L’inventore di Internet Berners-Lee mette all’asta il codice originale come NFT

[ad_1]

Sir Tim Berners-Lee mette all’asta il suo codice sorgente originale su Internet “Token non fungibili”Nonostante la recente svendita di criptovalute, gli oggetti da collezione digitali possono continuare a vendere per milioni di dollari.

L’asta di Sotheby’s sarà la prima Berners-Lee Capace di raccogliere fondi direttamente da una delle più grandi invenzioni dei tempi moderni, e il ricavato sarà utilizzato per iniziative sostenute da lui e dalla moglie Rosemary.

“L’idea è che a qualcuno possa piacere la versione con firma digitale del codice, un po’ come molte persone richiedono una copia autografata del libro”, ha detto Berners-Lee.

Il banditore spera che questo manufatto digitale unico possa stimolare il loro interesse per NFT pilastro Arte, giochi e cimeli sportivi.Dal record stabilito a marzo, gli investimenti in NFT sono diminuiti 69,3 milioni di dollari USA Saldi “Daily: First 5000 Days” di Beeple.

Berners-Lee, 66 anni, ha dichiarato in un’intervista al Financial Times che l’asta è stata “un’opportunità per guardare indietro al passato”. .. 30 anni sono passati dal semplicissimo codice iniziale allo stato [of the web] Ora ha alcuni aspetti molto semplici, ma ci sono anche molti problemi diversi”.

A differenza dei fondatori di Google, Facebook e Amazon, che hanno ottenuto enormi ricchezze attraverso Internet, Berners-Lee non è un miliardario.

Il codice sorgente del World Wide Web e del suo primo browser sono stati concepiti e codificati da Berners-Lee tra il 1989 e il 1991 e non hanno mai ricevuto un brevetto. Invece, è stato rilasciato al pubblico dominio gratuitamente dal Cern, un laboratorio svizzero di fisica delle particelle dove lavoravano scienziati britannici.

Ciò ha portato all’adozione diffusa di una tecnologia che oggi viene utilizzata da più di 4 miliardi di persone ogni giorno.Ma anche per potenziali archivisti e collezionisti it complesso Verifica l’idea del lavoro originale di Berners-Lee.

“sopra NFT È possibile creare questo documento di provenienza digitale per dimostrare l’autenticità del creatore”, ha affermato Cassandra Hatton, responsabile globale della scienza e della cultura pop di Sotheby’s. “Questo diventerà un punto di riferimento per tutti gli altri. Ha aggiunto che questo è davvero l’artefatto digitale più appropriato e tipico nelle aste NFT.

All’inizio degli anni ’90, Tim Berners-Lee ha lavorato al CERN.Ha delineato per la prima volta i suoi pensieri sulla rete in un promemoria nel 1989 e ha iniziato a scrivere il codice per implementarlo nel settembre 1990

Sebbene Berners-Lee abbia affermato che il progetto NFT è la sua “prima incursione nel campo delle criptovalute”, crede che la sua visione iniziale della rete sia simile all’idea alla base della rete decentralizzata della blockchain di Ethereum, che è la base della maggior parte delle NFT . Questo coincide anche con il suo ultimo progetto, Solid, che mira a consentire alle persone di riprendere il controllo dei propri dati personali.

“Blockchain e la comunità Solid condividono la motivazione per responsabilizzare le persone”, ha detto Berners-Lee, aggiungendo che la motivazione per molti progetti blockchain è “evitare il controllo centrale”.

Inizialmente ha immaginato Internet come una raccolta di singole pagine collegate tra loro, piuttosto che essere dominata da poche grandi aziende. “Dovrebbe essere quello di responsabilizzare gli individui”, ha detto.

Teme che il monopolio di Internet “ostacoli automaticamente l’innovazione” e ritiene che i normali utenti di Internet si “opporranno con forza” perché sono preoccupati che i loro dati vengano utilizzati Manipolazione degli elettori.

Oggi, Berners-Lee ricopre il ruolo di chief technology officer di Inrupt, che è Sviluppa applicazioni commerciali Basato sulla sua struttura Solid. La tecnologia è stata sperimentata dal governo delle Fiandre e da alcune agenzie del SSN. Berners-Lee ha affermato che Inrupt sta ora iniziando il suo “primo round di serie” attività di raccolta fondi.

“Senza cambiamenti tecnologici e politici, non saremo in grado di creare un mondo migliore”, ha detto, “ma fortunatamente avvengono contemporaneamente”.

Ethereum del valore di quasi 650 milioni di dollari USA è stato utilizzato in opere d’arte digitale, come, NFT Secondo i dati di Cryptoart che tracciano il volume delle transazioni, finora. Diversi “CryptoPunk”, ritratti pixelati, hanno costituito una delle prime serie di NFT, che sono state vendute per milioni di dollari, la più recente all’asta di Sotheby’s la scorsa settimana per una transazione record di 11,8 milioni di dollari.

Tuttavia, secondo le statistiche, il volume delle transazioni NFT è diminuito di mese in mese ad aprile e maggio. Arte della crittografia, E la più ampia svendita di criptovalute come Bitcoin.

Dopo aver incluso l’artista Damien Hirst Musicisti come Grimes hanno già provato NFT e Sotheby’s sta mettendo all’asta il codice di Berners-Lee come una delle prime case d’asta a fornire manufatti storici ai collezionisti di criptovalute. Il co-fondatore di Twitter Jack Dorsey ha venduto la sua Primo tweet Venduto per 2,9 milioni di dollari a marzo.

In un’asta più tradizionale, i manoscritti scritti a mano di Alan Turing e Albert Einstein sono stati venduti per oltre 1 milione di dollari.di Leonardo da Vinci Codice Leicester Nel 1994 è stata acquisita dal cofondatore di Microsoft Bill Gates per 30,8 milioni di dollari.

Hatton ha affermato che l’offerente vincitore dell’NFT di Berners-Lee “avrà qualcosa di simile a un manoscritto” da utilizzare su Internet.

Berners-Lee ha delineato per la prima volta i suoi pensieri sul Web in un promemoria nel 1989, ma non ha iniziato a scrivere codice per implementarlo fino a settembre 1990.

Il pacchetto dell’asta include l’archivio originale dei file con data e ora salvati da Berners-Lee per il browser World Wide Web, un “poster” digitale di 30 minuti con animazione e codici e una lettera che spiega il background della sua invenzione.

Le offerte iniziano dal 24 al 30 giugno, a partire da $ 1.000.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *