Le misure COVID del Regno Unito hanno impedito che il reddito della maggior parte delle persone venisse colpito, ma alcune persone lo hanno perso-IFS – shareandstocks.com

[ad_1]

Londra, 7 luglio (Reuters) – A causa del sostegno statale di emergenza, la maggior parte dei britannici ha visto una “sorprendente” stabilità nel lavoro e nel reddito durante la pandemia, ma alcuni lavoratori autonomi, famiglie a basso reddito e minoranze etniche hanno sofferto. think tank ha detto.

Secondo l’Institute of Finance, il tasso di disoccupazione, la crescita del reddito, gli arretrati delle bollette delle famiglie e l’utilizzo delle banche alimentari all’inizio del 2021 sono simili ai livelli prima dell’epidemia di coronavirus.

Tom Waters, economista IFS, ha dichiarato: “Dato che la pandemia ha causato il più grande calo del reddito nazionale nella storia, il quadro generale della povertà e del mercato del lavoro all’inizio di quest’anno sembrava sorprendentemente positivo”.

Ma ha detto che la situazione potrebbe cambiare poiché le sovvenzioni per le ferie del governo verranno gradualmente eliminate da ora fino alla fine di settembre.

Le finanze personali dei lavoratori autonomi che hanno perso tutto il lavoro all’inizio della pandemia sono quelle che si sono maggiormente deteriorate. All’inizio del 2021, circa il 15% delle persone in questa categoria era inadempiente con le bollette, rispetto a solo il 2% prima della pandemia.

IFS ha dichiarato che più di un terzo dei lavoratori autonomi non è idoneo a partecipare al principale programma governativo per aiutarli.

Anche circa il 15% delle famiglie delle minoranze etniche non paga le bollette, rispetto al 12% prima della pandemia. Le famiglie in Pakistan e Bangladesh hanno maggiori probabilità di trovarsi senza lavoro, perché prima della pandemia avevano maggiori probabilità di fare affidamento sul reddito di un solo adulto.

La Joseph Rowntree Foundation, un’organizzazione per la campagna contro la povertà che ha fornito parte dei finanziamenti per questa ricerca, ha accolto con favore il successo delle misure del governo per mitigare l’impatto economico del blocco COVID-19.

L’economista del JRF Rebecca McDonald ha dichiarato: “Ma anche prima della pandemia, troppe persone cadevano nella povertà e nella povertà estrema”.

“Non possiamo ricostruire meglio scegliendo di ripristinare lo status quo di una crescente dipendenza dalle banche alimentari”.

Ha invitato il governo ad abbandonare il suo piano per porre fine all’aumento settimanale di 20 sterline (27,58 dollari USA) per il pagamento dei benefici del credito universale. (1 USD = 0,7252 sterline) (William Schomberg, a cura di David Milliken)

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *