L’UE è fiduciosa di ritardare ulteriormente le restrizioni all’importazione di carne nell’Irlanda del Nord

[ad_1]

L’UE ha espresso fiducia di poter accettare di posticipare ulteriormente le imminenti restrizioni al trasporto di prodotti a base di carne attraverso il Mare d’Irlanda verso l’Irlanda del Nord, poiché Bruxelles ha promesso di prendere in considerazione “passi coraggiosi” per affrontare alcuni dei problemi creati dalla Brexit nell’UE . la zona.

Maros Sefcovic, il commissario europeo incaricato delle relazioni con il Regno Unito, ha affermato di ritenere che il periodo di grazia di tre mesi possa essere esteso prima che le restrizioni entrino in vigore. Esportazione di prodotti a base di carne fresca fredda Dal Regno Unito all’Irlanda del Nord.

Parlando ai membri dell’Assemblea legislativa di Stormont a Belfast, Sefcovic ha affermato che l’Unione europea vuole aiutare a risolvere le barriere all’accesso ai farmaci nell’Irlanda del Nord, il che ha dimostrato che la Commissione europea può legiferare per risolvere questo problema, se necessario.

Le sue osservazioni sono arrivate mentre le due parti cercavano di allentare le tensioni derivanti dall’attuazione dell’accordo dell’Irlanda del Nord sull’accordo di recesso UE-Regno Unito. All’inizio di questo mese, il primo ministro britannico Boris Johnson ha avvertito al vertice del G7 che, a meno che l’UE non smetta di affrontare la questione in modo “teologicamente severo”, non esiterà a sospendere parte dell’accordo sulla Brexit.

Ma le due parti hanno lavorato duramente per trovare soluzioni ad alcuni fattori chiave di stimolo. L’accordo sull’Irlanda del Nord evita il ripristino del confine commerciale nord-sud in Irlanda, ma vengono effettuate nuove ispezioni sulle merci spedite dal Regno Unito all’Irlanda del Nord per garantire che non solo attraversino la regione ed entrino nel mercato unico dell’UE.

Nel suo discorso di lunedì, Sefcovic ha insistito sul fatto che l’UE sta dimostrando “pragmatismo” e che tutte le parti devono prendere tutte le misure necessarie per “eliminare” il discorso sull’accordo. E’ “fiducioso” di trovare entro le prossime 48 ore una soluzione che possa allungare il termine per la conservazione frigorifera delle carni.

Ha affermato che l’UE sta intensificando i suoi sforzi anche su altre questioni, comprese “misure per continuare la fornitura di medicinali all’Irlanda del Nord”. L’accordo crea barriere alla vendita di farmaci fabbricati nel Regno Unito nell’Irlanda del Nord, a meno che non dispongano anche dell’approvazione normativa dell’UE e degli accordi di licenza necessari.

“So che questo è molto delicato ed è molto importante per me risolvere questo problema molto importante”, ha aggiunto Sefcovic. “Se il governo britannico mostra un impegno chiaro e specifico per la piena attuazione dell’accordo, siamo disposti a prendere in considerazione misure coraggiose”.

L’UE si è ripetutamente lamentata del fatto che la Gran Bretagna non abbia rispettato tutti i suoi impegni ai sensi del protocollo.

Sefcovic ha aggiunto che non è facile trovare una soluzione alla fornitura dei farmaci perché potrebbe richiedere riforme legislative, ma ha aggiunto: “Vogliamo garantire che i cittadini di NI abbiano pieno accesso a tutti i farmaci di cui hanno bisogno e siamo pronti per andare avanti velocemente».

Funzionari britannici hanno anche affermato di essere “cautamente ottimisti” sulla possibilità di raggiungere un accordo sulla carne congelata prima della scadenza di mercoledì e hanno accolto con favore il tono costruttivo di Sevkovic.

Hanno affermato che l’obiettivo attuale è estendere il periodo di grazia per il commercio di salsicce, carne macinata e altri prodotti a base di carne refrigerata, ma sono benvenuti anche i commenti di Sefcovic sui medicinali.

“Sono in corso discussioni con Bruxelles a livello tecnico”, ha affermato un alleato del segretario di Stato nordirlandese Brandon Lewis. “C’è un cauto ottimismo – c’è qualche progresso nella giusta direzione”.

Sefcovic ha aggiunto che in definitiva vuole garantire che le ispezioni sul commercio tra il Regno Unito e l’Irlanda del Nord siano “ridotte al minimo assoluto (il più possibile)”.

Ha aggiunto: “In definitiva, il nostro compito è garantire che la pace e la stabilità di NI siano protette, pur mantenendo l’integrità del mercato unico dell’UE… Allo stesso tempo, riduce al minimo anche l’impatto sulla vita quotidiana dei cittadini di NI. .”

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *