L’interesse del private equity in UK plc è un segno del collasso del sistema

[ad_1]

Aggiornamento delle scorte

Chiunque voglia conoscere il vero motivo per cui così tante aziende britanniche stanno per essere vendute da private equity dovrebbe prendere in considerazione il caso della catena di supermercati Morrison.

Poco prima della divulgazione del metodo di offerta iniziale all’inizio di quest’anno, il prezzo delle azioni di Morrisons era di 178p, rispetto ai 186p di cinque anni fa. In altre parole, la rivalutazione del capitale sarà pari a zero in cinque anni. Durante questo periodo, Morrison ha pagato circa il 90% del suo reddito netto sotto forma di dividendi regolari e straordinari. Questo non è capitalismo, ma liquidazione di rateizzazioni.

Perché le aziende lo fanno? È semplice: il sistema di risparmio delle compagnie pensionistiche e assicurative britanniche favorisce i dividendi piuttosto che l’apprezzamento del capitale. Infatti, in termini di apprezzamento del capitale, l’indice FTSE 100 è sempre stato uno dei mercati peggiori del mondo industrializzato, crescendo solo del 14% negli ultimi 20 anni.

Tuttavia, la stragrande maggioranza del rendimento totale di FTSE durante questo periodo è stata generata dai dividendi (120 punti percentuali del 134% del rendimento totale).

Qual è il sistema di proprietà britannico che ha portato a questa situazione? In tema di pensioni, i fondi tipici hanno tre caratteristiche: hanno una durata di vita limitata perché sostanzialmente non sono aperti a nuovi iscritti; sono molto piccoli, con una dimensione media di 300 milioni di sterline; e sono strutturalmente avversi al rischio. Le compagnie di assicurazione devono assicurarsi che le loro attività corrispondano alle loro passività a lungo termine, quindi danno la priorità al reddito da investimenti azionari perché è più garantito delle plusvalenze.

Le decisioni di investimento prese con tali priorità possono influenzare il comportamento aziendale nel Regno Unito. Il management e il consiglio di amministrazione britannici sono talvolta criticati per aver evitato i rischi. Ma questo riflette in gran parte gli obiettivi dei suoi proprietari, adattandosi a questi obiettivi distribuendo eccessivamente i dividendi. Questo è anche un bene per i progetti incrementali, piuttosto che per i piani di sbarco sulla luna e le tecnologie dirompenti, che è uno dei motivi per cui il Regno Unito ha poca esposizione alla crescita e all’innovazione.

Questo è il motivo principale per cui le società britanniche sono così economiche rispetto alle loro controparti globali e il motivo principale per cui attraggono private equity: il rapporto P/E medio dell’indice FTSE 100 nel 2021 è 1​​3,0 volte, rispetto a 23 volte per le società dell’indice MSCI World.

Dopo anni di sovraallocazione e bassa crescita, non sorprende che il consiglio di amministrazione della società si trovi in ​​una posizione impossibile quando fa offerte di private equity o altre offerte: di solito non esiste un piano di crescita affidabile per giustificare il rifiuto del premio. ragionevole. Se esiste un tale piano e il consiglio di amministrazione rifiuta l’offerta, il capitale azionario nazionale non avrà riserve sufficienti per sostenere la sua crescita a lungo termine.

Pertanto, non c’è da meravigliarsi se le poche storie di successo globali nel Regno Unito, come Ineos e Dyson, sono ancora di proprietà privata e molte delle sue aziende tecnologiche in più rapida crescita vanno negli Stati Uniti per le IPO. Né è che alcuni dei gestori di fondi più performanti nel Regno Unito investano la maggior parte delle loro attività al di fuori di questo paese.

Il Regno Unito ha bisogno di un’alternativa complementare al private equity per rivitalizzare il suo settore aziendale, estendere i suoi tempi e proteggere le sue attività da un ulteriore esaurimento del valore e dalla perdita di competitività.

L’indizio su dove trovarlo risiede nella base di investitori del private equity stesso. Il CPPIB del Canada, l’Ontario Teacher’s Pension Plan dell’Ontario e il PSP e il CDPQ del Quebec sono esempi rappresentativi del mio paese.

Questi fondi hanno portato dimensioni: da 100 a 500 miliardi di dollari USA di asset sono tipici (rispetto alla dimensione media dei fondi pensione britannici di 500 milioni di dollari USA); tempi incerti; e volontà e capacità di sopportare e gestire i rischi, al fine di godere di un apprezzamento del capitale a lungo termine.

Questi sono gli investitori a lungo termine finanziariamente forti di cui ogni grande economia ha bisogno. Se il capitalismo britannico deve prosperare domani, dobbiamo creare tali fondi pensione da oggi.

L’autore è il co-fondatore di Ondra Partners

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *