Mentre gli Stati Uniti si ritirano dall’Afghanistan, Joe Biden viene criticato

[ad_1]

Joe Biden ha promesso di porre fine alla guerra più lunga negli Stati Uniti durante la sua campagna, ma la sua presidenza può essere ricordata per aver presieduto al violento rovesciamento del governo afghano. talebani.

I repubblicani stanno cercando di approfittare della più grande battuta d’arresto dell’emergente presidenza Biden e si concentrano sulle elezioni del prossimo anno, quando sarà minacciato il controllo del Congresso.

Mitch McConnell, il massimo repubblicano al Senato, ha dichiarato giovedì: “La decisione del presidente Biden ci consente di andare verso un sequel peggiore dell’umiliazione e della caduta di Saigon nel 1975”. McConnell ha affermato che l’offensiva dei talebani è passata “bruciandoci”. L’Ambasciata a Kabul” ha espresso preoccupazione per gli islamisti che hanno celebrato il 20° anniversario l’11 settembre.

La repubblicana Lindsey Graham ha lanciato un avvertimento su Twitter: “È solo questione di tempo prima che la nostra patria sia di nuovo minacciata. Afghanistan. “

La copertina del tabloid conservatore “New York Post” usava parole più semplici: “Biden’s Saigon” ha fatto notizia. “Abbandoniamo le donne alle pratiche barbare dei talebani”.

Il Pentagono ha detto giovedì che sarebbe… 3.000 soldatiCiò include aerei che possono inviare persone fuori dalla capitale afgana e una brigata di riserva di 3.500 soldati in Kuwait nel caso in cui la situazione della sicurezza si deteriori ulteriormente.

Biden, che da tempo si oppone alle missioni di costruzione della nazione e all’ordine dell’amministrazione Obama di aumentare le truppe, ha affermato che se i soldati americani rimarranno dopo la scadenza negoziata dall’ex presidente Donald Trump, dovranno affrontare il rischio di un attacco.

Un assistente democratico ha affermato che molti repubblicani che sostengono il ritiro dell’amministrazione Trump ora stanno solo facendo politica e “cercano di ostacolare il presidente”.

Nonostante il rapido deterioramento delle valutazioni dei funzionari di sicurezza, i funzionari statunitensi ritengono che la caduta di Kabul possa ancora essere evitata e stanno tenendo colloqui con i talebani a Doha.

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha dichiarato: “Il presidente è fermamente concentrato su come possiamo continuare a ridimensionare e proteggere i nostri uomini e donne che servono in Afghanistan in modo ordinato”.

Finora, sembra che Biden non abbia perso il proprio sostegno politico interno a causa di questo disastro. Sebbene alcuni democratici a favore della sicurezza nazionale inizialmente sembravano aver rotto le loro posizioni, e la senatrice Jeanne Shaheen del New Hampshire si è detta “molto delusa” dal ritiro, nessuno dei suoi colleghi lo aveva criticato pubblicamente la scorsa settimana.

Un funzionario del Dipartimento di Stato ha cancellato un tweet venerdì mattina, dicendo che quando si è svegliata, aveva “il cuore pesante, pensando a tutte le donne e le ragazze afgane con cui ho lavorato durante il mio soggiorno a Kabul”. Ha detto che gli Stati Uniti non possono proteggerli e perderanno tutto. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha dichiarato al Financial Times di aver cancellato “volontariamente” questo tweet.

Il Washington Post ha pubblicato un articolo giovedì, rivolgendosi a molti critici di sinistra, dal titolo: “La distruzione o la perdita delle vite degli afghani diventerà parte dell’eredità di Biden”.

I critici hanno puntato il dito sulla velocità del ritiro del governo e si sono rifiutati di usare il termine “evacuazione” per descrivere l’evacuazione del personale dell’ambasciata sotto la protezione di un battaglione di fanteria, che secondo i funzionari potrebbe comportare più voli al giorno.

Hanno anche detto che anche se Biden si è vantato che “gli Stati Uniti sono tornati”, gli Stati Uniti potrebbero ancora rivelarsi un alleato inaffidabile.

“Se accade il peggio, la storia potrebbe obbligare il presidente Joe Biden e il suo governo ad assumersi la responsabilità personale”, ha dichiarato in una nota l’ex comandante militare statunitense in Afghanistan John Allen. Bozza di parere di venerdì.

Difensori dei diritti umani, inclusi alcuni nell’amministrazione Biden, hanno avvertito che le atrocità dei talebani possono costituire crimini di guerra.Se i talebani controllano il governo islamico ultraconservatore, le donne e le ragazze dovranno affrontare un destino terribile.

“[I]È facile dubitare che la storia attribuirà agli Stati Uniti la colpa dei diritti umani e dei disastri umanitari lì”, ha affermato Andrea Prasow di Human Rights Watch. Ha aggiunto che molti aspetti dovrebbero essere incolpati, ma gli Stati Uniti hanno violato Per raggiungere il proprio diritti umani, raramente mettono al primo posto gli interessi del popolo afghano.

Gli esperti di sicurezza hanno anche sostenuto che la vittoria dei talebani potrebbe rendere possibile la minaccia dei jihadisti contro gli Stati Uniti, e l’invasione degli Stati Uniti nel 2001 è stata progettata per fermare questa minaccia.

Allo stesso tempo, l’amministrazione Biden ha accusato l’amministrazione Trump di essere impotente, le forze di sicurezza afghane non sono riuscite a combattere e i talebani non sono riusciti a negoziare.

Biden ha deciso di ritirarsi sulla base del fatto che Al Qaeda che ha lanciato gli attacchi dell’11 settembre era quasi crollata. Tuttavia, nonostante un rapporto delle Nazioni Unite a giugno secondo cui il numero di Al Qaeda è sceso a un massimo di 500, l’organizzazione mantiene ancora ampi contatti con i talebani e ha uffici in 15 province dell’Afghanistan.

“[I]Se i talebani avranno successo, è probabile che lasceranno che Al Qaeda cooperi con loro”, ha detto un funzionario americano al Financial Times.

Gli esperti dicono che prima che al-Qaeda o il ramo locale dell’ISIS, il nemico mortale dei talebani, abbia un punto d’appoggio nell’Afghanistan orientale, i paesi della regione, tra cui Pakistan e India, sentiranno più direttamente la minaccia della jihad. NOI.

Hasan Askari Rizvi, politologo di Lahore, ha dichiarato: “Il Pakistan sarà fortemente contrario”. “Se Kabul avrà un governo talebano, darà al Pakistan un Islam più duro. Il gruppo è audace”.

I funzionari indiani temono anche che il successo dei talebani possa aumentare l’attività radicale in Kashmir, come accadde quando i talebani governarono l’Afghanistan alla fine degli anni ’90.

I funzionari ritengono che la politica di ritiro di Biden contribuirà a promuovere la sua vittoria nel 2020. Dopo che oltre 2.400 persone sono state uccise e 20.000 ferite negli Stati Uniti, il tasso di sostegno interno per la sua decisione di ritirarsi rimane elevato.

Con l’aumento della forza dei talebani, il sostegno pubblico delle due parti è leggermente diminuito. Il sondaggio Politico-Morning Consult condotto dalla Casa Bianca ha mostrato che il tasso di approvazione per la sua decisione è sceso dal 69% di aprile al 59% del mese scorso.

La vittoria dei talebani, l’umiliante ritiro, ulteriori atrocità e la caduta di Kabul potrebbero ridurre ulteriormente questo sostegno. Gli esperti di sondaggi affermano che gli attacchi terroristici sul territorio degli Stati Uniti potrebbero cambiare tutto.

“La rielezione di Joe Biden nel 2024 potrebbe dipendere da
Durante quel periodo, i talebani hanno intrapreso azioni attive contro gli Stati Uniti”, ha detto
David Paleologos, direttore del Center for Political Studies della Suffolk University, ha aggiunto che il suo tasso di approvazione tra gli indipendenti è in calo.

Allo stesso tempo, le due parti si oppongono ancora fermamente all’intervento all’estero.

Sean McElwee di Data for Progress, un’agenzia di sondaggi democratici, ha dichiarato: “L’Afghanistan sarà un posto molto importante per l’élite”. “Ma per gli elettori ordinari, questa non sarà una priorità assoluta”.

Segnalazioni aggiuntive di Farhan Bokhari a Islamabad

Seguire @Katrina Manson Su Twitter



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *