L’indice Dow Jones Industrial Average e Standard & Poor’s 500 hanno chiuso a nuovi massimi poiché il boom degli utili ha evitato le preoccupazioni sulla variante Delta

[ad_1]

I principali indici azionari hanno chiuso con un nuovo massimo venerdì.Il precedente rapporto sull’occupazione migliore del previsto e gli utili societari esplosivi hanno rafforzato la fiducia degli investitori e spinto verso l’alto le azioni nei settori duramente colpiti dalla pandemia, nonostante le crescenti preoccupazioni sui casi di Covid-19. può soffocare la ripresa economica.

L’indice S&P 500 è aumentato del 20% quest’anno e Goldman Sachs prevede che potrebbe aumentare di un altro 7% entro la fine dell’anno.
Getty Images

Giovedì l’indice S&P 500 ha chiuso a un livello record, salendo dello 0,2% a 4.436 punti, mentre rivenditori e giganti finanziari come Macy’s, Charles Schwab e Wells Fargo sono aumentati rispettivamente del 6,2%, 3,8% e 3,8%.

Con l’impennata dei prezzi delle azioni di Goldman Sachs e JPMorgan Chase, il Dow Jones Industrial Average è salito dello 0,4% a 35.208 punti, superando il prezzo di chiusura record dal 26 luglio. Sia Goldman Sachs che JPMorgan Chase hanno guidato i guadagni dell’indice di circa il 3%.

Nonostante la più ampia forza del mercato, l’indice Nasdaq, che è dominato da titoli tecnologici, è sceso dello 0,4% a 14.835 punti. Colpiti dal sell-off di grandi titoli tecnologici come Tesla, Amazon e Apple, questi titoli sono scesi del 2,2%, 0,9% , e 0,5, rispettivamente.%.

Adam Crisafulli, fondatore di Vital Knowledge Media, ha scritto in un rapporto venerdì che le azioni epicentro, le azioni più colpite dalla pandemia, stanno assistendo “mentre l’attività si normalizza”. i lavori di ristorazione hanno guidato la crescita a luglio. -oltre le aspettative Rapporto sull’occupazione.

Morgan Stanley ha affermato in un rapporto di venerdì che il sondaggio mensile di Morgan Stanley su 2.000 consumatori statunitensi ha rilevato che da aprile le preoccupazioni per Covid-19, in particolare l’aumento incrementale, possono ostacolare il tempo libero Le preoccupazioni per il turismo e le attività turistiche hanno superato per la prima volta le preoccupazioni sull’inflazione. . .

Tuttavia, Crisafulli ha affermato che nel rapporto sugli utili del secondo trimestre pubblicato questa settimana, le aziende al centro dell’epidemia erano “generalmente molto ottimiste” sul mercato e prevedevano che, sebbene l’aumento dei casi di Covid-19 abbia stimolato nuovi requisiti di maschera e cambiamenti a livello nazionale Restrizioni rigorose, ma il mercato migliorerà ulteriormente.

Secondo i dati di Refinitiv, quasi 450 delle società S&P 500 hanno riportato utili per il secondo trimestre a partire da venerdì pomeriggio e l’87% dei profitti e delle entrate della società ha superato le aspettative medie degli analisti, rispetto alle prime otto. Buona. “In ultima analisi, le entrate hanno la meglio su tutto”, ha detto Krisa Fuli venerdì. “Il mercato è difficile da colpire, anche con preoccupazioni relative alle variabili delta, quando i dati della società sono sorprendenti come i dati del secondo trimestre.” Finora, l’indice S&P è aumentato del 20% quest’anno, superando il Dow e il Nass. L’indice Daq è aumentato di circa il 16%.

Callie Cox, stratega degli investimenti senior di Ally Invest, ha affermato che l’indice S&P 500 non è sceso del 5% o più negli ultimi 10 mesi: “Questo è un tempo molto lungo e non ci sono state vendite su larga scala”. “Allo stesso tempo, si scopre che questo mercato è resiliente”, ha aggiunto, e ha raccomandato titoli in settori come l’assistenza sanitaria che sono stati “trascurati durante la maggior parte della ripresa”.

In un rapporto di giovedì, gli analisti di Goldman Sachs hanno alzato il prezzo obiettivo di fine anno di Standard & Poor’s a 4.700 punti, un aumento del 7% rispetto al livello attuale, sulla base del fatto che l’esplosione degli utili aziendali del secondo trimestre è stata la ragione principale dell’aumento . La banca d’affari ha affermato che i rischi economici al ribasso della variabile Delta sembrano essere “moderati” nel breve termine, anche se gli Stati Uniti hanno sperimentato una recrudescenza di un virus simile al Regno Unito, il numero di nuovi casi nel Il Regno Unito si è recentemente stabilizzato dopo essere aumentato al tasso più rapido da gennaio. Sotto la guida dell’economista Jan Hatzius, i ricercatori ritengono che una vaccinazione diffusa dovrebbe prevenire gravi infezioni e hanno sottolineato che durante l’ondata di infezioni causata dalla mutazione nel Regno Unito, la spesa dei consumatori e l’attività economica sono sostanzialmente rimaste stagnanti.

Poiché il tasso di disoccupazione è sceso a un 5,4% migliore del previsto, il numero di nuovi posti di lavoro a luglio è aumentato di quasi 1 milione (Forbes)

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *