Le perdite commerciali deflazionistiche degli hedge fund sono aumentate a luglio

[ad_1]

Aggiornamento sugli hedge fund

Le perdite degli hedge fund che scommettono pesantemente sulle cosiddette operazioni di reinflazione si sono accumulate a luglio e l’aumento vertiginoso di quest’estate del debito pubblico degli Stati Uniti ha spinto i rendimenti dei titoli del Tesoro degli Stati Uniti ai minimi pluriennali, esacerbando le perdite.

Graham Capital Management, Rokos Capital Management e Brevan Howard sono tra i fondi che hanno sofferto.Il fondo a rendimento assoluto di $ 2,6 miliardi di Graham è sceso di circa il 4,5% a luglio e poi è rimbalzato dello 0,8% questo mese. Rokos è sceso del 3,8% il mese scorso, mentre Brevan Howard è sceso del 3,9% nel portafoglio da $ 1,2 miliardi gestito dal trader Alfredo Saitta.

Il deterioramento delle transazioni dipende dall’opinione che gli Stati Uniti, eliminando la maggiore crescita e le pressioni inflazionistiche provocate dalla pandemia di coronavirus, influenzeranno gravemente i titoli del Tesoro a più lungo termine e il valore dei loro pagamenti fissi varierà su un periodo più lungo di prezzo al consumo aumenta, eroso nel tempo.

L’impegno della banca centrale degli Stati Uniti di ignorare quella che considera inflazione “temporanea” – portando al suo obiettivo a lungo termine di oltre il 2% – ha ispirato scommesse più grandi.

Per un po’, le scommesse sui titoli del Tesoro statunitensi si sono riversate nelle cosiddette transazioni “ripide”, che erano redditizie quando i titoli del Tesoro a lungo termine venivano venduti a un tasso più veloce rispetto ai titoli del Tesoro a breve termine. Pubblicare Diversi manager di grandi nomi ottengono enormi profitti.

Tuttavia, si scopre che il rendimento dei titoli a 10 anni è sceso da un picco vicino all’1,8% a marzo a un minimo dell’1,13% ad agosto, il che si è rivelato doloroso.Sebbene i rendimenti delle obbligazioni di riferimento abbiano ripercorso alcuni dei loro cali, dopo essere aumentati venerdì pubblicazione Nel forte rapporto sull’occupazione di luglio, l’indice è ancora all’interno del recente trading range, chiudendo intorno all’1,28%.

Le perdite degli hedge fund derivanti dalla vendita allo scoperto dei titoli del Tesoro degli Stati Uniti hanno iniziato ad aumentare in modo significativo a giugno. Incredibile trasformazione Dalla Federal Reserve, questo mostra che c’è meno percezione dell’aumento dell’inflazione di quanto si pensasse in precedenza.

Alcuni investitori sono stati alla fine costretti a coprire posizioni corte, esacerbando la tendenza all’aumento dei prezzi e al calo dei rendimenti. Nelle settimane successive, queste perdite si sono aggravate. Rokos, Brevan e Graham hanno rifiutato di commentare.

Rendimenti più bassi Perplesso I politici e gli investitori sono simili e il vicepresidente della Fed Richard Clarida ha rivelato mercoledì in un evento di essere “sorpreso” dal forte calo. Il presidente Jay Powell ha anche recentemente ammesso che non c’è un “vero consenso” sui fattori che guidano il mercato e ha chiesto agli investitori di indicare “fattori tecnici, che sono qualcosa che non si può spiegare completamente”.

Alcuni partecipanti al mercato ritengono che il rendimento inferiore sia dovuto al picco della crescita e dell’inflazione di quest’anno. La diffusione della variante Delta Coronavirus supporta questa tesi, che ostacola la riapertura dell’economia globale.

Altri investitori ritengono che le forze macroeconomiche potrebbero non essere l’unico fattore che determina i cambiamenti nei rendimenti. Tom Graff, capo del dipartimento del reddito fisso di Brown Advisory, ha affermato che il costante declino non influenzato dai dati rilasciati potrebbe indicare che l’attuale tendenza al ribasso dei rendimenti è guidata da commercianti algoritmici. I trader algoritmici potrebbero aver preso indizi dal calo dei rendimenti iniziato a maggio e aver guidato questo slancio.

Gli hedge fund possono sperimentare più dolore nelle operazioni di reinflazione. Secondo il sondaggio di JPMorgan Chase sulle posizioni dei clienti, le posizioni corte in titoli del Tesoro statunitensi sono ancora relativamente elevate rispetto al livello del primo trimestre. Nonostante le recenti perdite, alcuni fondi insistono ancora nell’attesa che emergano rendimenti più elevati.

Eric Winograd, economista senior del reddito fisso presso AllianceBernstein, ha affermato che ci sono diversi fattori scatenanti che potrebbero interrompere il ciclo dei bassi rendimenti. La notizia del picco di casi di Covid-19, o l’evidenza che la variante Delta non causerà danni economici diffusi, potrebbe aumentare la fiducia nella ripresa economica e nella ripresa del mercato del lavoro, aprendo la strada alla Fed per iniziare a ridurre la sua scala da 120 dollari. piano di acquisto di beni.

“Il rendimento è troppo basso”, ha affermato Gerlof de Vrij, senior portfolio manager presso l’hedge fund Capstone Investment Advisors. “La storia della reinflazione è ancora molto attiva”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *