La soluzione di rivestimento del governo britannico ha incontrato un ostacolo

[ad_1]

Politica del Regno Unito e aggiornamenti politici

L’accordo tra alcune importanti banche commerciali e il governo britannico per risolvere la crisi dei rivestimenti ha incontrato ostacoli solo una settimana dopo essere stato annunciato: è stato seminato tra finanziatori di mutui e centinaia di migliaia di affittuari intrappolati in appartamenti invenduti.

Questo protocolloSupportato personalmente dal primo ministro britannico Boris Johnson, mira a spianare la strada ad alcuni grandi istituti di credito per ripristinare i mutui per appartamenti in edifici sotto i 18 milioni di altezza. A causa dei problemi di sicurezza emersi dopo che l’incendio della Grenfell Tower nel 2017 ha ucciso 72 persone, molte di esse sono diventate invendibili.

Il ministro dell’edilizia abitativa Robert Jenrick ha affermato che ciò significa che i valutatori del rischio di incendio e gli istituti di credito ipotecario dovrebbero presumere che qualsiasi blocco al di sotto di tale altezza sia sicuro. Ha aggiunto che ciò significa che questi appartamenti non richiederanno più un certificato di sicurezza antincendio EWS1 e molti proprietari non sono stati in grado di ottenerlo dai geometri che hanno seguito le linee guida emesse dopo il disastro di Grenfell.

All’epoca, Jenric ha elogiato la transazione come “un importante passo avanti per gli inquilini di edifici di media e bassa altezza che affrontano difficoltà di vendita”.

Il ministro dell’edilizia abitativa Robert Jenrick ha dichiarato che i valutatori del rischio di incendio e gli istituti di credito ipotecario dovrebbero presumere che qualsiasi blocco al di sotto dei 18 m sia sicuro © Wlktor Szymanowicz/NurPhoto/Getty

Ma la speranza che l’intervento sblocchi rapidamente il mercato immobiliare e liberi i finanziatori ha incontrato problemi.

La Royal Institution of Chartered Surveyors, che fornisce consulenza ai periti immobiliari, ha affermato che non può cambiare le sue linee guida su questo tema fino a quando il governo non cambierà le sue raccomandazioni sulla sicurezza antincendio “ancora valide”. Secondo diverse persone che hanno familiarità con la questione, ciò significa che molti edifici bassi richiedono ancora i moduli EWS1.

RICS ha delineato la sua posizione in una teleconferenza con istituti di credito e agenzie commerciali lunedì, dicendo che ha bisogno di “chiarimenti urgenti” prima di cambiare posizione.

Secondo una persona che ha partecipato alla teleconferenza, l’intervento di Jenric la scorsa settimana “non è cambiato” e “sembra che il governo stia cercando di sottrarsi alle proprie responsabilità”.

Se la sicurezza della proprietà non può essere garantita, o il ministro promette fondi per metterla in sicurezza, la società di valutazione non può valutare con precisione la proprietà. A loro volta, è improbabile che le banche corrano il rischio di prestare a questi appartamenti e questo problema ha causato un gran numero di “detenuti ipotecari”.

I ministri hanno lavorato duramente per controllare questa crisi e nei quattro anni successivi all’incendio di Glenfell, con l’intensificarsi delle preoccupazioni sulla sicurezza degli edifici, la crisi si è intensificata.Johnson intervento In un recente incontro tenutosi a Downing Street con la più grande banca del Regno Unito, ha partecipato personalmente all’accordo la scorsa settimana.

I problemi di sicurezza inizialmente si sono concentrati su grattacieli rivestiti con materiali simili alla Grenfell Tower. Tuttavia, il governo ha modificato le sue linee guida nel gennaio 2020 per stabilire che qualsiasi altezza di edifici residenziali multipiano e multiuso dovrebbe essere soggetta a valutazione del rischio di incendio, che colpisce circa 840.000 appartamenti nel Regno Unito.

Un dirigente di una società immobiliare ha affermato che la proposta “ha aperto il vaso di Pandora”.

Come parte dell’annuncio della scorsa settimana, Jenric ha affermato che il governo ritirerà la proposta, ma ha insistito sul fatto che “l’eccessiva cautela dell’industria” sta prolungando la crisi.

RICS ha affermato che tecnicamente i finanziatori possono ancora emettere mutui in conformità con i termini delle sue linee guida esistenti.

David O’Leary, il direttore politico della Federation of Home Builders, ha affermato di dubitare che la modifica delle linee guida sulla sicurezza antincendio risolverà definitivamente la crisi.

“C’è una visione più ampia del consumatore: se ti è stato detto della sicurezza negli ultimi quattro anni, è difficile dire ‘non preoccuparti di questo ora’”, ha aggiunto.

Il governo non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *