La principale differenza tra consulenti M&A e broker d’affari

[ad_1]

Hai trovato l’opportunità giusta per acquistare l’attività di qualcuno, vendere la tua attività o fonderti con altre attività per iniziative redditizie. Prima di procedere, si consiglia di consultare broker e consulenti che sono considerati esperti del settore per trovare il miglior candidato per te. Ma quali tipi di consulenti esistono sul mercato e quali servizi forniscono? I fornitori di servizi per tali transazioni a livello aziendale possono essere suddivisi in due tipi principali: Mediatore d’affari con M&A (M&A) consulente. Sebbene operino tutti nello stesso campo con caratteristiche simili, ci sono importanti differenze tra i due.

Caso aziendale

Cominciamo con due semplici esempi:

  • Un meccanico certificato che ha recentemente completato un corso di formazione automobilistica spera di acquistare un’officina di riparazione auto matura nella zona per avviare la propria attività di riparazione auto. Ha in programma di espandere e assumere più meccanici nel suo garage in futuro.
  • Un’azienda automobilistica sta cercando investimenti strategici con l’obiettivo di stabilire una grande rete multi-città con relativi garage o garage franchising modello. Il loro obiettivo sono più garage in vendita, così come quei garage che possono essere persuasi a collaborare.

Questa è la seconda serie di esempi:

  • I singoli investitori potrebbero voler acquistare un negozio in costruzione immobile commerciale Puoi beneficiare dei redditi da locazione in futuro.
  • Un imprenditore potrebbe voler effettuare un investimento strategico in un progetto su larga scala intrapreso da una società immobiliare per finanziare e acquistare un gran numero di negozi in un complesso commerciale in costruzione. L’obiettivo è vendere questi prodotti in un secondo momento o aprire un’attività in proprio nei locali.

Il primo scenario in ciascun gruppo ha esigenze personali specifiche per caratteristiche specifiche, esposizione aziendale limitata, importo dell’investimento limitato, requisiti di localizzazione, obiettivi indipendenti facili da valutare, obiettivi potenziali limitati e periodi di capitale di rischio a breve termine. D’altra parte, il secondo scenario in ciascun gruppo ha requisiti diversi: esposizione aziendale approfondita ed estesa, investimenti sostanziali e piano aziendale strategico a lungo termine.

Il primo obiettivo può essere facilmente raggiunto da intermediari commerciali locali che possono fornire un elenco di obiettivi disponibili immediatamente o in un breve periodo di tempo. Il secondo rappresenta un’esigenza aziendale più complessa, che richiede un lavoro a lungo termine, ma il potenziale obiettivo non è ancora stato determinato. Questo tipo di attività richiede i servizi di una società di consulenza M&A.

Per distinguere tra questi due fornitori di servizi, intermediari commerciali e consulenti in fusioni e acquisizioni, cerchiamo di avere una comprensione più profonda della loro portata e dei servizi che forniscono.

La differenza tra consulenti M&A e broker d’affari

Il modo più semplice per vedere la differenza tra broker commerciali e consulenti M&A è che i broker commerciali operano su scala piccola/locale/regionale e le transazioni di solito coinvolgono un’unica attività indipendente. I consulenti M&A lavorano in un paese più grande (o anche a livello globale) e le transazioni possono comportare complesse aggregazioni aziendali o vendite in più sedi. La dimensione degli accordi con i broker commerciali è solitamente compresa tra 1 milione di dollari USA e 2 milioni di dollari USA, mentre i consulenti M&A gestiscono transazioni multimilionarie.

Profilo del cliente

A causa di questa diversa scala, i due fornitori di servizi hanno profili di clienti diversi. Di solito, piccole aziende e individui (compresi gli imprenditori) si adatteranno al profilo del cliente di un broker d’affari. I consulenti M&A soddisfano le esigenze di grandi organizzazioni e aziende, anche governi e singoli imprenditori, per progetti su larga scala che abbracciano più regioni, paesi o il mondo.

Metodo di valutazione

Poiché i business broker e i consulenti M&A hanno ambiti e profili di clienti diversi, anche le competenze necessarie per promuovere i loro servizi sono diverse. I broker commerciali forniscono servizi incentrati sull’istituzione che sono relativamente facili e facili da valutare, mentre i consulenti M&A forniscono servizi relativi a transazioni commerciali complesse che possono essere difficili da valutare.

Questo Valutazione I metodi utilizzati dagli intermediari commerciali sono limitati alle vendite attuali, all’ubicazione e ai dati sugli utili. I metodi di valutazione dei consulenti M&A sono molto dettagliati, inclusi potenziali obiettivi strategici, analisi degli investimenti richiesti, valutazione delle risorse intellettuali e potenziale crescita futura.

Gamma di obiettivi aziendali

L’ambito dell’assistenza degli intermediari commerciali è limitato. Il cliente vedrà un elenco di venditori o acquirenti disponibili all’interno dell’area del broker. I consulenti M&A lavorano strategicamente con i clienti, il che può comportare il riavvio per trovare nuovi obiettivi adatti all’azienda.

Compensazione

Anche le modalità di compensazione dei due sono in una certa misura diverse.Gli intermediari commerciali si impegnano a Comitato Il valore della transazione (di solito una percentuale predeterminata). Anche i consulenti M&A si impegnano a pagare in percentuale, ma anche la loro partecipazione specifica, la predisposizione di servizi aggiuntivi, i servizi fiscali e legali riceveranno ulteriori incentivi. La differenza di valore è il risultato della gamma di impegni a lungo termine. Il ruolo dell’intermediario commerciale è limitato al completamento della transazione e il consulente M&A può continuare a partecipare per un periodo di tempo più lungo per implementare con successo la joint venture.

Linea di fondo

La vendita, l’acquisto o la fusione di aziende possono creare o distruggere le tue iniziative imprenditoriali. Scegliere il consulente giusto per le proprie esigenze richiede una valutazione approfondita, perché spesso la scelta tra un intermediario commerciale e un consulente crea confusione. I consulenti M&A forniscono servizi più completi, ma devono pagare un extra. Gli intermediari commerciali possono essere una scelta economica, ma la portata e i servizi sono limitati. Considerando i punti di cui sopra, dovresti scegliere l’attività che fa per te.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *