L’aumento del prezzo dei chicchi di caffè verrà filtrato per la tua bevanda mattutina

[ad_1]

L’aumento dei prezzi del caffè verde potrebbe presto iniziare a filtrare nei costi che i consumatori pagano per la riparazione quotidiana della caffeina, e questo è l’ultimo segno di come il mercato delle materie prime stia influenzando l’economia globale in generale.

Il prezzo dei chicchi di caffè sul mercato internazionale è aumentato vertiginosamente perché i raccolti del Brasile, il maggior produttore, ne hanno risentito. La peggiore siccità Nel secolo scorso, per la prima volta in quattro anni, il mercato del caffè ha registrato una carenza di offerta. Protesta anti-governativa colombiana Le esportazioni sono state fermate all’inizio di quest’anno, il che ha ulteriormente spinto il mercato.

All’inizio di giugno, il prezzo di riferimento dei futures Arabica dei chicchi di caffè di fascia alta a New York ha raggiunto un massimo di quattro anni e mezzo di quasi 1,70 dollari per libbra, un aumento di quasi il 70% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Da allora, i prezzi sono scesi a circa 1,50 dollari USA per libbra, un aumento ancora significativo rispetto al 2020.

La devastante siccità “ha proprio ragione [coffee] Il raccolto di quest’anno”, ha affermato Ole Hansen, Head of Commodity Strategy presso Saxo Bank.

Altre materie prime come il minerale di ferro, il mais e il petrolio sono aumentate notevolmente quest’anno e gli economisti affermano che questa tendenza sta permeando l’intera economia poiché i produttori aumentano i prezzi che applicano ai consumatori.

I torrefattori e gli acquirenti di caffè spesso firmano contratti a termine con i loro fornitori, che li proteggono dalle fluttuazioni dei prezzi per circa tre-nove mesi. A causa del blocco, l’indebolimento della domanda di caffè nei bar e nei ristoranti significa anche che potrebbero avere ancora delle scorte a portata di mano.

Tuttavia, gli analisti hanno affermato che quando questi accordi sui prezzi saranno finiti e l’economia si sarà aperta, molti torrefattori sperano di firmare nuovi accordi di acquisto con prezzi del caffè in forte aumento, che potrebbero poi essere trasferiti ai clienti nei supermercati o nelle caffetterie.

“Stiamo ancora spedendo il caffè in base al contratto precedente. Stephen Hurst, fondatore di Mercanta, che commercializza chicchi di caffè speciali per torrefattori di fascia alta, ha affermato che il prossimo lotto di consegne inizierà a diventare più costoso. “Da ora fino alla fine dell’anno, i prezzi all’ingrosso e al dettaglio cominceranno a reagire”, ha aggiunto.

L’analista di Jefferies Martin Deboo ha affermato che i prezzi al dettaglio del caffè in Europa sono rimasti stabili nella prima metà di quest’anno, indicando che i torrefattori sono ancora coperti da contratti a termine sui prezzi firmati con i loro fornitori.

Ma ha detto che i prezzi potrebbero iniziare a salire nei prossimi mesi: “Quando entreremo in estate, le trapunte delle persone inizieranno a esaurirsi”.

Ci sono alcuni segnali che i prezzi più alti stanno cominciando a influenzare i consumatori. rivenditore tedesco Tchibo, Annunciare Aumenterà il prezzo di 50 centesimi a 1 euro per libbra da questo mese, e JM Smucker, l’azienda alimentare americana dietro i marchi di caffè Folgers e Dunkin’, Dire Prevede di aumentare i prezzi in varie categorie, compreso il caffè.

L'istogramma del divario tra domanda e offerta di Arabica e Robusta (60 kg per milione di sacchi) mostra che la produzione mondiale di caffè di quest'anno dovrebbe scarseggiare

Per le caffetterie, oltre all’aumento dei salari e di altri costi, il prezzo del caffè continuerà a salire.Tuttavia, il costo del caffè rappresenta una piccola parte Per cappuccini o caffelatte venduti nei bar, l’affitto e la manodopera di solito rappresentano più della metà del costo.

Alcuni torrefattori e rivenditori di caffè potrebbero aspettare di vedere come si svilupperà la ripresa economica e come riprenderà la domanda dei consumatori prima di agire. Sebbene la domanda di caffè fatto in casa sia aumentata durante il blocco, ha causato un forte calo delle vendite di ristoranti e caffè, specialmente quelli che si affidano a impiegati.

La divisione caffè premium di Nestlé, Nespresso, ha affermato che negli Stati Uniti si sta adottando un atteggiamento di attesa per vedere quanto tempo possono durare i prezzi elevati nel mercato dei chicchi di caffè.

Dal lato dell’offerta, anche se il raccolto attuale del Brasile dovrebbe essere scarso, il raccolto record del paese la scorsa stagione significa che ci sono ancora scorte nei magazzini di coltivatori ed esportatori, ha detto l’analista di Rabobank Carlos Mela, aggiungendo che: “C’è un sacco di caffè in Brasile”.

Tuttavia, l’enorme collo di bottiglia logistico causato dai problemi di trasporto ha indotto i coltivatori e gli esportatori a insistere sull’inventario. Secondo i commercianti di caffè, la carenza di container e navi ha portato a un arretrato di merci e altre merci in tutto il mondo, ad esempio, i tempi di consegna, che di solito durano dalle quattro alle sei settimane, sono raddoppiati.

“Mi fa venire il mal di testa”, ha detto Mela. Ha aggiunto che c’è una grande quantità di caffè in attesa di essere spedita dai paesi produttori e le proteste all’inizio di quest’anno hanno interrotto la circolazione del caffè in questi paesi.

Ad esempio, in Colombia, la produzione non dovrebbe essere interrotta dal Covid-19, ma a causa di problemi logistici nazionali e internazionali, i flussi di esportazione “ci vorranno almeno due mesi per tornare alla normalità”, ha affermato Roberto Velez, amministratore delegato di ufficiale dell’Associazione Colombiana dei Coltivatori di Caffè.

Dopo la crisi del coronavirus, l’incertezza permane anche nelle abitudini di acquisto dei consumatori. Il broker di materie prime Marex prevede che il consumo di caffè riprenderà dopo la pandemia quest’anno, “ma non tornerà alla traiettoria pre-pandemia”. “La domanda è un grande punto interrogativo. Non è così forte come alcuni pensano. È davvero complicato”, ha detto Hurst di Mercanta.

L'istogramma delle posizioni nette in valuta gestita ('000 contratti in essere) mostra che gli hedge fund stanno correndo per entrare in futures Arabica

Allo stesso tempo, i trader stanno anche prestando molta attenzione alle azioni degli hedge fund, che hanno invaso il mercato dei futures Arabica, esacerbando gli aumenti dei prezzi. Sebbene le loro posizioni siano diminuite da allora, i dati della Commodity Futures Trading Commission hanno mostrato che gli speculatori finanziari hanno accumulato un’ampia posizione lunga netta all’inizio di giugno – scommettendo che i prezzi aumenteranno – equivalente alla produzione annuale della Colombia.

Maximillian Copestake di Marex ha dichiarato: “Alcuni dei drammi che vediamo nelle variazioni dei prezzi devono essere attribuiti agli enormi afflussi di capitali che abbiamo visto da partecipanti non fisici”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *