Lavorare da casa fa aumentare i prezzi delle case al di fuori delle città del Regno Unito

[ad_1]

Aggiornamento dei prezzi delle case nel Regno Unito

Aumento dei compiti durante la pandemia spinto verso l’alto Prezzo della casa La ricerca di Halifax Bank mostra che poiché gli acquirenti cercano più spazio, la maggior parte delle grandi città del Regno Unito è circondata da più aree rispetto al centro città.

Secondo l’analisi delle transazioni ipotecari incluse nell’Halifax House Price Index pubblicata sabato, i prezzi medi delle case sono aumentati del 10,8% da marzo 2020 a giugno 2021 nelle aree circostanti delle principali città diverse da Londra.

Al contrario, i prezzi delle abitazioni urbane sono aumentati dell’8,9%.

Secondo Andrew Asaam, il supervisore dei mutui di Halifax, durante la pandemia, “la domanda degli acquirenti di più spazio, il desiderio di spostarsi dal centro città a più periferie e ora e ora di più La tendenza a lavorare di più da casa ha plasmato il Regno Unito”. mercato immobiliare.” Nel futuro”.

Ha aggiunto: “Parlando con i nostri clienti ipotecari è chiaro che molte persone danno la priorità allo spazio rispetto alla posizione perché sono rimaste a casa di più nell’ultimo anno e mezzo”.

Ad esempio, a Plymouth, sulla costa sud-occidentale dell’Inghilterra, i prezzi delle case in città sono aumentati del 5,8% nello stesso periodo, mentre i prezzi nelle aree circostanti sono aumentati del 16,1%.

A Leicester, nella regione dell’East Midlands, in Inghilterra, i prezzi degli immobili residenziali sono aumentati del 6,5%, ma nelle aree circostanti i prezzi delle case sono triplicati, con più aree rurali a Rutland e Melton in aumento del 22,5%.

Dati separati di Hampton Realtors rilasciati venerdì hanno mostrato che da gennaio 2021 a giugno 2021, i londinesi hanno acquistato 61.380 case fuori dalla capitale, il numero più alto in qualsiasi sei mesi dal 2006.

Il direttore della ricerca di Hampton, Aneisha Beveridge, ha dichiarato: “La migrazione in uscita dalle città causata dalla pandemia non mostra segni di rallentamento”. ambiente.”

I risultati del sondaggio sono coerenti con il funzionario dati Ciò dimostra che il tasso di crescita annuale dei prezzi delle case a giugno è stato circa il doppio di quello degli appartamenti o delle ville bifamiliari.

I dati mostrano anche che, oltre ai bassi tassi di interesse, all’aumento dei risparmi delle famiglie e alle vacanze dell’imposta di bollo, poiché molte persone rivalutano la loro domanda di spazio, l’aumento della domanda di abitazioni è stato un fattore chiave nell’aumento dei prezzi durante la pandemia.

Dal 1° luglio, la soglia per gli acquirenti britannici di evitare l’imposta di bollo è stata ridotta da £ 500.000 a £ 250.000, con conseguente ridurre Le transazioni residenziali e la crescita dei prezzi delle abitazioni si sono raffreddate il mese scorso.

Tuttavia, molti analisti prevedono che anche dopo ottobre il mercato immobiliare del Regno Unito rimarrà resiliente, quando la soglia fiscale tornerà al livello di luglio 2020, dopodiché il governo adotterà misure per stimolare il mercato immobiliare dopo il primo lockdown del coronavirus. .

Ashley Thomas, capo di Magni Finance, un broker di mutui con sede a Londra, ha affermato che la vacanza dell’imposta di bollo non avrebbe avuto molto effetto sulle persone che acquistano proprietà costose. “Un grande giardino, in campagna o vicino alla spiaggia, è diventato l’impostazione predefinita per molti acquirenti ad alto reddito”.

Andrew Wishart, economista immobiliare presso la società di consulenza Capital Economics, ha affermato che lo stock immobiliare molto limitato ha portato a “continua concorrenza tra gli acquirenti. Ciò è coerente con la nostra opinione che i prezzi delle case del prossimo anno La crescita si raffredderà piuttosto che crollare”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *