L’uso dell’immigrazione da parte della Bielorussia per danneggiare l’UE mostra “disperazione”

[ad_1]

Aggiornamento sull’immigrazione nell’UE

La Bielorussia sta cercando di destabilizzare l’Unione europea facilitando l’ingresso di immigrati illegali negli Stati membri, il che dimostra che le sanzioni occidentali contro Minsk stanno funzionando. Dittatore intoccabile L’alto funzionario dell’immigrazione dell’UE ha affermato che Alexander Lukashenko era “disperato”.

Migliaia di immigrati clandestini, principalmente cittadini iracheni, hanno attraversato il confine dalla Bielorussia all’Unione Europea quest’anno dopo essere volati a Minsk ed essere stati trasportati al confine con la Lituania. Iniziativa di coordinamento Lukashenko ha risposto al fuoco a Bruxelles.

L’impennata dell’immigrazione ha innescato il problema della protezione delle frontiere dell’UE, ma allo stesso tempo le persone sono sempre più preoccupate che il conflitto in Afghanistan continuerà ad intensificarsi dopo il ritiro delle truppe statunitensi dall’Afghanistan. Sei stati membri dell’UE hanno inviato lettere a Bruxelles per avvertire di non fermare la deportazione dei richiedenti asilo afghani mentre i militanti talebani avanzano rapidamente.

“Sono molto preoccupato per la situazione in Afghanistan. Sembra peggiorare quasi a ogni ora del giorno”, ha detto al Financial Times Ilva Johnson, commissario europeo per gli affari interni. “Molti afghani non sono al sicuro nel proprio paese. Questo sembra essere un rischio enorme. Naturalmente, questo potrebbe renderli dei rifugiati”.

“Ma questo è completamente diverso dall’uso che Lukashenko fa di persone che potrebbero non essere rifugiati”, ha aggiunto.

Questo L’UE impone sanzioni a Minsk A giugno, in risposta alla brutale e sanguinosa soppressione da parte di Lukashenko dei bielorussi scesi in piazza un anno fa per protestare contro la sua fraudolenta rielezione.Lunedì anche Canada, Regno Unito e Stati Uniti Imporre sanzioni In un’operazione coordinata.

“Quello che Lukashenko sta cercando di fare è destabilizzare l’Unione europea. Sta usando gli esseri umani per l’aggressione”, ha detto Johnson. “Le sanzioni in realtà lo hanno ferito, quindi ha cercato di fare qualcosa per reagire”.

“Per me, c’è una chiara connessione tra le sanzioni e la sua disperazione. Non ha altro che violenza”, ha detto. “Ha cercato di minacciare [us] Perché abbiamo sempre adottato una linea dura sui diritti fondamentali e sul diritto del popolo bielorusso di condurre elezioni libere ed eque. .. Quando usi gli umani, questo è il peggio. “

L’Unione europea ha imposto sanzioni a Minsk in risposta alla repressione di Alexander Lukashenko nei confronti dei bielorussi scesi in piazza per protestare contro la sua rielezione un anno fa © Andrei Stasevich /BelTA/AP

Lukashenko ha detto lunedì che la Bielorussia reagirà sempre quando verrà attaccata, aggiungendo che le sanzioni sono controproducenti, poiché i confini del paese “hanno dimostrato dagli eventi di oggi”.

A causa della decisione dell’Iraq di sospendere i voli per la Bielorussia su pressione di Bruxelles, negli ultimi giorni il numero di valichi di frontiera illegali in Lituania è diminuito. Ma lunedì, la vicina Lettonia ha dichiarato che dichiarerà lo stato di emergenza e costruirà una recinzione al confine, mentre la Polonia ha dichiarato di aver detenuto un record di 349 immigrati illegali dalla Bielorussia da venerdì.

Johnson ha affermato che l’Unione europea ha inviato le guardie di frontiera di Frontex in Lettonia e, se Polonia e Lettonia hanno bisogno di maggiore sostegno, la Commissione europea è “pronta ad intervenire se necessario”.

“Ovviamente, questo è il modo in cui Lukashenko usa gli umani per combattere Lituania, Polonia, Lettonia e Unione Europea”, ha detto. “È ovvio che rappresenta una minaccia non solo per la sua stessa gente, ma anche per gli altri”.

L’immigrazione illegale organizzata è stata la questione più preoccupata dell’UE dal 2015: a quel tempo, quasi 2 milioni di persone (principalmente rifugiati della guerra siriana) sono entrate nell’UE, causando un problema sociale diviso e sfruttando molti partiti estremisti.

Da allora, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e il russo Vladimir Putin sono stati accusati di minacciare l’Unione europea con una nuova ondata di immigrazione su larga scala.

Alla domanda se Lukashenko abbia imparato da queste minacce, Johnson ha detto: “L’uso di immigrati, umani e il loro uso hanno alcune somiglianze”. “Ma ci sono anche importanti differenze: cosa sta facendo Lukashenko. È far entrare le persone [from third countries] A proposito di false informazioni. .. Non sono persone che vivono in Bielorussia, né sono rifugiati in Bielorussia. “

Questa è diversa dalla situazione in Afghanistan, dove i militanti talebani hanno compiuto progressi significativi in ​​Afghanistan, occupando lunedì il sesto capoluogo di provincia.

Danimarca, Germania, Austria, Belgio, Paesi Bassi e Grecia ha scritto La scorsa settimana, i vicepresidenti del comitato, Johansen e Margaritas Hinas, li hanno esortati a non sospendere il ritorno degli afgani, che non sono riusciti a ottenere asilo nell’Unione europea nonostante il conflitto nel loro paese d’origine.

Hanno scritto che la moratoria sui rimpatri forzati “potrebbe spingere più cittadini afgani a lasciare le proprie case per l’Unione Europea”.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *