L’economia del Regno Unito è cresciuta del 4,8% nel secondo trimestre

[ad_1]

Aggiornamento PIL del Regno Unito

A seguito dell’allentamento delle restrizioni sul coronavirus e dei progressi nel piano di vaccinazione del paese, l’economia britannica è cresciuta notevolmente nel secondo trimestre, aumentando del 4,8%.

Il rapido tasso di crescita trimestrale ha permesso all’economia di recuperare la maggior parte delle terre perse negli ultimi due anni. Tuttavia, i beni e i servizi prodotti tra aprile e giugno sono diminuiti del 4,4% rispetto all’ultimo trimestre del 2019.

Poiché gli Stati Uniti hanno riguadagnato tutto il terreno perduto nel secondo trimestre, la produzione della zona euro è stata inferiore del 3% rispetto al picco pre-pandemia nello stesso periodo.I dati mostrano che la performance economica del Regno Unito è ancora in ritardo rispetto ad altre economie avanzate.

Oltre ai conti nazionali trimestrali, l’Ufficio nazionale di statistica ha anche pubblicato la sua prima stima del prodotto interno lordo a giugno, che ha affermato che è aumentato dell’1%. Ciò mantiene la produzione solo del 2,2% al di sotto del livello di febbraio 2020 e mette l’economia su un percorso per tornare ai livelli di produzione pre-pandemia entro la fine dell’anno.

A giugno, la riapertura di ristoranti e bar ha portato a un aumento del 10,1% della produzione nel settore alimentare e delle bevande.Con il forte aumento delle visite agli ambulatori dei medici di base, anche i servizi medici hanno dato un forte contributo ai dati di crescita complessiva.

Jonathan Athow, Deputy National Statistician, National Bureau of Statistics, ha dichiarato: “L’economia del Regno Unito continua a riprendersi fortemente, il settore alberghiero ha beneficiato del primo mese intero di ristorazione in camera e la riapertura di molti servizi ha aumentato la spesa pubblicitaria. .”

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *