La legge sui bitcoin è solo l’ultimo titolo del presidente “millenario” di El Salvador Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: Il presidente salvadoregno Nayib Bukele parla in una conferenza stampa a San Salvador, El Salvador, 6 giugno 2021. REUTERS/Jose Cabezas/File Photo

Nelson Renteria

San Salvador (Reuters)-Il giovane presidente di El Salvador, un piccolo paese centroamericano, è diventato famoso questa settimana dopo che il suo paese è diventato il primo paese al mondo ad adottare Bitcoin come moneta a corso legale.

Mercoledì, i legislatori hanno rapidamente approvato il suo disegno di legge e il leader 39enne ha seguito un piano per estrarre energia dai vulcani per alimentare i grandi data center necessari per coniare valute digitali, criptovalute in tutto il mondo. I fan hanno applaudito per questo.

Questa mossa non è sfuggita alla censura. Il Fondo Monetario Internazionale ha rapidamente sottolineato i rischi economici e legali dell’uso senza precedenti di Bitcoin nelle piccole economie.

Dal licenziamento di funzionari tramite Twitter all’ingresso al Congresso con soldati armati fino ai denti, Bookler è stato incline a far arrabbiare l’establishment da quando è diventato presidente nel 2019.

Sebbene l’economia si sia ridotta dell’8% lo scorso anno, ha vinto le elezioni del Congresso e le elezioni locali a febbraio e ha goduto di un tasso di supporto di oltre il 90%. La sua coalizione ha conquistato una storica maggioranza assoluta e ha schiacciato i due partiti che da 30 anni dominavano la politica salvadoregna.

Solo poche settimane prima che l’adozione di Bitcoin gli portasse un nuovo riflettore internazionale, dopo che il nuovo Congresso ha immediatamente rimosso il procuratore generale e i giudici anziani, Booker ha avuto una disputa con l’amministrazione Biden.

Ha detto che tutte le sue azioni erano in linea con la Costituzione ed erano autorizzate dal popolo.

Il massimo procuratore ha indagato sui funzionari del governo. Buckler ha anche chiuso il suo ufficio anticorruzione.

Booker, che si definisce “il presidente più cool del mondo”, ha recentemente lanciato una competizione internazionale di surf nel paese con un berretto da baseball capovolto e un ufficiale su entrambi i lati.

I suoi successi includono la riduzione del tasso di omicidi in un paese che ha combattuto a lungo la violenza delle bande mortali.

Sebbene sia molto giovane, Booker non è un principiante politico.

Quando ha lavorato presso l’agenzia pubblicitaria di suo padre all’inizio della sua carriera, il suo cliente era il Fronte di Liberazione Nazionale Farabando Marti (FMLN), il partito politico di sinistra al potere in quel momento.

Si è unito al partito e nel 2012 è diventato sindaco di Nuevo Cuscatlan, una cittadina di caffè vicino a San Salvador. Lontano dai riflettori mediatici, con poche risorse, ha promosso il suo lavoro sui social. La sua reputazione di buona gestione lo ha aiutato a ottenere consensi, vincendo la carica di sindaco della capitale nel 2015.

A San Salvador, ha guadagnato fama per le sue preoccupazioni sociali e culturali e ha donato il suo stipendio a borse di studio. Ma due anni dopo il suo insediamento, l’FMLN lo ha espulso, sostenendo che diffondeva divisioni, violava le regole del partito e usava Apple per attaccare i fiduciari durante le riunioni parlamentari.

Ha negato queste accuse.

decisivo

Bukele e la Gran Alianza por la Unidad Nacional (GANA) di destra hanno unito le forze per candidarsi alla presidenza, cosa promossa dai social media. Ha formato un partito chiamato “Nuovi Pensieri”.

Il presidente più giovane delle Americhe si è insediato e ha promesso di porre fine alla corruzione. Durante la sua carica di sindaco, è stato lui stesso indagato dalla Procura Generale per riciclaggio, frode ed evasione fiscale. Ha negato queste accuse.

I suoi fratelli e cugini ricoprivano cariche pubbliche o prestavano servizio come consulenti dietro le quinte, il che ha anche innescato lamentele sul nepotismo, che ha negato.

Fino a quando il presidente non è arrivato al Congresso all’inizio dello scorso anno e ha chiesto l’approvazione di un prestito di 109 milioni di dollari per combattere il crimine, accompagnato da soldati armati fino ai denti, la comunità internazionale non ha prestato molta attenzione.

“Se fossi un dittatore o qualcuno che non rispetta la democrazia, stasera controllerei l’intero governo”, ha detto Booker al quotidiano spagnolo El Pais.

Durante la pandemia di coronavirus, Bukele ha adottato una serie di misure sanitarie ed economiche per alleviare la crisi, ma ha ignorato la sentenza della Corte Suprema sulle misure di blocco e ha dovuto affrontare lamentele sulla protezione dei diritti.

“Ha usato le notizie e i social media per minacciare, intimidire e perseguitare le persone che potrebbero diventare oppositori”, ha affermato Miguel Vivanco, capo delle Americhe presso Human Rights Watch.

Nonostante ciò, i salvadoregni, stanchi di decenni di corruzione e inefficienza, ammirano ancora lo stile sicuro e deciso di Bukler, inclusa la sua simpatia nell’usare Twitter per impartire ordini ai ministri.

Il tassista 36enne Eduardo Samayoa (Eduardo Samayoa) ha dichiarato: “Naib ha fatto un ottimo lavoro. Nessuno di noi si è preoccupato del benessere delle persone”.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *