L’euro sale tra le diffuse scommesse valutarie ad alto rischio; lo yen sale alle stelle Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: una banconota da un dollaro può essere vista in questa illustrazione scattata il 26 maggio 2020. REUTERS/Dado Ruvic/Illustrazione/File Photo/File Photo

Secate Chatterjee

LONDRA (Reuters)-L’euro è salito su tutta la linea giovedì e lo yen dovrebbe registrare il suo più grande guadagno di un giorno quest’anno, poiché gli investitori hanno scaricato posizioni rischiose nel mercato dei cambi durante l’ampia liquidazione di alcuni hedge fund.

La Banca centrale europea ha fissato giovedì un nuovo obiettivo di inflazione e ha affermato di aver svolto un ruolo nella lotta ai cambiamenti climatici dopo una revisione strategica ampiamente attesa dal mercato.L’euro ha mantenuto i suoi precedenti guadagni.

Dopo la pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione della Fed, il mercato più ampio per i titoli tecnologici statunitensi si è indebolito, portando a una più ampia svendita nei mercati azionari asiatici e a una rinnovata domanda per l’attrattiva dei titoli di stato e delle valute rifugio.

Sebbene il dollaro sia inizialmente aumentato nei primi scambi di Londra, con l’accelerazione del ritmo di vendita, l’euro è balzato su tutta la linea mentre alcuni hedge fund hanno sollevato alcune grandi scommesse sulla moneta unica contro alcune altre principali valute.

L’euro è salito dello 0,4% a 1,1838 dollari USA contro il dollaro USA, mentre è aumentato dello 0,6% a 85,98 pence contro la sterlina britannica.

Un commerciante di una banca statunitense a Londra ha dichiarato: “Questa è una tipica liquidazione di una posizione di rischio del mercato valutario. I rendimenti stanno inseguendo inversioni commerciali e i flussi di capitale si stanno spostando dai paesi in deficit di conto corrente ai paesi in surplus”.

Sebbene i verbali della riunione politica della Fed di giugno abbiano confermato che quest’anno ridurrà la scala degli acquisti di attività il prima possibile, cosa che è ampiamente attribuita alla vendita, alcuni trader ritengono che l’eliminazione del tema della reinflazione nel mercato obbligazionario globale quest’anno è stato prolungato. settimana.

John Marley, amministratore delegato di forexxtra, una società di consulenza valutaria con sede a Londra, ha dichiarato: “Il tema della copertura è ovvio in tutti i mercati, specialmente nelle valute con il DNA di rischio più forte, inclusi il dollaro canadese e il dollaro canadese”.

“Sembra un flusso di posizioni e potrebbe esserci del potenziale reale in un mercato che questa settimana è sembrato molto leggero”, ha detto.

Il dollaro australiano è sceso dello 0,8% a 0,7420 dollari, il livello più basso da metà dicembre. Lo yen rifugio sicuro è aumentato dello 0,8% a 109,8, cifra che dovrebbe registrare il suo più grande guadagno di un giorno dall’inizio di novembre 2020.

L’indice del dollaro USA, che misura il dollaro USA contro sei valute, è sceso dello 0,2% da mercoledì a 92,54, raggiungendo 92,844 per la prima volta dal 5 aprile.

Un sondaggio Reuters prevede che la Fed annunci una riduzione del suo piano di acquisto di attività ad agosto o settembre. Sebbene la maggior parte delle persone si aspetti che il primo taglio nei loro piani di acquisto di obbligazioni inizi all’inizio del prossimo anno, circa un terzo degli intervistati si aspetta che venga fatto nell’ultimo trimestre di quest’anno.

Immagine: Yen giapponese-https://fingfx.thomsonreuters.com/gfx/mkt/xegvbzeyxvq/JPY.JPG

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *