L’indice S&P 500 continua a salire; la soglia di riduzione del segnale dei verbali delle riunioni della Fed è ancora un fornitore illusorio Investing.com

[ad_1]

© Reuters.

Yassin Ibrahim

Investing.com-L’indice Standard & Poor’s 500 è salito a un nuovo massimo mercoledì mentre i rendimenti obbligazionari sono crollati per aiutare a mantenere alti i titoli tecnologici e l’incontro di giugno della Fed ha mostrato che la soglia per la riduzione delle obbligazioni è ancora illusoria.

L’indice è salito dello 0,2% ed è ancora vicino al precedente record di 4.362,30. È aumentato dello 0,17% o 59 punti, ed è sceso dello 0,1%, stabilendo anche un record di 14.755,3 punti all’inizio della giornata.

Secondo il verbale della riunione di giugno della Fed pubblicato mercoledì, i responsabili delle politiche della Fed generalmente ritengono che la soglia per iniziare a ridurre la dimensione degli acquisti mensili di obbligazioni non sia stata ancora raggiunta. Ma c’è incertezza su quando saranno soddisfatte le condizioni di riduzione, perché alcuni membri si aspettano che questa soglia venga raggiunta prima del previsto, mentre altri sono più disposti ad aspettare i prossimi dati economici.

Il verbale della riunione mostrava: “Sebbene ci si aspetti che i partecipanti continuino a fare progressi, si ritiene generalmente che lo standard del comitato di ‘ulteriori progressi sostanziali’ non sia stato ancora soddisfatto”. dati, “più di quanto ci si aspettava nella precedente riunione di “raggiungere prima la condizione di soglia del cono”.

Poiché i rendimenti obbligazionari statunitensi sono ancora vicini ai minimi di giornata, l’incertezza sull’orario di uscita ha provocato una lieve reazione del mercato.

Mark Luschini, chief investment strategist di Janney Montgomery Scott, ha affermato che l’andamento del mercato obbligazionario può essere una misura di “come gli investitori vedono il futuro scenario macro”. Tuttavia, il rendimento è ipervenduto e potrebbe rimbalzare.Se persiste, rompendo il range 1,50%-1,60%, potrebbe rilanciare il commercio di reinflazione, aumentando così la ciclicità.

Luschini ha aggiunto che se i rendimenti non possono continuare a salire, allora “allora un periodo di tempo, dallo shock al trading basso, sarà probabilmente vantaggioso per l’ambiente ‘basso tasso di interesse/bassa crescita’”.

Allo stesso tempo, sullo sfondo del calo dei rendimenti obbligazionari, le aree di crescita in mercati come la tecnologia continuano a crescere, nonostante i titoli dei social media siano in ritardo.

Facebook (NASDAQ :) rimane piatto dopo che l’ex presidente Donald Trump ha dichiarato che sta intentando una class action contro il gigante dei social media e altri giganti della tecnologia (inclusi Twitter e Google) e i loro amministratori delegati Below the line perché lui e altri sono stati banditi.

La società madre di Google Alphabet (NASDAQ:) ha riguadagnato il terreno perduto, mentre Twitter (NYSE:) è sceso di quasi il 2%.

Anche i settori dei materiali e dell’industria sono stati tra i settori con i maggiori guadagni, mentre il settore energetico è sceso ulteriormente dopo che i prezzi del petrolio hanno invertito i loro guadagni.

Poiché l’OPEC+ non è riuscito a raggiungere un accordo su un nuovo piano di produzione, i prezzi del petrolio hanno continuato a scendere, sollevando preoccupazioni sul fatto che i membri dell’accordo sulla riduzione della produzione possano violare l’accordo, il che potrebbe portare a un aumento dell’offerta globale.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *