La rapina da 600 milioni di dollari ci dice il futuro della criptovaluta

[ad_1]

Aggiornamento criptovaluta

Questa settimana, la terra delle criptovalute è stata scioccata da un comportamento sfacciato ed estremamente strano Il furto è stato di circa 600 milioni di dollari. Questa è un’esperienza cinematografica, una versione nuova era di un film di rapina in banca, piena di ladri colorati, una squadra di vigilanti digitali e un numero qualsiasi di detective da poltrona per guardare tutto in tempo reale.

Questo tipo di dramma è crittografato in modo univoco. Ad esempio, in un tradizionale assedio di una banca, gli osservatori potrebbero dover fare affidamento su elicotteri di notizie che sorvolano per gli aggiornamenti. Nella rapina criptata, puoi vedere tutto questo direttamente sul tuo smartphone.

Poly Network è un progetto che cerca di connettersi alla blockchain, che è il registro digitale di base del settore degli asset crittografati.Il campanello d’allarme ha iniziato a suonare mercoledì pomeriggio, ora di Londra. Ha affermato che migliaia di token digitali erano stati rubati e ha pubblicato l’indirizzo del “portafoglio” virtuale del sospetto hacker.

Richiesta progetto poli Scambi e minatori centralizzati, Per elaborare transazioni crittografate e intervenire per impedire ai cosiddetti rapinatori di rubare ulteriormente i fondi dalle loro mani. Ha funzionato. Tether è un importante operatore di “valuta stabile” che può essere facilmente convertito in valute tradizionali, significa Congelati $ 33 milioniI principali operatori di scambio come Binance e OKEx hanno promesso di fare tutto il possibile per aiutare.

Allo stesso tempo, gli hacker hanno iniziato a comunicare con Poly attraverso la blockchain perché la natura della crittografia è facilmente visibile al pubblico. Poly sembra fornire agli hacker una “ricompensa” per la restituzione dei fondi e gli hacker stanno iniziando ad affermare di voler “salvare” il progetto evidenziandone i difetti. “Non sono molto interessato ai soldi”, presumibilmente Hacker ha detto.

Anche decine di cyber detective sono accorsi sul posto per raccogliere indizi e vedere cosa potevano imparare dai cosiddetti hacker.Un’organizzazione per la sicurezza delle informazioni chiamata SlowMist Affermare di aver trovato Informazioni di identificazione, inclusa la casella di posta del cattivo e l’indirizzo IP (Internet Protocol).

Non è chiaro perché o fino a che punto la potenziale rivelazione abbia causato qualche disagio dell’ultimo minuto, ma ora gli hacker hanno Almeno $ 342 milioni restituitiHanno affermato che avevano anche pianificato di restituire il bottino rubato rimanente.

“È una buona cosa avere un hacker che ha risposto pubblicamente… spero che lo faccia[es] La cosa giusta,” disse Changpeng Zhao, Il capo di Binance, uno dei più grandi gruppi di criptovalute al mondo.

Questa è una storia affascinante che rivela molto su dove si trovano attualmente le criptovalute. Uno dei principali punti di forza sollevati da molti sostenitori delle criptovalute è che questi mercati digitali sono più trasparenti dei sistemi finanziari tradizionali perché puoi vedere ogni transazione sulla blockchain. Questa particolare situazione sembra aver effettivamente spinto questi requisiti di trasparenza a una conclusione logica.

Vale anche la pena notare che, almeno per quanto ne sappiamo, le forze dell’ordine sembrano non essere ancora intervenute. Invece, il sistema sembra cercare di autoregolarsi.

Questo tipo di autoesecuzione e autoregolamentazione potrebbe essere qualcosa che stiamo iniziando a vedere più spesso. In tutto il mondo vengono istituite istituzioni industriali sempre più complesse.

Naturalmente, le forze dell’ordine ufficiali dovrebbero svolgere un ruolo importante in qualsiasi sospetto reato, ma queste connessioni informali rappresentano un altro passo nella maturità del settore delle risorse digitali. Questo è lo stesso modo in cui le banche e le istituzioni finanziarie che competono in molti modi comprendono i potenziali rischi informatici reciproci.

Tuttavia, questo intervento solleva importanti questioni filosofiche. Per molti appassionati, il punto centrale della crittografia è che si tratta di un sistema decentralizzato, indipendentemente dal fatto che si tratti di un governo o di una grande istituzione, non sotto il controllo delle autorità. Alcune persone esprimono grave insoddisfazione per l’idea del coinvolgimento dell’agenzia centrale, anche se la loro intenzione potrebbe essere per il bene più grande.

In effetti, nella finanza tradizionale, quando i cattivi vengono catturati, ci saranno conseguenze. Se catturano l’hacker in questa situazione o in futuro, come dovrebbe rispondere la crittografia? Li hanno consegnati alle forze dell’ordine per cercare di confiscare le monete stesse e perseguirle? In un mondo in cui ti fai le tue regole, come fai a tracciare una linea tra i criminali e coloro che si limitano a cogliere le opportunità che trovano nel codice informatico?

“Se lasciamo un po’ di potere in termini di centralizzazione, non saremo mai in grado di uscire da questo mondo”, ha scritto un utente a un dirigente di Tether Su Twitter, E ha aggiunto che poiché gli hacker hanno sfruttato solo le scappatoie lasciate dagli sviluppatori Poly, dovrebbero essere i legittimi proprietari dei token.

Contatta il giornalista per questa storia adam.samson@ft.com Oppure @adamsamsonFT su Telegram



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *