L’utile del secondo trimestre di Saudi Aramco sale a causa dell’aumento dei prezzi e della ripresa della domanda Reuters

[ad_1]

© Reuters. Una vista mostra un serbatoio di olio di marca presso l’impianto petrolifero Saudi Aramco ad Abqaiq, Arabia Saudita, 12 ottobre 2019. REUTERS/Maxim Shemetov

Autori: Hadeel Al Sayegh e Saeed Azhar

DUBAI (Reuters)- Il produttore petrolifero statale dell’Arabia Saudita Aramco (SE:) ha riferito domenica che il suo utile netto nel secondo trimestre è aumentato di quasi quattro volte a causa dell’aumento dei prezzi del petrolio e della ripresa della domanda di petrolio.

Saudi Aramco ha dichiarato che la sua performance è supportata dall’allentamento globale delle restrizioni COVID-19, dalle campagne di vaccinazione, dalle misure di stimolo e dall’accelerazione delle attività economiche nei principali mercati.

Venerdì i prezzi del petrolio hanno chiuso a 70,70 dollari al barile, spinti dai tagli dell’OPEC e di altri paesi produttori di petrolio, e sono aumentati di oltre il 35% dall’inizio dell’anno. [O/R]

L’utile netto per il trimestre conclusosi il 30 giugno è passato da 24,62 miliardi di rial nello stesso periodo dello scorso anno a 95,47 miliardi di rial (25,46 miliardi di dollari USA).

Secondo la stima media di cinque analisti, gli analisti si aspettavano in precedenza un utile netto di 23,2 miliardi di dollari.

Ha annunciato un dividendo di 18,8 miliardi di dollari nel secondo trimestre, che sarà pagato nel terzo trimestre.

“I nostri risultati del secondo trimestre riflettono un forte rimbalzo della domanda globale di energia. Con la ripresa dell’economia globale, diventeremo più resilienti e flessibili nella seconda metà del 2021.

Ottieni slancio”, ha dichiarato il CEO di Saudi Aramco Amin Nasser in una nota.

Saudi Aramco ha raccolto 6 miliardi di dollari a giugno attraverso la sua prima vendita di obbligazioni islamiche denominate in USD, che dovrebbe aiutare a finanziare gli enormi dividendi distribuiti principalmente al governo.

Un consorzio che comprende EIG Global Energy Partners, con sede a Washington, DC, ha completato una transazione a giugno per acquisire una quota del 49% nell’attività di pipeline di Saudi Aramco per 12,4 miliardi di dollari.

(1 USD = 3,7501 riyal)

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *