L’ex moglie del miliardario russo risolve una controversia di divorzio da 450 milioni di sterline

[ad_1]

L’ex moglie di un miliardario russo ha risolto una controversia di divorzio da 450 milioni di sterline, avvicinando l’Alta Corte di Londra a una delle famiglie più care della storia.

Venerdì, Farhad Ahmedov ha dichiarato che la sua ex moglie aveva accettato denaro e opere d’arte per risolvere una lotta per una sentenza che ha assegnato a Tatiana Ahmedova il più grande risarcimento nella storia britannica. Ahmedov ha respinto la sentenza e ha scatenato una controversia sui beni, tra cui un superyacht e un jet privato, che provenivano dalle giurisdizioni di Monaco e Dubai.

La storica sentenza sul caso di divorzio di Ahmedov è stata emessa nel 2016, quando l’Alta Corte di Londra ha deciso che Ahmedov doveva pagare alla moglie 453,58 milioni di sterline. La corte ha dichiarato che la ricchezza di 1 miliardo di sterline di Ahmedov ha aiutato la coppia a vivere uno stile di vita lussuoso durante il loro matrimonio con le loro famiglie londinesi e francesi, oltre a una collezione di 90,5 milioni di sterline di arte moderna, yacht, aeroplani ed elicotteri.

Ahmedova ha affermato di non aver mai ricevuto un centesimo del denaro e ha intentato una serie di azioni legali per confiscare i suoi beni.l’anno scorso Ha fatto causa al figlio maggiore Suo figlio Temur e diversi trust offshore dell’Alta Corte di Londra hanno affermato che stava aiutando suo padre a nasconderle del denaro. E ha vinto il verdetto Una dichiarazione del tribunale secondo cui Temur deve pagare a sua madre 75,9 milioni di sterline. Farkhad Akhmedov ha sempre affermato che la sentenza sul divorzio del 2016 è stata sostituita dal divorzio a Mosca circa 20 anni fa.

Ahmedov ha detto venerdì che a seguito dell’accordo, la sua ex moglie ha accettato contanti e opere d’arte, di cui circa 100 milioni di dollari sarebbero stati pagati a Burford Capital, il finanziatore del contenzioso. Ahmedova ha invitato Burford ad aiutare a rintracciare i beni del suo ex marito e ad eseguire 450 milioni di sterline di danni, incluso il tentativo fallito di prendere possesso della Luna, che un tempo era di proprietà di Roman Abramovich.

Ahmedov ha dichiarato in una dichiarazione: “Burford e lei hanno trascorso anni e milioni di sterline in costosi tour globali in varie giurisdizioni, cercando di catturare Luna. Ognuno di loro ha fallito. Lo yacht rimane e continuerà ad essere di proprietà di Fakad e Family Trust”. Un rappresentante di Ahmedova ha rifiutato di commentare.

Nell’aggiornamento del mercato di venerdì Burford Ha affermato di aver ricevuto 103 milioni di dollari di spese da questa transazione, il che significa che il suo utile operativo per l’anno fiscale 2021 è aumentato di 20 milioni di dollari. La società ha affermato che si aspetta che questa faccenda generi un ritorno sull’investimento di circa 70 milioni di dollari.

Gli analisti di Canaccord Genuity hanno affermato che l’accordo sembra un “buon risultato” per Burford. Nel dicembre dello scorso anno, Burford ha rivelato di aver speso circa 25 milioni di dollari per questo caso.

L’anno scorso, il giudice Gwynneth Knowles dell’Alta Corte ha stabilito in una battaglia con suo figlio che Ahmedova ha vinto la causa, affermando di essere stata “vittima di una serie di piani progettati per rendere ogni centesimo di suo marito è oltre le sue capacità”.

Il giudice ha paragonato la leggenda di famiglia a un romanzo russo. Riferendosi all’apertura del romanzo di Alexander Tolstoj, Anna Karenina, Knowles ha affermato nella sua sentenza che “ogni famiglia infelice ha la sua sfortuna”, ma ha aggiunto che “La famiglia Ahmedov è una delle famiglie più sfortunate mai apparse alla mia corte”.

La sentenza sul divorzio di Ahmedov è una delle più grandi sentenze nella storia del tribunale di Londra, che è conosciuta come la capitale mondiale del divorzio per le sue generose sentenze sui coniugi non lavoratori.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *