L’economia del Messico cresce fortemente grazie alla domanda e ai servizi degli Stati Uniti Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: La gente passa davanti a un edificio in costruzione a Città del Messico, Messico, il 30 gennaio 2020.Reuters/Andres Martinez Casares

Abraham Gonzalez

Città del Messico (Reuters) – Le stime preliminari pubblicate venerdì dall’Ufficio nazionale di statistica mostrano che l’economia messicana è tornata a livelli di crescita annuale nel secondo trimestre, grazie ai servizi e alle esportazioni manifatturiere verso gli Stati Uniti, il suo principale partner commerciale.

L’agenzia statistica ha affermato che rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, quando le economie formali e informali erano in gran parte chiuse a causa delle restrizioni della pandemia di coronavirus, il tasso di crescita è stato del 19,7%.

Questo è il primo aumento di anno in anno da prima della pandemia ed è vicino alle previsioni in un sondaggio Reuters di 14 analisti. [L1N2P21IX]

Colpita dalle restrizioni introdotte dalla pandemia, la seconda economia dell’America Latina si è ridotta dell’8,5% nel 2020, la peggiore performance dal 1932.

L’attuale ripresa è trainata dalla domanda americana di auto ed elettronica prodotta nelle fabbriche messicane e gli immigrati a nord del confine hanno aiutato i consumatori domestici attraverso le rimesse.

Tuttavia, Gabriel Casillas, economista di Banorte Banorte, ha sottolineato che l’economia del Messico è ancora di 3,6 punti percentuali al di sotto del suo picco tra luglio e settembre 2019. Anche prima dell’emergere del coronavirus in Messico, l’economia era in contrazione da sei mesi.

La crescita trimestrale è stata destagionalizzata dell’1,5%, segnando il quarto trimestre consecutivo di espansione economica. Questo è inferiore all’1,7% previsto dagli analisti.

L’economista di Goldman Sachs (NYSE:) Alberto Ramos (Alberto Ramos) ha affermato che l’interruzione della catena di approvvigionamento e la carenza di componenti chiave del settore hanno ostacolato l’espansione trimestrale. L’inasprimento globale dei chip per computer ha portato a un rallentamento della produzione industriale messicana. Ramos ha sottolineato i rischi in futuro.

Ramos ha dichiarato in un rapporto del cliente: “Prevediamo che il tasso di crescita del PIL reale raggiunga il 6,0% nel 2021, ma il recente deterioramento del contesto COVID, l’elevata inflazione e l’aumento dei tassi di interesse potrebbero rallentare la ripresa prevista”.

I dati mostrano che le attività secondarie, comprese le fabbriche, sono rimbalzate del 28,2% tra aprile e giugno, mentre le attività terziarie, compresi i servizi commerciali e finanziari, sono aumentate del 17,1%.

Rispetto al trimestre, le attività secondarie sono aumentate leggermente dello 0,4%, riflettendo un problema di offerta, mentre le attività terziarie sono aumentate del 2,1%.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *