Lloyds Bank avvia un’attività di leasing immobiliare

[ad_1]

Lloyds Banking Group ha annunciato il suo ingresso nel mercato del leasing privato, con l’obiettivo di acquistare oltre 1.000 immobili residenziali entro la fine del prossimo anno al fine di cercare modi per diversificare il reddito durante i periodi di bassi tassi di interesse.

Il gruppo possiede anche marchi come Scottish Widow, Halifax e Bank of Scotland e gestirà la propria attività con il marchio “Citra Living”.

L’amministratore delegato di Citra, Andy Hutchinson, ha dichiarato al Financial Times che il passaggio a diventare un importante proprietario terriero è una “estensione naturale” della sua attività esistente e “andrà a vantaggio di azionisti e clienti”.

La banca prevede di accogliere i suoi primi inquilini nel complesso di 45 appartamenti recentemente completato a Peterborough nelle prossime settimane.

Hutchinson ha affermato che Lloyds sta discutendo l’acquisto di diversi altri progetti di sviluppo che sono già in costruzione, ma spera di costruire la maggior parte del proprio portafoglio attraverso partnership per sviluppare un nuovo sito da zero.

“Attraverso queste partnership, crediamo di poter portare incremental [housing] Azione al mercato. .. Non vogliamo fare scorta di proprietà che i proprietari-occupanti vogliono acquistare. “

Passando al leasing immobiliare, questo è Primo rapporto Il rapporto pubblicato dal Financial Times all’inizio di quest’anno ha evidenziato la pressione delle banche al dettaglio per trovare nuove fonti di reddito, poiché i bassi tassi di interesse record hanno schiacciato i margini di profitto delle loro attività principali.

Oltre a generare reddito da locazione, Lloyd sta anche valutando l’utilizzo della nuova attività come un’opportunità per il cross-selling di altri prodotti del gruppo, come l’assicurazione sulla casa e i prestiti di leasing.

Hutchinson ha affermato che “ci sono molti ingredienti nel gruppo” che possono essere forniti agli affittuari, ma ha sottolineato che “prima di essere troppo pazzi per il potenziale, stiamo iniziando a testare e imparare su piccola scala e rendere la nostra tessitura corretta per diventare un buon padrone di casa e altri prodotti.”

L’annuncio di Lloyd è stato rivelato in una catena di negozi di proprietà dei dipendenti John Lewis più dettagli Per quanto riguarda il proprio progetto di costruire un portafoglio di immobili residenziali, si evidenzia il crescente interesse delle grandi aziende nel settore del leasing. Anche i gruppi assicurativi e di investimento come Legal & General e M&G sono diventati importanti investitori in proprietà in affitto.

L’analista di Numis Chris Millington ha affermato che le locazioni private sono particolarmente attraenti per gli investitori istituzionali con passività a lungo termine come le compagnie assicurative e le modifiche fiscali hanno incoraggiato molti proprietari di piccole dimensioni che in precedenza dominavano il settore a uscire.

“La crescita degli affitti negli ultimi 10 anni è stata superiore all’inflazione, il tasso di sfitto è basso e la riscossione degli affitti è buona, anche durante la pandemia di COVID-19. Ovviamente, il tasso di occupazione è stato effettivamente colpito dal Covid, soprattutto vicino a Londra, ma c’è una situazione temporanea.”

La notizia del piano di Lloyd di entrare nel settore ha spinto il sindacato a emettere un avvertimento che diventare un proprietario potrebbe comportare rischi di reputazione. Hutchinson lo ha riconosciuto, ma ha detto: “Penso che sia una buona cosa avere un’organizzazione come la nostra in arrivo, non abbiamo altra scelta che fare bene”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *