L’IPO di Shanghai da 10 miliardi di dollari di Syngent finanzia crescita e acquisizioni Reutersuter

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: il 30 gennaio 2020, è stato visto un logo presso la sede del produttore agrochimico Syngenta a Basilea, in Svizzera. REUTERS/Arnd Wiegmann

Autori: Meige Shen e John Revell

Il gruppo di Hong Kong/Zurigo (Reuters)-Syngenta utilizzerà i proventi dell’offerta pubblica iniziale (IPO) previsti da 10 miliardi di dollari per finanziare la crescita interna e la frenesia delle acquisizioni per impadronirsi del mercato delle sementi e degli spray da 100 miliardi di dollari.

La borsa di Shanghai ha pubblicato venerdì il prospetto della società per la quotazione allo Shanghai Nasdaq Sci-tech Innovation Board, confermando i dettagli riportati da Reuters questa settimana dopo la presentazione della domanda di mercoledì.

“Il Gruppo Syngenta amplierà e rinnoverà i suoi impianti di produzione e implementerà acquisizioni strategiche per soddisfare la crescente domanda del mercato”, afferma la società nel documento.

Il deposito della borsa di Shanghai mostra che la domanda di Syngenta per la quotazione nel Science and Technology Innovation Board è stata accettata e la società prevede di emettere fino a 2,79 miliardi di azioni.

L’offerta pubblica iniziale di Syngenta deve ancora essere approvata dalla Borsa di Shanghai e registrata presso la China Securities Regulatory Commission.

Fonti hanno detto a Reuters che la quotazione sarà la più grande al mondo quest’anno.Il produttore di pesticidi e sementi con sede a Basilea è valutato a circa 60 miliardi di dollari, compreso il debito, o 50 miliardi di dollari.

Si prevede che la diffusione supererà l’IPO di Hong Kong da 6,2 miliardi di dollari della piattaforma di condivisione video Kuaishou Technology. Questo potrebbe essere il più grande consiglio di amministrazione di STAR, che risale a due anni fa, è stato un grande impulso lo scorso anno dopo che Ant Group ha cancellato la sua quotazione a causa di problemi normativi nell’undicesima ora.

La fonte ha affermato che il documento significa che la quotazione potrebbe avvenire prima della fine del 2021 e che non hanno il diritto di parlare con i media e hanno rifiutato di essere nominati.

Chi conosce la vicenda ha detto che è allo studio anche la quotazione secondaria di Syngenta, che potrebbe essere effettuata a meno di un anno dal suo debutto, e sono allo studio le borse di Zurigo, Londra e New York.

Il documento affermava che i proventi finanzieranno acquisizioni, comprese le acquisizioni annunciate di Yangnong Agrochemicals e Valagro.

Il denaro raccolto sarà utilizzato anche per altri progetti, come la ricerca di tecnologie agricole avanzate, l’espansione della produzione e l’ammodernamento e la manutenzione delle sue strutture.

Ha affermato che i fondi verranno utilizzati anche per espandere ulteriormente la sua moderna piattaforma di servizi agricoli, formando gli agricoltori cinesi, e ripagare il debito a lungo termine.

Il gigante svizzero della protezione delle sementi e delle colture è stato acquisito da ChemChina per 43 miliardi di dollari nel 2017 e si è unito a Sinochem Holdings quest’anno.

Questa acquisizione rimane la più grande acquisizione cinese di una società straniera e mira a utilizzare i migliori prodotti chimici e semi protetti da brevetto di Syngenta per aumentare significativamente la produzione agricola nazionale.

Dalla sua acquisizione, Syngenta si è fusa con le attività di fertilizzanti e sementi delle aziende agrochimiche israeliane Adama e Sinochem.

Syngenta è il primo produttore mondiale di prodotti per la protezione delle colture e il terzo fornitore di sementi, in competizione con le aziende tedesche BASF, Bayer (OTC:) e agrochimiche americane Cortiva (New York Stock Exchange:) Nel mercato della velocità e degli spray.

L’azienda ha 49.000 dipendenti in tutto il mondo e ha fatturato 23,1 miliardi di dollari USA nel 2020. I suoi mercati più grandi sono gli Stati Uniti e il Brasile, mentre la Cina sta crescendo rapidamente.

Syngenta ha registrato un fatturato di 7,1 miliardi di dollari USA nel primo trimestre, un aumento del 20% su base annua, e gli utili prima di interessi, tasse, svalutazioni e ammortamenti sono aumentati del 19% a 1,5 miliardi di dollari USA.

Il prospetto indicava che l’utile netto nel primo trimestre è aumentato del 72%.

(1$ = 6,4705 renminbi)



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *