L’UE accetta di rafforzare le sanzioni contro gli aerei bielorussi per atterraggio forzato

[ad_1]

I paesi dell’UE hanno deciso temporaneamente di imporre sanzioni ai settori finanziario, petrolifero e di potassio della Bielorussia per punire il presidente Alexander LukashenkoIl sistema è Intercettare Ryanair ha arrestato un dissidente sul volo.

I diplomatici hanno affermato che dopo aver posto fine al compromesso dell’Austria contro alcune delle restrizioni proposte sulle transazioni bancarie, si prevede che queste ampie misure ottengano lunedì un accordo politico formale con i ministri degli esteri del Gruppo europeo.

Ciò ha segnato una significativa escalation della pressione dell’UE sul governo autocratico di Lukashenko e riflette la rabbia per l’atterraggio forzato e la detenzione di Lukashenko. Romano Protasevich Con la sua compagna Sofia Sapega il mese scorso. Le sanzioni metteranno alla prova la durata del governo di 27 anni di Lukashenko e la capacità dell’UE di promuovere il cambiamento politico, riducendo al minimo i danni ai bielorussi.

Il piano del pacchetto deve ancora essere finalizzato per legge e i dettagli delle misure specifiche sono ancora riservati prima di essere rilasciati. Il diplomatico ha affermato che il suo obiettivo è prendere di mira le imprese statali e altre importanti fonti di reddito per il regime.

La Bielorussia è uno dei maggiori esportatori al mondo di fertilizzante al potassio, che è un componente importante dei fertilizzanti chimici e guadagna anche considerevoli entrate dalla raffinazione del petrolio. Belaruskali, una holding di proprietà statale che rappresenta circa il 20% del mercato globale dei fertilizzanti di potassio, ha venduto 2,4 miliardi di dollari all’estero lo scorso anno, mentre le entrate da esportazione del gruppo petrolifero statale Belneftekhim da gennaio a fine novembre sono state di 4,2 miliardi di dollari. .

I diplomatici hanno affermato che le sanzioni finanziarie riguarderanno attività quali transazioni in titoli, strumenti del mercato monetario e crediti all’esportazione. Si propone di cedere depositi bancari privati, operazioni umanitarie e alcuni progetti locali.

L’opposizione iniziale dell’Austria alle misure finanziarie previste ha fatto arrabbiare alcuni Stati membri, soprattutto considerando l’importante ruolo delle banche austriache nelle transazioni finanziarie internazionali che coinvolgono la Bielorussia.

Ma Vienna insiste sul fatto che vuole solo fare pacchi per ridurre al minimo i danni al popolo bielorusso ed evitare di spingere Minsk nell’orbita del Cremlino.

“Per l’Austria è molto importante che le sanzioni finanziarie non siano dirette al popolo bielorusso”, ha affermato il ministero degli Esteri in una dichiarazione prima che fosse raggiunto il compromesso. “La Bielorussia non sarà spinta ulteriormente nella sfera di influenza della Russia. Questo è nel nostro interesse comune”.

Il pacchetto UE proposto colma anche quella che un diplomatico ha definito “l’ultima scappatoia” nell’attuale embargo sulle armi, compreso il blocco dell’esportazione di fucili di precisione usati dai biathleti.

Queste misure hanno qualche sovrapposizione con le raccomandazioni del comitato opposizione bielorussa lo scorso mese.

Venerdì scorso, la leader dell’opposizione bielorussa Sviatlana Tsikhanouskaya (Sviatlana Tsikhanouskaya) ha dichiarato che le sanzioni devono essere abbastanza forti da “inviare un messaggio” che l’UE continuerà a trasmettere a Luca un messaggio. Il regime di Shenke ha esercitato pressioni finché “tutti i prigionieri politici non fossero stati rilasciato.”

“Posizione congiunta [from the EU] È molto importante adesso. Il regime non sta solo cercando di creare divisioni in Bielorussia, ma sta anche cercando di dividere la società e i leader europei”, ha detto al Financial Times.

“L’UE non può permettersi di dividersi. Il regime sta cercando di vedere fino a che punto può arrivare”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *