Le precedenti condizioni di trading del mercato dei titoli del Tesoro statunitensi da 22 tonnellate di Jackson Hole si sono deteriorate

[ad_1]

Aggiornamento del Tesoro degli Stati Uniti

Mentre gli operatori si preparano per l’importante discorso di questa settimana del presidente della Federal Reserve Jay Powell, le condizioni commerciali nel mercato dei titoli di stato USA da 22 trilioni di dollari, la pietra angolare del sistema finanziario globale, si sono deteriorate.

A causa di una serie di drammatiche fluttuazioni dei prezzi e dell’incertezza della politica della Fed, gli investitori non sono in grado di fare grandi scommesse, la liquidità o la convenienza per i trader di acquistare e vendere obbligazioni si è deteriorata. Il volume delle transazioni era scarso e molti operatori di mercato hanno lasciato l’ufficio ad agosto, aggravando il problema.

Il mercato del debito nazionale è il mercato obbligazionario più grande, più profondo e più importante al mondo ed è il punto di riferimento per i prezzi delle attività globali multimiliardari.

Dopo le turbolenze del mercato, i responsabili politici e gli investitori hanno prestato molta attenzione alle transazioni. marzo 2020 Tra questi, l’improvviso calo di liquidità ha portato a violente fluttuazioni dei buoni del Tesoro statunitensi.Vendita seria All’inizio di quest’anno È stato sottolineato che anche quando il mercato più ampio si stabilizza, permangono difficoltà.

Powell terrà un discorso al vertice di Jackson Hole questa settimana durante il recente calo della liquidità, che di solito è uno dei più grandi eventi del calendario economico di quest’anno. La liquidità ridotta è importante perché può causare grandi fluttuazioni dei prezzi.

“La liquidità è terribile”, ha affermato Andrew Brenner, capo del reddito fisso internazionale di NatAlliance Securities. Se Powell ha qualcosa di grosso da dire, potrebbe sicuramente causare potenziali problemi la prossima settimana.

Lo spread denaro-lettera tra i titoli del Tesoro di riferimento a 10 anni e i titoli del Tesoro a 30 anni ha raggiunto un massimo di 5 mesi e mezzo all’inizio di agosto. Gli spread sono ora leggermente al di sotto di questi livelli, ma sono ancora elevati e si sono ampliati di nuovo nell’ultima settimana. Poiché il mercato del Tesoro è così attivo, il divario nel tracciare la differenza tra il prezzo che gli acquirenti sono disposti a pagare e il prezzo offerto dal venditore è solitamente piccolo.

Guneet Dhingra, capo della strategia sui tassi di interesse degli Stati Uniti presso Morgan Stanley, ha affermato che lo spread denaro-lettera si è ampliato per due motivi: “In primo luogo, questo è agosto e il volume delle transazioni di agosto è generalmente basso… E penso che il tasso di interesse mercato ha permesso agli investitori di essere un po’ confusi e le persone hanno un grado più elevato di avversione al rischio”.

La scorsa settimana, gli indici di liquidità del Tesoro USA a 5 e 10 anni di Goldman Sachs erano ben al di sotto della sua media di 21 giorni. Un altro indicatore di liquidità, l’indicatore di profondità del mercato di JP Morgan Chase, è recentemente sceso al punto più basso da marzo di quest’anno. Allo stesso tempo, gli analisti di JPMorgan Chase hanno affermato la scorsa settimana che le singole transazioni hanno un impatto maggiore sui prezzi; la capacità di acquistare e vendere titoli senza causare variazioni significative dei prezzi è un altro indicatore di liquidità.

Verbale dell’ultima riunione della Fed Riunione politica La divulgazione di disaccordi tra i membri su quando la banca centrale potrebbe iniziare a ritirare il suo piano di acquisto di attività mensili da 120 miliardi di dollari è il primo passo per rimuovere il sostegno all’economia durante la crisi. Gli investitori presteranno molta attenzione al discorso di Powell a Jackson Hole questo venerdì per vedere se ci sono segni che dovrebbe essere presa una decisione sui tempi o sul ritmo della riduzione.

Non sono solo il volume delle transazioni di agosto e l’incertezza sul percorso della Fed a far prosciugare la liquidità. Da metà maggio, il calo dei rendimenti dei titoli del Tesoro USA ha lasciato perplessi molti investitori perché si è verificato anche quando molti economisti e la stessa Fed sono ottimisti sulla crescita economica e sulle prospettive del mercato del lavoro.

Dhingra ha dichiarato: “Molti clienti non sono particolarmente consapevoli dei cambiamenti nel mercato dei tassi di interesse, il che porta un grado di cautela che normalmente non si vede”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *