido sistema giudiziario, ma la recente sentenza inflitta dal tribunale nel caso dell’uomo vestito di bianco a Yuen Long ha suscitato scalpore in molti cittadini. C’è persino una battuta su Internet, dicendo che usare un bastone per picchiare le persone è più grave che bruciare una stazione di polizia con bombe molotov e ferire gravemente la polizia. Yuen Long ha privatizzato privatamente un ex giocatore di football con l’intenzione di rompergli le articolazioni e altri reati sono più gravi.Il giudice lo ha condannato ingiustamente.

Secondo i principi di common law, tutti i giudici devono considerare diversi fattori quando criticano un caso.Oltre ad essere provocati e ridurre la pena, la cosa più importante è che la relativa sentenza dello stesso tipo di reato deve essere comparata prima di una ragionevole sentenza si può fare ed è anche in virtù di questo principio che ai giudici è data una discrezionalità pressoché illimitata. Se ogni giudice può aderire a questo principio, ovviamente non ci saranno problemi. Ma dal 2019 ad oggi abbiamo visto molti giudici che sembrano aver dimenticato questo principio e ci sono stati molti risultati di condanna poco convincenti. Troppa fiducia nella condotta professionale personale dei giudici senza supervisione è il più grande difetto del common law.

L’ex giudice Li Guoneng ha affermato nel suo “Codice di condotta per i giudici” che un giudice non è un dio che non mangia i fuochi d’artificio, ma è anche una persona con sette emozioni e sei desideri, quindi dovrebbe essere sorvegliato. È un peccato che questo codice sia lo stesso della “Carta RTHK”, se non viene applicato rigorosamente è solo uno slogan.

Infatti, nei miei video precedenti e nel libro “Come trattare i malati gravi di Hong Kong”, ho detto molte volte che i giudici hanno guardato romanzi erotici durante il processo in tribunale, hanno frequentato luoghi pornografici e si sono goduti spettacoli perversi, che hanno ostacolato la giustizia. Per quanto riguarda la situazione di funzionari e guardie, potresti fare riferimento alle clip precedenti o leggere il capitolo giudiziario di “Hong Kong gravemente malato, come trattare” per avere un’immagine chiara.

Nel meccanismo attuale, tutti i giudici sono supervisionati da una persona, che è il giudice supremo: in passato era Ma Daoli, ma oggi è Zhang Juneng. Se ha il tempo o la capacità di monitorare l’etica e le capacità di centinaia di giudici in modo esaustivo, tutti lo sanno dalle prestazioni passate dei giudici.

Uno spirito giudiziario equo è la pietra angolare della società e non può tollerare alcun danno, quindi il primo capitolo del mio libro “Governing Hong Kong” è la riforma giudiziaria.

Suggerisco di istituire di volta in volta un comitato di condanna per diversi crimini e di stabilire standard di condanna in base all’ambiente sociale del momento, in modo che i giudici possano avere linee guida chiare. Tuttavia, questa proposta ha incontrato una forte opposizione da parte del capo dell’esecutivo, nonché di alcuni politici e ambienti giudiziari. La loro obiezione è che nel meccanismo attuale, se il verdetto è iniquo, si può ricorrere in appello. È sufficiente dare un trattamento giudiziario equo a coloro che non sono soddisfatti del verdetto. Se viene istituito un comitato di condanna, lo spirito di indipendenza giudiziaria potrebbe essere scosso. In effetti, queste dichiarazioni sono completamente confuse: sono solo un tentativo di proteggere il potere quasi illimitato esistente dall’influenza di chiunque e di rendere la magistratura una setta di ferro che non trapelerà e che nessuno potrà interferire.

Il meccanismo di ricorso può dimostrare la perfezione del sistema giudiziario? La risposta è decisamente no. Poiché i ricorsi richiedono enormi costi di contenzioso, non tutti possono permetterselo. Questo è il caso del recente caso di persone in bianco.Se non ci sono soldi per fare ricorso, come può questo meccanismo di ricorso aiutarli a ottenere un trattamento giudiziario equo?

Da un altro punto di vista, il presidente è ora duramente criticato da tutte le parti: se c’è una misura dello standard, e il giudice segue le istruzioni di condanna per emettere una sentenza, non sarà affatto criticato. Quindi penso che il Sentencing Standards Committee non debba violare il potere del tribunale, ma proteggere il giudice. Quindi chiunque si opponga all’istituzione di un comitato per gli standard di condanna ha solo due ragioni. In primo luogo, non ha dimestichezza con il sistema giudiziario, in secondo luogo potrebbe avere altre idee.

Inoltre, ho sempre creduto che chiunque detenga potere debba essere monitorato per assicurarsi che eserciti correttamente il proprio potere, compresi naturalmente i giudici. Questo perché se i giudici non esercitano correttamente il loro potere, non solo influirà seriamente sulla fiducia del pubblico nella giustizia, ma trasformerà anche una società ordinata nel caos. Pertanto, nel libro “Governing Hong Kong Policy”, si propone anche di istituire un “ufficio di monitoraggio” per monitorare tutti coloro che possono esercitare il potere, in particolare i giudici.

Da quando il giudice capo Zhang Juneng è salito al potere, in apparenza, molti casi penali sono stati condannati a condanne pesanti, ma se un caso dovesse essere condannato a cinque anni, la sentenza è di due anni o un anno, anche se è un po’ più pesante di la precedente libertà vigilata o multa. , Ma se ha raggiunto lo standard, tutti lo commentano.

La magistratura ha sempre sottolineato l’indipendenza e sostenuto che non si dovrebbe occuparsi dei propri casi. Se si dice che è imbarazzante, è conforme alla cosiddetta indipendenza e innocenza se i giudici controllano i giudici ei giudici gestiscono le denunce del pubblico contro i giudici? Se il mondo legale ha davvero la coscienza pulita e nessuna deviazione, come può essere controllato da un’agenzia di regolamentazione indipendente?

Infine, voglio dire che alcuni hanno proposto che l’Amministratore Delegato possa esercitare i poteri conferiti dall’articolo 48 della Legge fondamentale alle vittime dell’amnistia: questo metodo è teoricamente fattibile, ma di fatto l’Amministratore Delegato non farà assolutamente lo stesso. Perché lei ha sempre sottolineato l’indipendenza della magistratura, se si esercita l’articolo 48, in una certa misura, sarà una sfida all’insoddisfazione per il giudizio del caso. Non credo che l’amministratore delegato influirà sul suo rispetto per l’immagine degli dei nella magistratura solo a causa di un piccolo cittadino. Non immaginate che l’amministratore delegato cercherà di combattere per l’incidente di Chen Tongjia come se fosse il caso di Chen Tongjia. Penso che sia meglio che tutti si concentrino sull’impegno per l’istituzione di una commissione per le condanne e per una riforma giudiziaria più pratica. Sebbene io simpatizzi con le persone coinvolte nel caso ed esprima la mia estrema insoddisfazione per la sentenza, nell’attuale sistema giudiziario, oltre a esprimere insoddisfazione e protesta, se l’amministratore delegato non aiuta, non c’è davvero molto che posso fare. Spera solo che il prossimo capo dell’esecutivo possa sistemare le cose, attuare riforme giudiziarie e persino amnistia per le persone che hanno subito un torto.

leggi di più

Condividi questo articolo!

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *