L’uomo di Houston si dichiara colpevole di aver intenzione di vendere 317 milioni di dollari di maschere false allo stato australiano Reuters

[ad_1]

© Reuters.

Autore: Jonathan Stampel

(Reuters) – I pubblici ministeri statunitensi hanno affermato che un uomo del Texas ha ammesso di aver partecipato a un piano per vendere in modo fraudolento 50 milioni di maschere N95 che non aveva al governo australiano del New South Wales per 317,6 milioni di dollari.

Martedì, Arabel Doolittle ha difeso un’accusa di cospirazione di frode telematica davanti al giudice distrettuale degli Stati Uniti Lynn Hughes a Houston.

Il pubblico ministero ha affermato che Doolittle e il coimputato Pascal Eleanya hanno cercato di vendere maschere del marchio 3M a cinque volte il prezzo di listino, sperando di raccogliere 275 milioni di dollari, e il resto sarebbe stato dato ai loro “agenti” e a Xinnan. Governo.

Un atto d’accusa lo scorso novembre ha dichiarato che i servizi segreti degli Stati Uniti hanno sciolto la transazione prima che fosse completata.

Doolittle di Houston rischia fino a cinque anni di carcere con una sentenza programmata il 25 ottobre e rimarrà in custodia fino ad allora.

Il difensore pubblico federale che rappresenta Doolittle non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento mercoledì.

Le accuse contro Eleanya sono ancora pendenti. Il suo avvocato non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Doolittle si è dichiarato colpevole di frode via cavo in relazione ai piani per frodare gli investitori nelle transazioni di petrolio e gas.

In quel caso, il pubblico ministero ha accettato di suggerirgli di scontare quattro anni di carcere oltre a essere condannato nel caso della maschera.

Dall’inizio della pandemia di COVID-19, 3M, il più grande produttore mondiale di maschere N95, ha lavorato duramente per prevenire frodi sui prezzi e altre vendite improprie delle sue maschere, tra cui 36 azioni legali e la confisca di oltre 41 milioni di maschere contraffatte.

In una dichiarazione, la società con sede a St. Paul, Minnesota, ha espresso soddisfazione per la richiesta e ha apprezzato gli sforzi del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti per impedire alle persone di utilizzare illegalmente la richiesta delle sue maschere.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *