L’acquisizione da parte della Cina della fabbrica britannica di silicio sarà sottoposta a revisione della sicurezza

[ad_1]

Boris Johnson ha dichiarato mercoledì che il governo britannico utilizzerà la sicurezza nazionale come scusa per indagare sull’acquisizione da parte di una società cinese del più grande produttore di wafer di silicio del Regno Unito.

Il governo ha lavorato duramente per risolvere la proprietà della Cina di parti chiave dell’infrastruttura del Regno Unito, in particolare attraverso Rifiuta Huawei Gioca un ruolo nella sua rete cellulare 5G. La legislazione è stata introdotta lo scorso anno per rafforzare il potere di bloccare le acquisizioni in base a questioni di sicurezza.

Newport Wafer Fab produce wafer di silicio nella sua fabbrica del Galles del Sud con 450 dipendenti, recentemente acquisita da Nexperia, un’azienda olandese di proprietà cinese che gestisce già una fabbrica simile a Manchester.

L’azienda è Cluster aziendale della catena di fornitura dei semiconduttori Nell’area del Galles del Sud che il governo di Cardiff spera di espandere. Drew Nelson, il presidente uscente di Newport Wafer Fab, ha affermato che questa acquisizione garantirà il futuro della fabbrica.

Parlando a Commissione elettorale parlamentare Johnson ha dichiarato mercoledì che il governo gallese aveva riferito di preoccupazioni sull’acquisizione a Westminster. Il consigliere per la sicurezza nazionale Sir Stephen Lovegrove indagherà sull’acquisizione.

“Dobbiamo giudicare se le cose che producono hanno un reale valore di proprietà intellettuale e benefici per la Cina, e se c’è un reale impatto sulla sicurezza”, ha detto, aggiungendo: “Ho chiesto al consigliere per la sicurezza nazionale di condurre una revisione”.

Ma il governo gallese ha dichiarato di non aver chiesto formalmente a Johnson di intervenire: “Il governo gallese non ha ancora presentato una richiesta al governo britannico per rivedere l’acquisizione della fabbrica di Newport”.

I ministri hanno precedentemente affermato che il governo non interferirà con le transazioni presso la fabbrica di Newport.

Il presidente della commissione speciale per gli affari esteri, Tom Tugendhat, ha scritto a maggio al segretario al commercio Kwasi Kwarteng, chiedendo se l’acquisizione potesse essere indagata per questioni di sicurezza nazionale.

Tugendhat ha definito la società “uno dei pochi impianti di produzione di semiconduttori rimasti nel Regno Unito” e ha definito la società un “obiettivo per l’acquisizione forzata”.

“In considerazione dell’importanza strategica dei semiconduttori e dell’importanza del settore tecnologico del Regno Unito nel supportare la nostra base industriale e le capacità di ricerca e sviluppo per l’autosufficienza, vi preghiamo di dirci perché il governo ritiene che questa transazione non costituisca un problema di sicurezza nazionale”, ha scritto . .

Kwarteng ha risposto che il governo è stato in stretto contatto con Newport Wafer Fab, ma ha rifiutato di intervenire in conformità con le norme di sicurezza nazionale.

“Il governo è stato in stretto contatto con il fab di Newport, ma ritiene che non sia adatto all’intervento. Continueremo a monitorare da vicino la situazione e, se la situazione cambia, useremo il nostro potere senza esitazione”, ha scritto.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *