Le misure di autorizzazione di “Guerra per sempre” subiscono un ritardo nel Senato degli Stati Uniti Reuters

[ad_1]

© Reuters. Immagine del file: il 31 dicembre 2019, i soldati dell’esercito americano della 1a brigata della 25a divisione di fanteria della task force irachena hanno servito come posizione difensiva presso la base operativa di prima linea Alliance III a Baghdad, in Iraq. sergente maggiore dell’esercito degli Stati Uniti. Desmond Cassell/Gruppo di lavoro-Affari pubblici iracheni

WASHINGTON (Reuters) – Il voto della commissione del Senato degli Stati Uniti per revocare l’autorizzazione all’uso del potere militare nella guerra in Iraq nel 2002 è stato rinviato di almeno un giorno dopo che lunedì cinque repubblicani hanno richiesto un’audizione pubblica e un briefing confidenziale.

La commissione per le relazioni estere del Senato, controllata dai democratici, aveva originariamente pianificato di discutere e votare l’abolizione dell’AUMF mercoledì, ma cinque membri – il senatore Mitt Romney, Mike Lenz, Marco Rubio, Ron Johnson e Bill Hagerty – hanno ritardato dopo aver fatto richiesta. ritardo.

Hanno detto in una lettera: “Dovremmo valutare appieno la situazione locale, l’impatto dell’abolizione dell’AUMF nel 2002 sui nostri amici e come reagiranno i nostri oppositori, tra cui l’ISIS e le milizie sostenute dall’Iran”.

Giovedì, una maggioranza bipartisan alla Camera dei Rappresentanti ha sostenuto l’abrogazione della legislazione AUMF del 2002 come parte dei continui sforzi del Congresso per ritirare il potere di dichiarare guerra alla Casa Bianca.

Il presidente Joe Biden e il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer hanno sostenuto l’abrogazione.

La Costituzione conferisce al Congresso il potere di dichiarare guerra. Tuttavia, a causa della “guerra eterna” AUMF che non è scaduta dagli attacchi dell’11 settembre 2001, incluso l’AUMF iracheno nel 2002, questo potere è stato trasferito al Presidente.

I sostenitori dell’abolizione affermano che è tempo di controllare i poteri obsoleti del presidente utilizzati in vaste operazioni militari internazionali senza l’approvazione del Congresso. L’ex presidente Donald Trump ha citato l’AUMF del 2002 come motivo per attaccare i comandanti militari iraniani all’aeroporto di Baghdad all’inizio del 2020.

Gli oppositori temono che l’abolizione del presidente senza prima aver scritto un piano alternativo limiterebbe pericolosamente il potere del presidente e manderebbe il messaggio che gli Stati Uniti si stanno ritirando dal Medio Oriente.

Il team ha programmato un secondo incontro di lavoro giovedì, ma non è ancora certo se l’AUMF si terrà per allora.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *