La redazione locale occupa ancora la prima pagina per la ripresa

[ad_1]

La lunga travagliata industria dei giornali locali della Gran Bretagna sta finalmente mostrando segni di ripresa, in parte perché Cresce l’appetito per le notizie locali Tra i pendolari che trascorrono più tempo lavorando da casa.

Reach è il più grande editore di notizie regionale del paese. Le sue pubblicazioni includono il Daily Mirror, il Manchester Evening News e il Liverpool Echo. Di recente, le entrate digitali sono aumentate notevolmente e attualmente sta assumendo circa 340 nuovi giornalisti digitali.

“Forse prima della fine dell’anno assumeremo più giornalisti regionali che in qualsiasi momento negli ultimi 10 anni, quindi questo parla da sé”, ha dichiarato al Financial Times il CEO Jim Mullen.

Il prezzo delle azioni del FTSE 250 Index Group è salito di quasi il 670% nell’ultimo anno, raggiungendo il livello più alto dal 2007. Sebbene le vendite di stampa abbiano continuato a diminuire nella prima metà dell’anno, i ricavi complessivi sono aumentati del 4% a 302 milioni di sterline, generando un utile ante imposte di 26 milioni di sterline.

Negli ultimi 18 mesi, Reach si è impegnata a Incoraggia i lettori a registrarsi, Ciò significa che forniscono informazioni quali indirizzi email o codici postali, che sono preziosi per gli inserzionisti. La strategia sembra aver dato i suoi frutti: i ricavi digitali sono aumentati del 43% nella prima metà dell’anno e il target per gli utenti registrati è passato da 7 milioni a 10 milioni entro la fine del 2022.

“Gran parte di ciò è dovuto all’uso accelerato del nostro sito Web durante la pandemia di Covid”, ha affermato Mullen, che ritiene che le piccole città siano diventate “più dinamiche”.

Anche lo Scottish Herald e Newsquest, editore di Northern Echo, stanno rafforzando le loro redazioni. L’amministratore delegato Henry Faure Walker ha affermato che il gruppo ha ampliato il numero di giornalisti “per la prima volta in molti anni”. L’organizzazione ha circa 575 giornalisti e spera di aggiungerne altri 50.

Il gruppo è di proprietà del gruppo americano Gannett. Rispetto al 2019, il numero di visitatori online è aumentato del 40% lo scorso anno e sta lanciando più zone a pagamento, aumentando il numero dei suoi titoli da circa 5 prima della pandemia a circa 160 65 Un tipico abbonamento mensile costa £ 4,99, mentre i giornali più grandi costano fino a £ 9,99.

Reach non ha un paywall con titoli regionali, ma sta anche perfezionando i suoi sforzi per coltivare il pubblico online e ha deciso di cancellare i sondaggi online che devono essere completati prima che il contenuto venga visualizzato.Mullen ha detto che hanno dimostrato di essere “L’assassino del fidanzamento”.

La domanda ora è se l’industria stia davvero voltando pagina.Non solo il rischio è alto per i proprietari di media e gli azionisti: 2019 Revisione commissionata dal governo La conclusione raggiunta è che tagliare drasticamente le redazioni non fa bene alla democrazia britannica.

La pandemia ha ribadito questa importanza a molti lettori e ne ha indotto le assunzioni. “Il Covid è diventato un catalizzatore per le persone che si rivolgono a notizie locali affidabili”, ha affermato Faure Walker. “Le città e le città che sono città di pendolari hanno perso molti residenti dal lunedì al venerdì e queste persone sono rimaste lì”.

La redazione dello Yorkshire Post a Leeds. Questo è uno dei giochi che è andato a ruba all’inizio dell’anno per 10,2 milioni di sterline © Lorne Campbell/Guzelian/FT

Lorna Tilbian, presidente di Dowgate Capital JPI Media di recente acquisizione,essere d’accordo. “Come fai a conoscere la tua comunità? Il giornale locale ti dirà molto di ciò che sta accadendo”, ha detto.

National World, strumento di acquisizione del veterano dei giornali David Montgomery, ha acquisito gli editori Scots e Yorkshire Post a giugno, la società ha dichiarato di aver ridistribuito centinaia di dipendenti in nuovi centri locali per invertire l’attività.

Ma Fulwerk, che è anche presidente del gruppo di pressione della News Media Association, ha messo in guardia dall’essere eccessivamente ottimista, sebbene “le prospettive siano più incoraggianti di quanto non lo siano state per molti anni”. “Penso che sia troppo presto per parlare di un modello sostenibile per le notizie locali”, ha aggiunto.

L’ultimo documento della Companies House di Newsquest mostra che il suo utile operativo nel 2019 è stato leggermente inferiore a £ 10 milioni e la società ha annunciato che “non ci sono grandi cambiamenti nella risoluzione del finanziamento a livello di sistema delle notizie locali indipendenti”.

Montgomery, che gestiva il predecessore di Reach Mirror Group negli anni ’90, era altrettanto cauto, credendo che molti editori fossero nella stessa barca di qualche anno fa. “Molte persone non accettano che i bei tempi non ritornino automaticamente”, ha detto.

Anche se il pubblico digitale continua ad aumentare, il problema principale rimane: i margini di profitto dell’editoria online sono diversi dai margini di profitto della carta stampata e le vendite della carta stampata rappresentano ancora la maggior parte delle entrate dei fornitori di notizie regionali.

L’analista di Enders Douglas McCabe ha affermato che il boom dell’e-commerce durante la pandemia ha stimolato lo sviluppo della pubblicità digitale e che le entrate dei giornali cartacei “sono diminuite drasticamente negli ultimi 10 anni, quindi non c’è molto spazio per il declino”.

“Gli investitori stanno iniziando a pensare che potrebbero esserci dei problemi lì… Non si poteva dire che due anni fa”, ha aggiunto.

David Montgomery

Il veterano del settore David Montgomery promette di aggiungere un rapporto originale al titolo JPI

Chris Morley, il coordinatore nazionale di Reach per l’Unione nazionale dei giornalisti, ha affermato che il mercato del lavoro per i giornalisti “è diventato improvvisamente molto attivo” e ha sentito che ai potenziali dipendenti di altre testate è stato offerto un aumento di stipendio del 10% per rimanere.

Tuttavia, l’organizzazione ha tagliato circa 250 giornalisti l’anno scorso, molti dei quali erano licenziamenti volontari, che hanno indebolito gli sforzi di reclutamento di Reach. Spera di avere circa 3.000 giornalisti entro la fine di quest’anno e circa 2.500 entro la fine del 2020.

Il gruppo è anche Riduci lo spazio in ufficio, Chiuse dozzine di sale di redazione di notizie locali, concentrate su 14 uffici regionali e pianificato di consentire a circa tre quarti dei dipendenti di lavorare da casa in modo permanente; il suo sindacato sta attualmente negoziando le relative spese sostenute dai giornalisti.

Molly non è sicura di quanto durerà l’ondata di adrenalina: crede che gli algoritmi di Facebook, Google e altri giganti della tecnologia giochino un ruolo enorme nel numero di lettori che gli editori attirano.

Gli editori di notizie tra cui JPI, Reach e Newsquest hanno raggiunto accordi con Google e Facebook per ricevere pagamenti riservati, che non sono negoziabili per gruppi più piccoli.

“Questo è molto utile”, ha detto Falwerk, “ma considerando il grande contributo del giornalismo locale all’ecosistema digitale, questo è un cattivo affare”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *