L’Australia afferma che la pandemia colpirà i bilanci del governo e la popolazione nei prossimi 40 anni Reuters

[ad_1]

© Reuters. Il 26 giugno 2021, un uomo che indossava una maschera protettiva ha attraversato il centro della città il primo giorno di un blocco di due settimane per frenare la diffusione della malattia da coronavirus (COVID-19) a Sydney, in Australia. REUTERS/Loren Elliott/Documenti

Sydney (Reuters)-Secondo le previsioni ufficiali diffuse lunedì, la chiusura e il blocco del confine australiano causato dal coronavirus avranno un impatto duraturo sulle casse del governo e sulla crescita della popolazione.

Il rapporto interdecadale 2021 del governo australiano prevede che il bilancio rimarrà in deficit per almeno i prossimi 40 anni, il che è in contrasto con la retorica di lunga data “debito e disastro” della coalizione nazionale-partito liberale al potere.

Il rapporto affermava: “La crisi economica associata alla pandemia di COVID-19 ha posto richieste significative alle finanze pubbliche in Australia e in tutto il mondo”.

“Sebbene la ripresa economica dell’Australia più forte del previsto si sia già riflessa nella sua posizione fiscale, si prevede che l’impatto della pandemia sul bilancio continuerà a lungo termine”.

L’anno scorso, dopo la pandemia, il primo ministro Scott Morrison ha rinunciato all’ossessione del governo per gli avanzi di bilancio e ha annunciato un piano di stimolo fiscale su larga scala che ha portato a un disavanzo record per l’anno fiscale 2020/21.

L’economia australiana è rimbalzata fortemente dalla sua prima recessione in tre anni nella seconda metà dello scorso anno, grazie alla chiusura del coronavirus e alle misure di stimolo monetario e fiscale su larga scala che hanno portato a una riapertura prima del previsto.

Il rapporto afferma: “La ripresa economica è in corso, ma alcuni degli effetti della pandemia continueranno”.

L’Australia ora prevede che la sua popolazione totale raggiungerà i 38,8 milioni entro il 2061, un dato inferiore rispetto alle ultime previsioni del 2015, quando si prevedeva di raggiungere i 40 milioni entro il 2056. La sua popolazione è attualmente di 26 milioni.

“Questa è la prima volta che le previsioni sulla popolazione a lungo termine sono state declassate nel rapporto generazionale”, ha detto in un discorso il segretario al Tesoro Josh Frydenberg.

“Ciò significa che la dimensione dell’economia diventerà più piccola e la popolazione australiana sarà più anziana di prima. Ciò avrà un impatto duraturo sui nostri risultati economici e finanziari”.

Rispondendo alle domande dopo il discorso, Friedenberg ha ribadito che l’Australia aprirà i suoi confini internazionali solo quando sarà al sicuro, il che dimostra che non ha fretta di attirare turisti e immigrati dall’estero.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *