L’elevato volume di transazioni della crittografia è una truffa?

[ad_1]

Non sorprende che, con l’afflusso di nuovi investitori, il volume degli scambi di criptovalute tenda a salire con l’aumento del prezzo, innescando un’alimentazione frenetica. Ma data la loro esistenza relativamente breve, le criptovalute sono riuscite ad aumentare il volume delle transazioni invidiate dalle multinazionali.

Alla fine di luglio 2021, quando il prezzo di Bitcoin (BTC) ha raggiunto $ 40.000, il volume delle transazioni ha raggiunto $ 9,2 miliardi. Ciò ha segnato un rimbalzo dei prezzi e delle quantità. Per diversi mesi, il volume medio giornaliero delle transazioni è stato inferiore a 2 miliardi di dollari USA e non ha iniziato a salire fino alla fine di novembre 2020.

Al contrario, il volume delle transazioni di GE (dare), è diventata una società quotata nel 1962, con una media di circa 5,6 milioni di azioni al giorno, che ammonta a circa 560 milioni di dollari USA.

I principali beneficiari dell’elevato volume di scambi sono gli scambi di criptovaluta, che addebitano commissioni di transazione.

Ma ecco un problema: alcuni exchange di criptovalute hanno creato volumi di scambi per aumentare la visibilità della loro attività e attirare più clienti. Nel mondo opaco del trading di criptovalute globale, questo è facile da fare.

Ora si stanno compiendo sforzi per costringere gli scambi a riportare cifre reali. La campagna è stata condotta da media finanziari e siti Web che si occupano di criptovalute, almeno alcuni dei quali sono stati ingannati da falsi volumi di scambi segnalati dagli scambi di criptovalute.

  • Presumibilmente, alcune criptovalute scambiano volumi di transazioni falsi utilizzando robot per aumentare il volume delle transazioni.
  • Lo scopo è quello di migliorare l’immagine dello scambio e attrarre nuovi investitori.
  • I siti web che tracciano il settore delle criptovalute stanno cercando di risolvere questo problema.

In che modo i siti Web crittografati falsificano il volume delle transazioni

Coindesk ha riferito che uno studente del secondo anno dell’Università statale di Mosca ha fondato una società per aiutare a coprire i falsi volumi di scambio sugli scambi di criptovalute. Ha raggiunto questo obiettivo creando più account sullo scambio e utilizzando robot per scambiare continuamente tra gli account.

L’obiettivo è falsificare un volume di scambi sufficiente per includere lo scambio nell’elenco tracciato dal sito Web CoinMarketCap ampiamente seguito, attirando così l’attenzione dei veri investitori di criptovaluta.

Un rapporto di Coindesk del luglio 2019 indicava che l’attività di questo bambino russo era solo una delle aziende che hanno aiutato gli scambi emergenti a “forgiare fino a quando non hanno avuto successo” su scala globale.

Ricompensa transazione

Un rapporto di Bloomberg ha sottolineato che il volume degli scambi dell’exchange di criptovalute di Singapore Bitforex era anomalo. La transazione ha un piano di incentivi che è collegato alle commissioni di transazione addebitate dallo scambio agli utenti.

Il piano di estrazione delle transazioni fornisce agli utenti token digitali da $ 1,20 per ogni $ 1 speso in commissioni di transazione. Alcuni utenti hanno più account sulla piattaforma e utilizzano i robot per aumentare il volume delle transazioni tra i loro account e guadagnare molti token.

Se il valore dei token allocati aumenta, la transazione è redditizia.

Questo tipo di transazione è chiamato whitewash e il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha avviato un’indagine sugli scambi di criptovalute coinvolti in questa pratica.

Un’altra bandiera rossa di Bloomberg è la mancanza di correlazione tra le visite al sito Web e il volume delle transazioni.

Gli scambi di criptovaluta che visitano raramente il sito Web hanno riportato transazioni per miliardi di dollari. Secondo Bloomberg News, tra i primi 30 exchange su Coin Market Cap, il 40% delle transazioni proviene dalle 8 sedi con il più alto rapporto numero/visite.

Perché il volume degli scambi è importante

Un gran numero di transazioni sugli scambi di criptovaluta ha due scopi.

Prima di tutto, aiutano ad evitare violente fluttuazioni dei prezzi delle criptovalute dopo un gran numero di vendite. Questo è il vantaggio della liquidità, che è un fattore che la maggior parte degli investitori apprezza.

In secondo luogo, dimostrano la credibilità della piattaforma di criptovaluta e l’indicatore di fiducia dell’utente in un settore emergente che è diventato una preoccupazione principale nel contesto di scandali e truffe.

Il volume degli scambi è anche un importante indicatore delle variazioni di prezzo: un aumento del volume degli scambi è generalmente considerato un precursore di un grande cambiamento di prezzo.

Un problema persistente

Questa non è la prima volta che un exchange di criptovalute viene accusato di aver fabbricato dati sul volume delle transazioni. In un post del 2018, il trader e investitore Sylvain Ribes ha scoperto che OKEx, l’exchange cinese con il più alto volume di scambi, ha avuto un enorme slittamento nella vendita di criptovalute per un valore di $ 50.000. Quando ha modificato l’importo della transazione a 20.000 USD, il risultato è stato simile. Ribes ha concluso che circa il 93% del volume di OKEx è fabbricato.

Esperimenti su altri scambi di criptovalute hanno rivelato punti dati simili. Su Huobi, un altro importante exchange cinese, ha stimato che l’81,2% del volume degli scambi fosse falso. HitBTC e Binance sono probabilmente le più grandi piattaforme di trading di criptovalute e mostrano anche lo stesso grande slippage.

Investire in criptovaluta e altri prodotti di monete iniziali (“ICO”) è altamente rischioso e speculativo. Questo articolo non è Investopedia o la raccomandazione dell’autore di investire in criptovaluta o altre ICO. Poiché la situazione di ogni persona è unica, dovresti sempre consultare un professionista qualificato prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria. Investopedia non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito all’accuratezza o alla tempestività delle informazioni qui contenute.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *