Maggiore sostegno per il nuovo Fondo monetario internazionale COVID and Climate Fund – shareandstocks.com

[ad_1]

Reuters, Londra/Washington, giovedì 24 giugno, prima dell’importante incontro, il programma del fondo “Resilienza e sostenibilità” del Fondo Monetario Internazionale di nuova costituzione ha ricevuto un importante sostegno internazionale.

L’amministratore delegato del FMI Kristalina Georgieva ha proposto questo mese di istituire un nuovo fondo fiduciario per consentire ai paesi ricchi di incanalare alcune delle loro nuove riserve del FMI a quelli devastati dal nuovo virus della corona o dai cambiamenti climatici.Paesi poveri e a reddito medio.

“Questo è qualcosa che certamente sosteniamo”, ha affermato Lars Jensen, economista senior presso il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP), che ha scritto un nuovo rapporto su come dovrebbero essere utilizzati i nuovi fondi del FMI.

Il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo stima che anche il Fondo fiduciario per la riduzione e la crescita della povertà del Fondo monetario internazionale (PRGT) svolgerà un ruolo chiave nella ridistribuzione volontaria di nuovi fondi “diritti speciali di prelievo” (DSP), con solo 82 debitori in tutto il mondo 55 paesi sono Aperto. -Economie in via di sviluppo fragili.

I soli paesi ricchi del Gruppo dei Sette (G7) riceveranno 283 miliardi di dollari del totale di 650 miliardi di dollari in stanziamenti di DSP. Tutti i paesi “ad alto reddito” riceveranno 438 miliardi di dollari e i 75 paesi più poveri 62 miliardi di dollari.

Si prevede che la crisi COVID farà sì che il debito totale di 47 degli 82 paesi fragili superi ciò che è considerato sostenibile.

Inoltre, tra i 10 paesi più vulnerabili ai cambiamenti climatici, 9 sono anche economie in via di sviluppo con un’elevata vulnerabilità del debito.

“Come possibile obiettivo di sviluppo per fornire diritti speciali di prelievo ai paesi fragili, dato il suo impatto globale, è naturale prendere di mira il clima”, ha affermato Jansen, aggiungendo che il fondo potrebbe essere utilizzato anche nel mercato dei prestiti.

I leader del G7 hanno già espresso sostegno Qui Riallocare 100 miliardi di dollari in nuovi fondi DSP. Georgieva ha affermato che la Cina ha espresso interesse a partecipare e spera che altre importanti economie emergenti possano fare lo stesso.

Il comitato esecutivo dell’FMI si riunirà venerdì per discutere i prossimi passi e i funzionari finanziari delle principali economie del G20 discuteranno della ridistribuzione dei DSP quando si riuniranno a Venezia a luglio.

Scott Morris del Center for Global Development ha affermato che la recente richiesta di budget del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti al Congresso ha designato i finanziamenti per il nuovo fondo fiduciario del FMI proposto, il che sottolinea il sostegno di Washington.

A causa della delicatezza della questione, un funzionario del Tesoro degli Stati Uniti che ha chiesto di non essere nominato ha detto a Reuters che il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti sta lavorando a stretto contatto con il Fondo monetario internazionale per esplorare opzioni e meccanismi di progettazione per fornire diritti speciali di prelievo ai paesi vulnerabili.

“Il fondo fiduciario per la resilienza e la sostenibilità proposto dal Fondo monetario internazionale è una delle opzioni in discussione”, ha affermato il funzionario, ma non ha approfondito le altre opzioni.

Jensen ha affermato di sperare che il nuovo fondo fornisca anche una rete di sicurezza per i paesi stressati dal debito che finora si sono rifiutati di ristrutturare i propri debiti per paura di non essere in grado di entrare nel mercato dei prestiti.

Segnalato da Mark Jones.GridoirModifica

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *