Le migliori azioni e società di investimento ESG degli investitori sono piene di sorprese

[ad_1]

Anche se non c’è dubbio che gli investitori abbiano accettato ESG (Ambiente, Sociale e Governance) In termini di investimento, la loro conoscenza delle società e delle società di gestione del risparmio che offrono opportunità di investimento mostra che gli investitori possono utilizzare più ricerca e migliori strumenti di screening ESG.

Secondo Investopedia e un recente sondaggio AmbientalistiLa maggior parte degli investitori ammette di lavorare sodo quando si tratta di società di ricerca e del loro impatto ESG. Per gli investitori, il segnale più comune che un investimento soddisfa i suoi standard ESG è che la società è generalmente considerata “migliore” rispetto ai suoi colleghi del settore nei programmi ESG. La maggior parte non utilizza strumenti di screening dei titoli ESG o scorecard ESG di servizi finanziari o fornitori di ricerche sui titoli.

Secondo i risultati del sondaggio, il modo principale in cui gli investitori ESG applicano gli standard ESG alle loro decisioni di investimento è investire in singole società ed escludere i settori dai loro portafogli di investimento. Il 45% ha dichiarato di aver investito in una società o in un fondo, mentre il 29% ha dichiarato di aver fatto Sbucciare O venduti per motivi legati all’ESG.

Il vincitore ESG è… Tesla

Nell’elenco delle principali società statunitensi note per iniziative o coerenza ESG, Tesla è diventata il leader dell’azienda e quasi un terzo degli intervistati ritiene che Tesla sia strettamente correlata ai valori ESG. Più di un terzo degli intervistati ha affermato che nessuna azienda sembra essere strettamente correlata agli standard ESG.

Sebbene il produttore di auto elettriche Tesla possa essere coinvolto in alcuni aspetti ambientali dell’ESG, la sua valutazione complessiva sui filtri ESG come Sustainalytics e MSCI è nella media. In effetti, Sustainalytics, società di ricerca e dati ESG e di investimento di impatto, ha valutato Tesla come “ad alto rischio” in base a più standard ESG. MSCI elenca Tesla come leader del settore nella “tecnologia pulita” e nel “comportamento aziendale”, ma mostra anche che Tesla è in ritardo rispetto ai suoi colleghi del settore nella “gestione del lavoro”.

Allo stesso tempo, Apple è la seconda scelta più popolare tra le società legate ai fattori ESG, rappresentando il 30% degli intervistati, e leggermente migliore nelle valutazioni ESG di Sustainalytics e MSCI. Sustainalytics ha affermato che i rischi ESG del produttore di iPhone sono bassi e che il suo team di leadership gestisce efficacemente i rischi ESG. D’altra parte, MSCI ha dato una valutazione media alle preoccupazioni ESG di Apple e ha dichiarato di essere in ritardo su questioni relative al comportamento aziendale, agli standard della catena di approvvigionamento e ai rifiuti elettronici.

“Improvvisazione”

La ricerca di Investopedia e Treehugger mostra che con l’aumento della domanda di investimenti ESG, gli investitori vogliono modi migliori per vagliare i problemi ESG. Meno della metà o il 37% degli investitori ESG afferma che i fondi ESG e gli screening azionari li aiutano a valutare se gli investimenti soddisfano i loro standard ESG. Un tema ricorrente nelle domande aperte del sondaggio è stato quello di rispondere all’insoddisfazione dei lettori con gli strumenti disponibili per ottenere indicatori ESG accurati o comprendere la coerenza dell’investimento con i suoi valori.

In che modo gli investitori ESG trovano le informazioni e incorporano gli standard ESG

Quando si parla delle fonti di informazioni relative ai fattori ESG, la maggior parte degli investitori ESG intervistati ha indicato di rivolgersi a siti Web finanziari e commerciali. I gruppi di controllo non sono così popolari e solo circa un terzo o il 32% degli investitori ha affermato che chiederebbe loro informazioni sugli investimenti ESG.

Vanguard è in anticipo sul riconoscimento dell’ETF

In termini di consapevolezza dell’ETF tra i lettori di Investopedia e Treehugger, Vanguard è in testa, con oltre la metà o il 55% degli intervistati che sa che il marchio è un fornitore di ETF e il 28% degli intervistati che conosce i suoi prodotti ESG. Fidelity si è classificata al secondo posto, iShares al terzo posto con il 38% di consapevolezza complessiva dell’ETF e il 18% di consapevolezza ESG. Gli intervistati potrebbero già essere clienti di aziende legate agli investimenti ESG, ma l’associazione del marchio di Vanguard con il tema dell’investimento è ancora molto forte. Per la maggior parte delle altre società di investimento nel sondaggio, la consapevolezza dei prodotti ESG è scesa a circa un terzo di coloro che conoscevano il marchio.

Sebbene Vanguard sia il leader del settore nella fornitura di fondi di investimento ESG, il suo principale fondo ESG, i fondi Vanguard FTSE Social Index, rappresentano solo una piccola parte dei 7,2 trilioni di dollari del gigante degli investimenti. Patrimonio in gestione (AUM) La sua scala di gestione patrimoniale è di 10,87 miliardi di dollari.Infatti, secondo MSCI’s classifica Tra i primi fondi di investimento ESG, Vanguard è al terzo posto, secondo solo a Parnassus Core Equity Fund (patrimonio ESG in gestione per 22,94 miliardi di dollari) e iShares ESG Aware Fund (13 miliardi di dollari). Fidelity Investments, un marchio che è al secondo posto tra i lettori in termini di consapevolezza ESG, non ha un fondo nella lista dei migliori fondi ESG dell’MSCI 2021.

Gli investitori sono sempre più desiderosi di allineare i propri investimenti con società e fornitori di fondi legati ai fattori ESG, ma molti si affidano a giudizi personali sulla composizione degli investimenti ESG e non utilizzano le ricerche e gli indicatori disponibili dei fornitori di rating ESG. Questa è un’enorme opportunità per il settore dei servizi finanziari perché gli investimenti ESG possono solo crescere e il 67% degli intervistati prevede di investire di più in aziende con solidi piani ESG nei prossimi cinque anni.

Dati Amanda Morelli/Adrian Nesta.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *