Le vendite di auto nuove nel Regno Unito a luglio sono scese al livello più basso dal 1998 Reuters

[ad_1]

© Reuters. Il 24 ottobre 2017, le auto importate sono parcheggiate nell’area di stoccaggio del porto di Sheerness a Sheerness, nel Regno Unito. REUTERS/Peter Nicholls

LONDRA (Reuters)-Secondo un’agenzia del settore, le vendite di auto nuove nel Regno Unito sono diminuite del 29,5% al ​​livello più basso dal 1998 a causa della “peste” dell’autoisolamento delle persone e della carenza di offerta che ha colpito la domanda.

Sebbene luglio 2020 sia stata la prima concessionaria per un mese intero aperta in tutto il Regno Unito dopo il blocco iniziale, quest’anno è stato colpito da una carenza di semiconduttori nel settore e le persone hanno dovuto autoisolarsi e isolarsi a causa del COVID-19 o del contatto con altri Una persona che l’ha avuta.

Con l’aumento dei casi il mese scorso, centinaia di migliaia di persone sono state “messe in quarantena” dall’applicazione di tracciamento dei contatti del Servizio sanitario nazionale per 10 giorni, anche se ora è stata adeguata per ridurre il numero di contatti.

Secondo i dati dell’Associazione dei produttori e commercianti di automobili (SMMT), a luglio sono state immatricolate un totale di 123.296 auto e l’associazione ha affermato di aver leggermente abbassato le previsioni per l’intero anno a circa 1,82 milioni.

“Le prossime settimane vedranno cambiamenti nelle politiche di autoisolamento, che dovrebbero aiutare le aziende di tutto il settore a risolvere il problema dell’assenteismo dei dipendenti, ma la carenza di semiconduttori potrebbe ancora essere un problema almeno per il resto di quest’anno”, ha affermato il CEO di SMMT. Mike Huo ha detto.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *