Le entrate di Oatly sono aumentate del 53% a causa dell’aumento della domanda di alternative al latte

[ad_1]

Aggiornamento farina d’avena

Oatly, produttore svedese di latte d’avena galleggiante A New York a maggio, ha registrato un aumento del 53% delle entrate per il secondo trimestre in quanto ha beneficiato della mania per i prodotti lattiero-caseari alternativi e ha previsto che le vendite per l’intero anno supereranno le aspettative.

Azienda di latte vegetale Dire Lunedì, la società prevede che le entrate per l’intero anno 2021 supereranno i 690 milioni di dollari. Secondo i dati di Refinitiv, questo aumenterà del 64% rispetto all’anno precedente, un valore superiore alla previsione degli analisti di 681 milioni di dollari.

I ricavi per i tre mesi chiusi a giugno sono aumentati a 146,2 milioni di dollari USA, grazie a un aumento della produzione del 43% a 106 milioni di litri.

Toni Petersson, CEO di Oatly, ha descritto il 2021 come “l’anno più trasformativo” e ha annunciato investimenti per aumentare la capacità produttiva del suo stabilimento nello Utah nella seconda metà dell’anno.

La società ha raccolto 1,4 miliardi di dollari USA nell’IPO Nasdaq, valutata 10 miliardi di dollari USA. Peterson ha confermato che il secondo stabilimento della società in Asia dovrebbe aprire entro la fine dell’anno, aggiungendo: “La nostra nuova capacità produttiva e la capacità produttiva esistente ci danno pieno fiducia nella nostra capacità di ottenere una crescita dei ricavi più rapida nella seconda metà di quest’anno”.

Tuttavia, l’aumento dei costi logistici in Europa e nelle Americhe, nonché l’aumento del trasporto di container verso l’Asia, hanno influito sul margine di profitto lordo trimestrale, portandolo dal 32% al 26%.

Oatly ha affermato che anche i cambiamenti nella sua regione, canale e mix di clienti, nonché effetti negativi sui cambi, hanno influenzato i margini di profitto.

Il prezzo delle azioni era di $ 17,13 nel trading pre-mercato.

Le azioni depositarie americane della società di latte vegetale sono state colpite a giugno dal rapporto dell’hedge fund Spruce Point che metteva in dubbio le sue qualifiche ambientali e la contabilità finanziaria.La scorsa settimana, è sceso da un massimo di $ 29 a un prezzo IPO di $ 17 per azione.

Oatly ha dichiarato che “rifiuta tutte queste false affermazioni da venditori allo scoperto e supporta tutte le attività e i rapporti finanziari”.

All’inizio di questo mese, l’azienda ha dovuto affrontare un’altra battuta d’arresto. perso Il suo caso di violazione del marchio di bevande PureOaty contro le aziende agricole a conduzione familiare britanniche.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *