La sterlina è scesa leggermente rispetto al dollaro, toccando il punto più basso in più di una settimana – shareandstocks.com

[ad_1]

* Grafico: tassi di cambio mondiali 2020 tmsnrt.rs/2egbfVh

* Grafico: sterlina ponderata per il commercio dal voto sulla Brexit tmsnrt.rs/2hwV9Hv

Reuters, Londra, 29 giugno – Martedì, la sterlina britannica è scesa leggermente al punto più basso in più di una settimana contro il dollaro USA, registrando il mese peggiore da settembre.

Dopo l’inaspettata svolta della Fed verso i falchi, il dollaro USA si è generalmente rafforzato nelle ultime settimane, il che ha portato una certa volatilità sul mercato valutario e ha anche fatto precipitare la sterlina da un livello vicino a un massimo di 3 anni.

Sebbene i dati CFTC mostrino ancora che il mercato mantiene una posizione lunga netta sulla sterlina, il deprezzamento della valuta ha causato uno shock alle scommesse speculative.

Da allora, la sterlina è stata scambiata tra 1,38 e 1,40 dollari USA, poiché gli investitori sono a disagio per l’incertezza che circonda la diffusione del delta del Coronavirus britannico, che ha costretto il governo a posticipare la fase finale della riapertura dell’economia.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha dichiarato lunedì che il Regno Unito dovrebbe revocare la maggior parte delle restanti restrizioni COVID-19 il 19 luglio.

Alle 0744 GMT, la sterlina britannica è scesa dello 0,14% a 1,3859 dollari USA contro il dollaro USA, dopo aver toccato il punto più basso dal 21 giugno a 1,3856 dollari USA. Il tasso di cambio della valuta rispetto al dollaro USA scenderà del 2,4% questo mese.

La sterlina è rimasta piatta contro l’euro a 85,92 pence.

“La sterlina continua a mostrare una certa resilienza agli sviluppi interni”, hanno affermato gli strateghi di ING in un rapporto.

“A causa della rapida diffusione della variante Delta in tutto il paese, il numero di casi registrati di Covid-19 nel Regno Unito è il più alto da gennaio, ma il mercato potrebbe essere alleviato dalle diffuse vaccinazioni, ricoveri e decessi, a differenza dei precedenti ondata di virus. Cresce rapidamente in questo modo.”

ING ha affermato che ciò consente al governo britannico e al mercato di mantenere un’ampia fiducia nel fatto che non inasprirà nuovamente le misure di controllo del virus dopo la nuova epidemia e ha aggiunto che l’economia britannica può continuare sulla strada della ripresa, con forti scossoni.

Poiché la scorsa settimana la Banca d’Inghilterra ha mantenuto invariata la dimensione del suo piano di stimolo, anche la sterlina è stata in svantaggio. Anche le preoccupazioni per la disputa tra il Regno Unito e l’Unione Europea sul commercio nella provincia dell’Irlanda del Nord dopo la Brexit hanno mantenuto la calma degli investitori.

Il vicepresidente della Commissione europea Maros Sevkovic ha dichiarato lunedì di essere fiducioso di raggiungere un accordo all’interno dell’UE entro le prossime 48 ore per evitare il divieto di esportazione di prodotti a base di carne congelata dal Regno Unito all’Irlanda del Nord.

L’attuale periodo di grazia per l’esenzione dall’ispezione delle salsicce prodotte in Gran Bretagna e di altre carni congelate destinate all’Irlanda del Nord scadrà mercoledì.

Reportage di Ritvik Carvalho; montaggio di Philippa Fletcher

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *