Matt Hancock si dimette da ministro della Sanità britannico

[ad_1]

Matt Hancock, il ministro responsabile della gestione della più grande crisi sanitaria della Gran Bretagna dopo la guerra, si è dimesso sabato sera perché la sua relazione con un consulente è stata ferocemente criticata, e il suo consigliere era il suo libro paga pubblico.

Durante il sostegno di sabato a Hancock, i parlamentari conservatori hanno affermato che la sua posizione era insostenibile e i ministri del governo si sono rifiutati di sostenerlo pubblicamente.

Poco dopo le 18, Downing Street ha confermato che Hancock si era dimesso. Il ministro ha ammesso nella sua lettera di dimissioni di aver deluso le persone non rispettando le proprie linee guida sulla salute.

Mentre il Regno Unito inizia a uscire dalla pandemia, il primo ministro Boris Johnson dovrà ora trovare un nuovo ministro della salute, ma deve affrontare molte sfide sanitarie, tra cui un grande arretrato nel servizio sanitario nazionale.

Venerdì, Johnson sembrava determinato a mantenere Hancock, anche se il ministro della Salute ha ammesso di aver violato il distanziamento sociale baciando la sua consigliera Gina Coladangelo nel suo ufficio di Whitehall a maggio.

Hancock ha dichiarato nella sua lettera di dimissioni: “Quando li deludiamo come se avessi violato le linee guida, dovremmo onestamente ringraziare le persone che hanno fatto così grandi sacrifici in questa pandemia”.

Ha aggiunto: “L’ultima cosa che voglio è la mia vita privata per distrarre le persone dall’attenzione indivisa che ci porta fuori da questa crisi”.

Alcuni funzionari del Partito conservatore ritengono che il ministro dei vaccini Nadhim Zahawi sia il miglior candidato per il successore di Hancock; nominarlo al centro del governo eliminerà la necessità di una più ampia riorganizzazione del governo.

Il ministro dell’ufficio di gabinetto Michael Gove, il segretario capo del Tesoro Steve Barclay e il segretario alla Cultura Oliver Dawden sono stati propagandati come potenziali sostituti.

Il sposato Hancock si è scusato con la sua famiglia per aver permesso loro di vivere il calvario di vedere la sua relazione sulla prima pagina di ogni giornale nazionale, e ha detto che voleva trascorrere del tempo con i suoi tre figli.

I conservatori anziani hanno affermato che nessuna nuova divulgazione sulle sue azioni ha costretto Hancock a dimettersi, ma i parlamentari conservatori lo hanno criticato privatamente e pubblicamente per la sua decisione iniziale di mantenere il suo lavoro.

Il membro del Congresso del North Norfolk Duncan Baker ha dichiarato all’Oriental Daily: “Non perdonerò in alcun modo un simile comportamento. Ho detto al governo i miei pensieri nei termini più forti”. L’ex ministro Esther McVeigh ha dichiarato a GB News: “Se fossi in me, lo farei dimettersi.”

Johnson ha suggerito nella sua risposta alle dimissioni di Hancock che potrebbe tornare in una fase successiva. “Dovresti essere molto orgoglioso del tuo servizio”, ha detto. “Credo che il tuo contributo al servizio pubblico sia tutt’altro che finito.”

L’impatto del rapporto di Hancock con i suoi consiglieri, nominò consiglieri come direttori non esecutivi del suo dipartimento, del valore di £ 15.000, che potrebbero dominare il dibattito politico nella settimana cruciale di Johnson.

Il partito conservatore spera di vincere i seggi del partito laburista di Bartley e Spoon nelle elezioni parlamentari suppletive di giovedì, ma i sondaggi d’opinione mostrano che il pubblico crede che Hancock dovrebbe dimettersi.

Il partito laburista ha affermato che le azioni di Hancock hanno mostrato che il partito conservatore senior ha una regola, mentre il pubblico in generale ha un’altra regola.

Un alto funzionario del Partito conservatore ha dichiarato: “Questo è inevitabile. Il partito è molto arrabbiato per aver violato le regole del Covid”.

Due settimane fa, Hancock è stato fotografato mentre baciava Coladangelo, il direttore delle comunicazioni della catena di vendita al dettaglio Oliver Bonas, sulla telecamera a circuito chiuso nel suo edificio del dipartimento.I criteri di distanziamento sociale per uno stretto contatto con le persone in una famiglia.

Un membro del collega di Hancock ha detto: “Sono andato a fare propaganda sabato mattina e due persone diverse sono accorse da me per strada per pubblicizzare Hancock. Ha sfondato”.

Hancock introdurrà presto una legislazione per rafforzare in modo significativo l’autorità del Segretario di Stato sul NHS e invertire gli aspetti chiave della controversa riorganizzazione del servizio nel 2012 che ha dato l’indipendenza operativa al NHS England.

Ad esempio, in base alla proposta di legge, al Ministro della Salute sarà dato “maggiore potere di dirigere il SSN”, compreso il diritto di veto sulla nomina di alcuni servizi medici di alto livello e il diritto di intervenire in anticipo sulle decisioni in merito alla chiusura o al declassamento ospedali.

Hancock e Downing Street avevano sperato di rafforzare il controllo di questo servizio per garantire che le elezioni generali promettessero di aumentare il numero di infermieri di 50.000 prima della fine del Parlamento e di fornire 50 milioni di appuntamenti per i medici di base.

Quando Sir Simon Stevens si dimetterà alla fine del prossimo mese, Hancock avrà anche un ruolo nel decidere chi dovrebbe diventare il prossimo amministratore delegato del British National Health Service.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *