Le città intelligenti sono il futuro, ma possono minacciare la privacy Autore: Cointelegraph

[ad_1]

Le città intelligenti sono il futuro, ma possono minacciare la privacy

Potresti aver sentito il termine “città intelligente” prima, un’idea futuristica e utopica, e potremmo vedere la sua implementazione nel prossimo futuro. In effetti, alcune metropoli – come Singapore, Seoul, Amsterdam, Oslo e Tokyo – sono già sulla strada della “smartness”.

Quindi, cosa rende smart una città? Questa etichetta è ancora molto astratta e può contenere significati diversi, ma se segui la strada noiosa, in realtà Google (Nasdaq:), incontrerai questa definizione unificata: un’area urbana interconnessa, utilizzando vari sensori e altri metodi per raccogliere dati e utilizzare esso per migliorare le sue operazioni.

Sergey Lonshakov È il fondatore e leader visionario di Airalab e l’architetto di Robonomics Network, una piattaforma IoT futuristica, sicura e serverless basata su Polkadot.

Continua a leggere Coin Telegram

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *