La vittoria sulla Brexit di Boris Johnson è stata una vittoria che non valeva la perdita

[ad_1]

Vincitore, bottino. Boris Johnson vince il referendum La Gran Bretagna è entrata nell’Unione Europea più di cinque anni fa e continua a conquistare la leadership del Partito Conservatore luglio 2019, Raggiunto un accordo con l’Unione Europea In ottobre E ha ottenuto una vittoria decisiva sotto il sistema postale britannico, che è il sistema postale “ultimo per ultimo”. Elezioni generali di dicembreHa ricostruito il suo paese. Ma lo ha migliorato o peggiorato? Ha aumentato le opportunità per gli inglesi o le ha ridotte? Rende la Gran Bretagna più influente e prospera, o è meno importante? La mia risposta a tutte queste domande è: “quest’ultima”. Ma ammetto che questa storia è ancora troppo presto.

Una cosa che è emersa rapidamente (sorpreso per nessuna persona a conoscenza della questione) è stata che i Brexitisti hanno frainteso l’Unione europea.Anand Menon del Regno Unito nel progetto di trasformazione europea del King’s College Appunti Dominique Raab (attuale Segretario di Stato per gli Affari Esteri) in aprile 2016 “Possiamo controllare adeguatamente i nostri confini, ma non abbiamo bisogno di essere vincolati da tutti questi soffocanti regolamenti… Non è certo nell’interesse degli europei stabilire barriere commerciali”. Ci sono davvero molti ostacoli: rimarranno.

La ragione di questo risultato prevedibile è che gli Stati membri considerano il mantenimento dell’ordinamento giuridico dell’UE, compreso il mercato unico, un interesse prioritario.Questo chiaramente da “UE-Regno Unito 2030”, Documenti della stessa unità. Prendiamo ad esempio la Danimarca: il Regno Unito è sia un suo buon amico che il suo quarto partner commerciale. Ma il volume di affari tra la Danimarca e gli altri paesi dell’UE è più di sei volte quello del Regno Unito. L’interesse personale dell’economia significa proteggere il mercato dell’UE, non accogliere il Regno Unito. Lo stesso vale per gli altri membri. Per tutti loro, l’Unione europea è sempre al primo posto.

Come ha anche sottolineato sarcasticamente Menon: “E’ strano che un gruppo di puristi ideologici voglia che i propri interlocutori siano ideologicamente flessibili e pragmatici.” È chiaro che la Brexit ha rafforzato l’UE, non l’ha indebolita. Menon ha sottolineato che “Anche Marina Le Pen ha capito rapidamente che la Brexit non ha fatto nulla per aumentare il sostegno pubblico alla Brexit”. Pertanto, come dovrebbero aspettarsi i politici britannici, gli Stati membri dell’UE stanno difendendo la lotta per i propri interessi.

Il grafico mostra la dipendenza squilibrata del Regno Unito e dell'UE dai rispettivi mercati

Johnson’sLa dottrina della torta“È uno stupido bluff, poiché l’opinione del suo capo negoziatore David Frost è che l’UE dovrebbe “sbarazzarsi di ogni residuo di malizia contro di noi per andarsene, ma stabilire relazioni amichevoli tra l’uguaglianza sovrana”. questo obiettivo senza mentire sull’impatto della sua transazione. Commercio tra l’Irlanda del Nord e il resto del Regno Unito Anche il coraggio di provare NegaloL’UE ritiene giustamente che non sia serio e inaffidabile.

Per quanto riguarda l'”uguaglianza sovrana”, il Regno Unito e l’Unione Europea possono avere uguale sovranità nella forma. Ma sono tutt’altro che uguali. L’economia del Regno Unito è un quinto di quella dell’UE e la sua dipendenza dal commercio con l’UE è molto più alta dell’opposto. Queste sono le realtà del potere relativo. I realisti, come il primo ministro vittoriano Palmerston, lo capirebbero. Perché non può essere glassato?

Il grafico mostra che l'economia del Regno Unito ha vissuto cinque anni difficili dal referendum sull'UE

È inevitabile che questa relazione rimanga tossica per un futuro indefinito, soprattutto dato l’apparente desiderio di attrito con l’UE da parte del governo britannico. È anche inevitabile che il Regno Unito perda più dell’UE.

Qual è il vantaggio economico? La Brexit non è certamente l’unico shock che ha colpito l’economia negli ultimi cinque anni. L’altro è il Covid-19. Ma vale la pena notare che tra il secondo trimestre del 2016 e il primo trimestre del 2021, l’economia del Regno Unito si è ridotta del 4,3%. La performance dell’Italia è simile. Ma durante questo periodo, l’economia dell’Eurozona è cresciuta dell’1,3%.Brexit ha anche causato Enorme shock iniziale per il volume degli scambiDa allora c’è stata una ripresa, ma Il commercio nel Regno Unito alla fine diminuirà Altrimenti sarà così. Questo impatto si accumulerà nel tempo e si manifesterà come una performance economica peggiore rispetto ad altre situazioni.

Ciò solleva la domanda: cosa significa “riprendere il controllo”?

Il grafico mostra che la Brexit nel gennaio 2021 ha avuto un grave impatto sul commercio del Regno Unito, ma si è ripresa

Non c’è dubbio che la Brexit abbia revocato le restrizioni al governo. Il Primo Ministro britannico con la maggioranza può sempre fare la maggior parte di ciò che vuole, purché mantenga il sostegno del Parlamento. Ora il governo non deve preoccuparsi delle regole dell’UE. Di conseguenza, il governo (il 44% degli elettori ha votato a favore) può agire più liberamente di prima. Questa forma di controllo collettivo può essere significativa per molte persone. Tuttavia, la Brexit non aumenta il controllo sulle opzioni in molte aree che richiedono la cooperazione internazionale. La Gran Bretagna deve ancora persuadere altri paesi. Ma ora manca una piattaforma all’interno dell’UE per farlo.

E gli inglesi? Hanno ripreso il controllo della loro vita? Per lo meno, le aziende che commerciano con l’UE e le persone che vogliono lavorare e studiare lì hanno perso molto controllo invece di riprenderselo.

Il grafico mostra che il numero di immigrati dall'UE è diminuito, ma il numero di persone provenienti da altri luoghi è aumentato

Non sappiamo cosa penseranno le generazioni future. Ma per me oggi, la promessa della Brexit sembra in larga misura un raggio di luce. Non aumenta il controllo, ma lo riduce dove conta di più per gli individui e anche per il pubblico in generale. Abili istigatori trasformano l’insoddisfazione pubblica in ostilità verso l’UE, che quasi nessuno odia tranne l’immigrazione.Le statistiche del Regno Unito al riguardo sono pessime: il numero di cittadini dell’UE che chiedono lo “status di insediamento” si è rivelato essere Raggiungi 5,3 milioni entro marzo 2021, Ha superato di gran lunga le aspettative. Tuttavia, ciò che colpisce è che con il calo del numero di immigrati dall’Unione europea, l’afflusso di immigrati da altre parti del mondo è ora in aumento.

A lungo termine, la Brexit potrebbe danneggiare il Regno Unito, o addirittura dividerlo, e allo stesso tempo rafforzare l’unità dell’Unione europea. In tal caso, sarà sicuramente giudicata come una vittoria che non vale la perdita.

martin.wolf@ft.com

Segui Martin Wolf Il mio FT e in Twitter

Informazioni sulla Brexit

Presta attenzione ai principali problemi causati dalla Brexit. Ricevi la newsletter Brexit nella tua casella di posta ogni giovedì. Registrati qui.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *