La quotazione di Circle metterà alla prova la trasparenza delle migliori stablecoin rispetto alle riserve

[ad_1]

Circle ha preso un impegno importante questa settimana, annunciando l’intenzione di diventare il primo operatore di stablecoin ad essere quotato alla Borsa di New York: il CEO Jeremy Allaire ha dichiarato che la sua azienda “diventerà un operatore di stablecoin a riserva piena globale più aperto e trasparente”. Il mercato di oggi”.

Ma negli ultimi mesi, la società americana di tecnologia di pagamento ha reso più opache le informazioni sulle riserve a supporto delle sue stablecoin, ha cancellato i dettagli, ha corretto la lingua e ha concesso un periodo di tempo più lungo prima della segnalazione.

Quando Circle entra nel mercato azionario pubblico pesantemente regolamentato, gli impegni di Allaire potrebbero essere soggetti a un rigoroso controllo.

“Perché il mercato aspetta [a public listing] Per trasparenza pratica? “Chiese Kyle Gibson, un ricercatore senior presso il MIT Horizon. “Cosa ha impedito loro di fornirlo prima?” “

Circle pubblicizza la sua moneta da un dollaro come “il futuro del flusso di denaro” e considera la trasparenza come uno dei maggiori vantaggi delle valute digitali. La sua visione è quella di rendere la sua stablecoin “ancorata” al dollaro USA per facilitare i pagamenti in tutto il mondo in tempo reale.

Il messaggio funziona. Secondo la società, da gennaio, la circolazione globale di USDC è aumentata di oltre il 3.400% e vale quasi 26 miliardi di dollari. I tradizionali fornitori di servizi finanziari e altre aziende leader nel settore delle criptovalute si stanno unendo. Nel marzo di quest’anno, Visa ha annunciato un programma pilota per utilizzare i token per regolare le transazioni. FTX della borsa dei derivati ​​di Hong Kong Dire Ha pagato gran parte del team di USDC.

Che cos’è una valuta stabile?

Una stablecoin è una criptovaluta collegata a un altro asset, che teoricamente può ridurne la volatilità. Questa stabilità consente loro di essere utilizzati per convertire tra valute legali e altre criptovalute.

Gli stablecoin possono essere associati a classi di attività, come valute fisiche, un paniere di valute, altre criptovalute e persino immobili.

Tether è stato lanciato nel 2014 ed è la stablecoin più circolante con circa 56 miliardi di dollari USA in monete. La stablecoin Diem (precedentemente nota come Libra) supportata da Facebook potrebbe essere lanciata quest’anno.

Le stablecoin fungono da buffer per aiutare i trader di criptovalute a gestire le fluttuazioni dei prezzi tra finanza digitale e finanza tradizionale e facilitare il passaggio tra migliaia di criptovalute diverse.

USDC è stata lanciata tre anni fa come parte di una società chiamata Centre, composta da Circle e Coinbase, una borsa valori quotata a Wall Street. Secondo i dati di CoinGecko, rappresenta ora circa il 23% del mercato delle stablecoin, secondo solo al leader di mercato Tether.

Le riserve sono la base per la costituzione di stablecoin. Gli operatori hanno dichiarato di detenere riserve sufficienti per garantire ogni moneta prodotta. Secondo Circle, USDC può essere scambiato con dollari USA, uno a uno.

Dal 2018, Circle ha emesso un cosiddetto certificato fornito da Grant Thornton, che controllerà le riserve USDC in modo tempestivo, ma non fornisce informazioni complete come un audit formale.

Queste dichiarazioni hanno subito modifiche sostanziali.

Fino a marzo 2020, è stato dimostrato che l’USDC era sostenuto da dollari statunitensi e detenuto da istituti di deposito statunitensi sostenuti dal governo. Successivamente, hanno affermato che le riserve sono state mantenute in istituzioni e “investimenti approvati”, ma non hanno elaborato quali fossero questi investimenti. A giugno, ha cambiato la dicitura sul sito Web da “supportato da dollari USA” a “supportato da risorse di riserva complete”.

Il suo rapporto sul conto di riserva nel febbraio di quest’anno ha dichiarato che deteneva $ 9,3 miliardi in conti di custodia; questa linea è stata completamente cancellata nei rapporti di marzo e aprile. L’unico importo in dollari menzionato si riferisce ai $ 100.000 congelati su richiesta delle forze dell’ordine.

Rohan Gray, professore di legge alla Willamette University in Oregon, ha dichiarato: “Penso sempre che il centro stia cercando di svolgere un ruolo più legale”. “Penso che il cambiamento nella certificazione sia preoccupante”.

Il grafico a linee del valore della circolazione (in miliardi di dollari) mostra che sebbene Tether continui a guidare, il dollaro USA è cresciuto rapidamente quest'anno

Da dicembre anche l’emissione dei certificati è diventata lenta. L’anno scorso, di solito venivano rilasciati entro poche settimane dalla fine di ogni mese. Ora hanno bisogno di più di un mese per produrre e la certificazione di aprile è stata rilasciata all’inizio di giugno.

Circle ha riconosciuto che la quotazione richiederà di soddisfare i più elevati standard contabili regolamentari negli Stati Uniti. Allaire ha detto che la quotazione è un’opportunità, “può anche fornire una maggiore trasparenza… Per quanto riguarda le riserve a sostegno dell’USDC”.

Grant Thornton ha dichiarato di non essere in grado di commentare questioni relative ai clienti. Il centro non ha risposto a una richiesta di commento sulle modifiche alla certificazione.

Circle ha dichiarato a maggio che le riserve includono “contanti, equivalenti di cassa e attività di investimento a breve termine che soddisfano i nostri requisiti normativi e la supervisione ai sensi delle leggi bancarie statali degli Stati Uniti”. L’organizzazione ha dichiarato al Financial Times che il ritardo recentemente dimostrato era dovuto alla rapida crescita della valuta e alla sua disponibilità in più blockchain.

Philip Gradwell, capo economista della società di analisi blockchain Chainalysis, ha dichiarato: “L’USDC sta crescendo così rapidamente che potrebbe essere difficile per la contabilità tenere il passo”.

Le riserve valutarie stabili sono diventate un problema caldo nel settore delle criptovalute. Il procuratore generale di New York ha concluso a febbraio che la storica affermazione di Tether secondo cui le riserve sono sempre completamente supportate dal dollaro USA è una “bugia”. Tether ha pagato una multa di 18,5 milioni di dollari per risolvere le accuse e non ha ammesso di aver commesso illeciti.

In un rapporto per gli investitori pubblicato all’inizio di questa settimana, Circle ha delineato i rischi associati all’USDC, comprese le modifiche normative, la tassazione e lo sviluppo delle valute digitali della banca centrale.

Gli operatori di stablecoin devono affrontare anche altre sfide: stanno crescendo così velocemente che le loro riserve sollevano preoccupazioni sulla stabilità finanziaria. L’agenzia di rating Fitch ha avvertito questo mese che qualsiasi desiderio di riconvertire asset crittografati in valute tradizionali potrebbe costringere le società di stablecoin a liquidare le riserve, destabilizzando così il mercato del credito a breve termine.

Anche i regolatori e le banche centrali di tutto il mondo sono sempre più preoccupati per il possibile impatto delle stablecoin sull’attuazione della politica monetaria, i rischi di manipolazione del mercato e il discutibile livello di protezione dei consumatori.

“Per me, il problema non sono i dettagli di alcuna prova, ma il principio di funzionamento di base di questo tipo di sistema”, ha detto Gray.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *