Le azioni dell’indice NASDAQ 100 non raggiungono nuovi massimi – shareandstocks.com

[ad_1]

La forza di azioni come Facebook e Microsoft ha spinto l’indice Nasdaq 100 a nuovi massimi, ma non tutti nell’indice stanno collaborando. Prima che ti entusiasmi troppo per i titoli dell'”Indice di storia della tecnologia”, tieni presente che i componenti chiave noti non possono essere aggiunti a tutto il divertimento.

Poiché sempre più nuovi fondi confluiscono in fondi negoziati in borsa tecnologici come $ XLK e $ QQQ, potresti aspettarti che anche i seguenti marchi noti stabiliscano nuovi massimi. Questa aspettativa non è stata soddisfatta. Almeno, Apple, Comcast, PayPal, Starbucks e Tesla attualmente non lo fanno.

Diamo uno sguardo all’andamento dei prezzi.

Mela.

Sebbene l’indice Nasdaq 100 abbia fatto notizia questa settimana dopo aver raggiunto un massimo più alto, Apple non può tornare lì. La compagnia di Tim Cook ha raggiunto il picco nel gennaio di quest’anno e sembra che non possa salire al vecchio livello. Nota come l’indice di forza relativa (RSI, sopra il grafico dei prezzi) e l’indicatore di convergenza/divergenza della media mobile (MACD, sotto) si muovono in una direzione negativa rispetto al prezzo.

Comcast.

Il titolo ha raggiunto il suo prezzo più alto a marzo e, finora, il titolo non è riuscito a salire di nuovo a quel livello.Questa grande azienda tecnologica continua a salire molto più in alto del verde IchimokuTuttavia, come Apple, l’indicatore di forza relativa e l’indicatore di convergenza/divergenza della media mobile indicano una chiara perdita di slancio. Comcast non è tra i leader dell’indice Nasdaq 100, entrando nella fase dei “massimi più alti”.

Paypal.

Il picco di 310 nel febbraio 2021 è ancora il punto più alto della storia. Paypal è in una tendenza al rialzo a lungo termine, ma il massimo di questa settimana di 293 lo rende incluso nell’elenco dei grandi titoli tecnologici e non ha tenuto completamente il passo con l’indice tecnologico più ampio. Puoi vedere il calo della forza relativa (RSI) sopra il grafico dei prezzi e notare un costante calo del volume degli scambi da novembre dello scorso anno ad oggi.

Starbucks.

Il prezzo di questa settimana è inferiore al picco di aprile/maggio, un altro fallimento nel tenere il passo con l’intero indice Nasdaq 100. L’indicatore di forza relativa sopra il grafico dei prezzi indica un indebolimento del momentum. L’indicatore di convergenza/divergenza della media mobile sotto il grafico dei prezzi è in modalità di divergenza negativa. Per le catene di caffè dopo la pandemia, potresti aspettarti di aumentare ulteriormente, ma non è così.

Tesla.

Nonostante la buona performance di questa settimana, i produttori di auto elettriche sono ancora molto indietro rispetto ai grandi indici tecnologici. Tesla ha una lunga strada da percorrere per raggiungere gli altri grandi marchi che compongono l’indice Nasdaq 100. È strano che il CEO Elon Musk abbia parlato attivamente di criptovalute su Twitter negli ultimi 18 mesi.

Indice Nasdaq 100.

Quindi puoi confrontare l’indice totale con i componenti chiave sopra menzionati che non hanno tenuto il passo.

Non un consiglio di investimento.

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *