La storia degli hard fork di Bitcoin

[ad_1]

Che cos’è un hard fork di Bitcoin?

All’inizio del 2009, un misterioso sviluppatore di software, che lavorava sotto pseudonimo Satoshi Nakamoto, Rilasciato un programma software per creare Bitcoin, che è stata la prima criptovaluta. Da allora, Bitcoin ha guadagnato un’enorme trazione a livello globale e ha ispirato centinaia di altre valute digitali.

Molti di loro Criptovaluta Usa la tecnologia inerente ai programmi e ai concetti originali di Satoshi Nakamoto. Altri adottano il modello Bitcoin e lo adattano o cercano di migliorarlo.

In alcuni casi, Bitcoin ha prodotto varianti basate sugli stessi concetti e procedure di base ma diverse dalla versione originale.In questi casi, Bitcoin Blockchain Ha attraversato un processo chiamato BiforcazioneAttraverso il fork, la blockchain stessa si divide in due entità differenti. Dalla nascita di Bitcoin, ci sono state dozzine di fork, ma solo pochi sono progetti realizzabili.

Punti chiave

  • L’hard fork di Bitcoin si riferisce a un cambiamento radicale del protocollo blockchain di Bitcoin, producendo di fatto due rami, uno che segue il protocollo precedente e l’altro che segue la nuova versione.
  • Durante l’hard fork, verrà aggiornato il software che implementa Bitcoin e il suo programma di mining; una volta che gli utenti aggiorneranno il proprio software, questa versione rifiuterà tutte le transazioni del vecchio software, creando di fatto un nuovo ramo della blockchain.
  • È attraverso questo processo di biforcazione che sono state create varie valute digitali con nomi simili a Bitcoin, tra cui Bitcoin Cash e Bitcoin Gold.
  • Bitcoin XT è uno dei primi hard fork di Bitcoin.
  • Bitcoin Cash rimane l’hard fork di maggior successo di una delle principali criptovalute; a giugno 2021, è l’undicesima valuta digitale più grande in termini di valore di mercato.

È attraverso questo processo di biforcazione che sono state create varie valute digitali con nomi simili a Bitcoin.Questi includono Bitcoin contanti E Bitcoin Gold ecc. Per gli investitori occasionali di criptovaluta, è difficile distinguere le differenze tra queste criptovalute e mappare vari fork sulla timeline. Di seguito, introdurremo molti dei fork più importanti della blockchain di Bitcoin negli ultimi anni.

Comprensione dell’hard fork di Bitcoin

Nel 2009, poco dopo il rilascio di Bitcoin, Satoshi Nakamoto ha scavato il primo blocco sulla blockchain di Bitcoin. Questo è stato chiamato Blocco Genesi, Perché rappresenta l’istituzione della criptovaluta come la conosciamo. All’inizio del processo, Satoshi è stato in grado di apportare molte modifiche alla rete Bitcoin; questo è diventato sempre più difficile e la base di utenti di Bitcoin è cresciuta notevolmente.

Il fatto che nessuno o un gruppo possa decidere quando e come aggiornare Bitcoin complica anche il processo di aggiornamento del sistema.Negli anni dopo il blocco della genesi, ce ne sono diversi Forchetta dura.

Oltre agli hard fork, anche le criptovalute, incluso Bitcoin, sperimenteranno soft fork. La differenza tra un hard fork e un soft fork è che un soft fork non genera nuova valuta. Un soft fork è una modifica al protocollo Bitcoin, ma il prodotto finale rimane lo stesso. Le forcelle morbide sono retrocompatibili.

Durante l’hard fork, verrà aggiornato il software che implementa Bitcoin e il suo programma di mining; una volta che gli utenti aggiorneranno il proprio software, questa versione rifiuterà tutte le transazioni del vecchio software, creando di fatto un nuovo ramo della blockchain. Tuttavia, quegli utenti che conservavano il vecchio software hanno continuato a elaborare le transazioni, il che significava che si verificava una serie di transazioni parallele su due catene diverse.

Cronologia dell’hard fork di Bitcoin

Bitcoin XT

Bitcoin XT è uno dei primi hard fork di Bitcoin. Il software è stato lanciato da Mike Hearn alla fine del 2014 per includere diverse nuove funzionalità da lui proposte. Sebbene la versione precedente di Bitcoin consentisse fino a 7 transazioni al secondo, l’obiettivo di Bitcoin XT era di 24 transazioni al secondo. Per ottenere ciò, consiglia di aumentare la dimensione del blocco da 1 megabyte a 8 megabyte.

Bitcoin XT ha avuto inizialmente successo, con più di 1.000 nodi che eseguivano il suo software alla fine dell’estate del 2015. Tuttavia, dopo solo pochi mesi, il progetto ha perso l’interesse degli utenti ed è stato sostanzialmente abbandonato dagli utenti. Bitcoin XT non è più disponibile e il suo sito Web originale è ora sciolto.

Bitcoin classico

Quando Bitcoin XT è caduto, alcuni membri della comunità volevano ancora aumentare le dimensioni del blocco. In risposta, un gruppo di sviluppatori ha lanciato Bitcoin Classic all’inizio del 2016. A differenza della proposta di XT di aumentare la dimensione del blocco a 8 MB, Classic intende aumentarla a soli 2 MB.

Come Bitcoin XT, anche Bitcoin Classic ha ricevuto l’attenzione iniziale, con circa 2.000 nodi nei mesi del 2016. Il progetto esiste ancora oggi e alcuni sviluppatori supportano fortemente Bitcoin Classic. Tuttavia, la più ampia comunità di criptovalute sembra generalmente rivolgersi ad altre opzioni.

Bitcoin illimitato

Bitcoin illimitato Dalla sua uscita all’inizio del 2016, è stato un mistero. Gli sviluppatori del progetto hanno rilasciato il codice, ma non hanno specificato di quale tipo di fork ha bisogno. Bitcoin Unlimited si differenzia consentendo ai minatori di determinare la dimensione del blocco.Nodi e minatori limitano la dimensione del blocco che accettano a un massimo di 16 megabyte.

Nonostante un certo interesse persistente, Bitcoin Infinite non è in gran parte riuscito a ottenere il riconoscimento.

testimone segregato

Lo sviluppatore di Bitcoin Core Pieter Wuille ha proposto testimone segregato (SegWit) alla fine del 2015. In breve, SegWit mira a ridurre le dimensioni di ogni transazione Bitcoin, consentendo così più transazioni contemporaneamente.Segregated Witness è tecnicamente a Forchetta morbidaTuttavia, può aiutare a facilitare un hard fork dopo la proposta iniziale.

Bitcoin contanti

In risposta a Segregated Witness, alcuni sviluppatori e utenti di Bitcoin hanno deciso di avviare un hard fork per evitare gli aggiornamenti del protocollo causati da esso. Bitcoin Cash è il risultato di questo hard fork. È stato separato dalla blockchain principale nell’agosto 2017, quando il portafoglio Bitcoin Cash ha rifiutato transazioni e blocchi di Bitcoin.

Bitcoin Cash rimane l’hard fork di maggior successo di una delle principali criptovalute.A giugno 2021, è l’undicesima valuta digitale più grande al mondo Valore di mercato, Grazie in parte al supporto di molte celebrità nella comunità delle criptovalute e a molti scambi popolari.

Bitcoin Cash consente blocchi da 8 megabyte e non utilizza il protocollo SegWit.

Bitcoin Oro

Bitcoin Gold è un hard fork poco dopo Bitcoin Cash nell’ottobre 2017. Unità di elaborazione grafica (GPU) perché ritengono che il mining sia diventato troppo specializzato in termini di attrezzature e hardware richiesti.

Sebbene inizialmente fosse possibile estrarre bitcoin utilizzando laptop personali e computer desktop, la crescente difficoltà di estrazione e l’avvento di hardware ASIC (Application-Specific Integrated Circuit) creato appositamente per l’estrazione di bitcoin ha reso quasi impossibile trarre profitto dall’estrazione di bitcoin utilizzando personal computer a casa La velocità di elaborazione. Alcuni rami Bitcoin, incluso Bitcoin Gold, cercano di rendere Bitcoin più accessibile modificando l’hardware necessario per stabilire una connessione di rete.

Una caratteristica unica dell’hard fork di Bitcoin Gold è il “pre-mining”, che è il processo mediante il quale il team di sviluppo estrae 100.000 monete dopo il fork. Molti di questi token vengono inseriti in uno speciale “fondo di dotazione”, ha affermato lo sviluppatore, questo fondo di dotazione verrà utilizzato per sviluppare e finanziare l’ecosistema Bitcoin Gold e alcuni dei token sono riservati anche al personale di sviluppo.

In generale, Bitcoin Gold segue molti principi di base di Bitcoin.Tuttavia, la differenza è Prova di lavoro (PoW), richiede minatori.

Testimone segregato 2x

Quando SegWit verrà implementato nell’agosto 2017, gli sviluppatori prevedono di implementare il secondo componente dell’aggiornamento del protocollo.Questa aggiunta si chiama Testimone segregato 2x, Verrà attivato un hard fork e la dimensione del blocco è specificata come 2 megabyte.

SegWit2x dovrebbe essere un hard fork a novembre 2017. Tuttavia, alcune aziende e individui nella comunità Bitcoin che originariamente supportavano il protocollo SegWit hanno deciso di ritirarsi dall’hard fork nel secondo componente. In una certa misura, la forte opposizione è il risultato di SegWit2x, inclusa la protezione replay opt-in (piuttosto che obbligatoria); questo avrà un impatto significativo sui tipi di transazioni accettate dal nuovo fork.

L’8 novembre 2017, il team dietro SegWit2x ha annunciato che il loro hard fork pianificato era stato cancellato a causa di disaccordi tra i precedenti sostenitori del progetto.

Domande frequenti su Bitcoin Hard Forks

Cos’è il fork di Bitcoin di uno sciocco?

Il modo più semplice per concettualizzare un fork in una blockchain di criptovaluta è immaginare che un fork introduca un nuovo set di regole Bitcoin.

Dopo il fork, la blockchain di Bitcoin è divisa in due potenziali percorsi futuri. Dopo l’introduzione delle nuove regole, gli utenti che estraggono blockchain specifici di Bitcoin possono scegliere di seguire un insieme di regole o un altro insieme di regole. Questa scelta è simile a un bivio.

Qual è stato il primo fork di Bitcoin?

I due più grandi hard fork di Bitcoin sono Bitcoin Cash e Bitcoin Gold, anche se ci sono altri fork più piccoli. Il primo fork di Bitcoin degno di nota è stato Bitcoin XT, lanciato da Mike Hearn nel 2014. Sebbene la versione precedente di Bitcoin consentisse fino a 7 transazioni al secondo, l’obiettivo di Bitcoin XT era di 24 transazioni al secondo. Per ottenere ciò, consiglia di aumentare la dimensione del blocco da 1 megabyte a 8 megabyte.

Quando si biforcherà Bitcoin?

I fork di solito servono ad aggiungere nuove funzionalità alla blockchain. Dal suo primo lancio nel 2009, Bitcoin ha subito molti fork diversi. Ogni fork ha creato una nuova versione della valuta Bitcoin. Bitcoin viene rilasciato come codice open source e sarà migliorato nel tempo. I fork di Bitcoin sono un risultato naturale della struttura del sistema blockchain, che opera senza un’autorità centrale.

Il primo importante fork di Bitcoin si è verificato alla fine del 2014.

La forcella dura è buona o cattiva?

Qualsiasi hard fork avrà un profondo impatto sulle criptovalute; per le criptovalute, questo è solitamente un periodo instabile. In alcuni casi, la comunità diverge sulla necessità e sull’impatto dei cambiamenti causati dal fork. Inoltre, il prezzo della criptovaluta di solito oscilla notevolmente prima e dopo l’hard fork.

Linea di fondo

In pochi anni, Bitcoin ha prodotto un gran numero di fork. Sebbene nessuno possa dirlo con certezza, è probabile che la criptovaluta continui a sperimentare soft fork e hard fork in futuro e continuerà a sviluppare la comunità delle criptovalute rendendola sempre più complessa.

Investire in criptovaluta e altri prodotti di monete iniziali (“ICO”) è altamente rischioso e speculativo. Questo articolo non è Investopedia o la raccomandazione dell’autore di investire in criptovaluta o altre ICO. Poiché la situazione di ogni persona è unica, dovresti sempre consultare un professionista qualificato prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria. Investopedia non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito all’accuratezza o alla tempestività delle informazioni qui contenute.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *