L’OMS chiede di smettere di usare il richiamo del vaccino COVID-19 non vaccinato Reuters

[ad_1]

© Reuters.Immagine del file: il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) Tedros Adhanom Ghebreyesus parla durante un incontro bilaterale con il ministro svizzero degli interni e della salute Alain Belset a margine della cerimonia di apertura della 74a Assemblea mondiale della sanità

Autori: Manas Mishra e Dania Nadeem

(Reuters)-Il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tan Desai, ha dichiarato mercoledì che a causa del crescente divario vaccinale tra paesi ricchi e paesi poveri, l’Organizzazione mondiale della sanità ha chiesto di interrompere l’uso dei booster del vaccino contro il COVID-19 almeno entro la fine di settembre.

Poiché i paesi considerano la necessità di booster per combattere la variante Delta del Coronavirus in rapida diffusione, la richiesta di una moratoria è la dichiarazione più forte dell’agenzia delle Nazioni Unite fino ad oggi.

Tedros ha aggiunto: “Capisco che tutti i governi sono preoccupati di proteggere la propria gente dalle varianti delta. Ma non possiamo accettare che i paesi che già utilizzano la maggior parte della fornitura globale di vaccini utilizzino più vaccini”.

Secondo l’OMS, a maggio i paesi ad alto reddito hanno iniettato circa 50 dosi di vaccino ogni 100 persone e da allora questo numero è raddoppiato. A causa di forniture insufficienti, i paesi a basso reddito possono iniettare solo 1,5 dosi per 100 persone.

Tan Desai ha dichiarato: “Dobbiamo trasformare urgentemente la maggior parte del flusso di vaccini verso i paesi ad alto reddito alla maggior parte del flusso verso i paesi a basso reddito”.

Al fine di combattere la diffusione della variante Delta, alcuni paesi hanno iniziato a utilizzarla o hanno iniziato a valutare se sia necessaria una dose di richiamo, sebbene gli scienziati stiano ancora discutendo se siano necessarie ulteriori iniezioni.

“Il fatto che vacciniamo adulti sani con una dose di richiamo del vaccino COVID-19 è un modo di pensare miope”, afferma Elin Hoffmann Dahl, consulente medico per le malattie infettive all’evento di acquisizione di Medici senza frontiere.

“Con l’emergere di nuove varianti, se continuiamo a impedire che la maggior parte delle persone nel mondo venga vaccinata, avremo sicuramente bisogno di adeguare il vaccino in futuro”, ha detto Dahl a Reuters.

La scorsa settimana, il presidente israeliano Isaac Herzog ha ricevuto una terza dose del vaccino contro il coronavirus, lanciando una campagna per fornire dosi di richiamo alle persone con più di 60 anni nel Paese.

Gli Stati Uniti e Pfizer Inc (NYSE:) e il partner tedesco BioNTech hanno acquistato 200 milioni di dosi aggiuntive di vaccino COVID-19 per aiutare con la vaccinazione pediatrica e possibili iniezioni di richiamo.

I regolatori sanitari statunitensi stanno ancora valutando se aumentare la dose.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *