Mentre la ricerca entra nel suo sesto giorno, le speranze di punteggi mancanti sotto le macerie dell’appartamento in Florida svaniscono Reuters

[ad_1]

5/5

© Reuters. In questa recente foto non datata, i soccorritori lavorano nel luogo del crollo parziale dell’appartamento della Champlain South Tower a Surfside, vicino a Miami Beach, in Florida.Fornito da Florida Task Force 3 / Reuters

2/5

Gabriella Bot

Surfside, Florida (Reuters)-Martedì, nel sito di un complesso di appartamenti parzialmente crollato in Florida, è proseguita un’operazione di ricerca e soccorso fino al sesto giorno: almeno 11 persone sono state uccise e altre 150 sono disperse e si temeva per la morte.

Quando quasi la metà della torre di 12 piani e 156 unità è crollata improvvisamente, le speranze di salvare altri dalle macerie sono svanite e le autorità hanno creduto che i sopravvissuti potrebbero non essere stati trovati.

Il sindaco della contea di Miami-Dade, Daniella Levine, ha detto ai giornalisti lunedì sera che le famiglie di 150 persone ancora disperse “stanno rispondendo alla notizia che potrebbero non avere i loro cari vivi, ma sperano ancora che siano vivi”.

“I loro parenti potrebbero uscire come parte del corpo”, ha aggiunto Kava, il suo ufficio sta monitorando la risposta al disastro.

I funzionari hanno detto lunedì tardi che il team che ha selezionato cemento rotto, metallo attorcigliato e polvere da materiali da costruzione rotti stava ancora osservando le operazioni 24 ore su 24, utilizzando squadre di cani, gru e scanner a infrarossi, come lavoro di ricerca e soccorso.

Tuttavia, nessuno è stato salvato vivo tra le rovine dell’appartamento Champlain Tannan sul lungomare di Surfside, vicino a Miami Beach, perché un lato del grattacielo è crollato per diverse ore mentre i residenti dormivano.

I vigili del fuoco hanno parlato di rilevare il debole suono dall’interno del mucchio di macerie e di trovare uno spazio vuoto nella profondità dei detriti abbastanza grande da sostenere la vita.

“Non è che abbiamo visto nessuno lì, ma non siamo ancora arrivati ​​al fondo”, ha detto ai giornalisti lunedì l’assistente capo dei vigili del fuoco di Miami-Dade, Red Jadala.

I funzionari della città hanno annunciato che lunedì sono stati trovati altri due corpi, portando il bilancio delle vittime confermato a 11.

Relazione dell’ingegnere

Questa tragedia potrebbe alla fine essere elencata come la più grande perdita di vite nella storia degli Stati Uniti a causa di un cedimento strutturale accidentale.

Nel luglio 1981, nella hall dell’Hyatt Regency Hotel a Kansas City, nel Missouri, due passaggi pedonali interni sono crollati, uccidendo 114 persone. Il tetto del Knickerbocker Theatre di Washington, DC è crollato sotto una forte pressione, uccidendo 98 persone. Neve durante la proiezione del film nel gennaio 1922.

La causa del 40enne grattacielo di Surfside è crollato violentemente in una pila è ancora oggetto di indagine, ma l’attenzione iniziale è stata focalizzata sui difetti strutturali identificati nel rapporto degli ingegneri del 2008 emesso dai funzionari del governo di Surfside City.

Il rapporto ha rilevato che il cemento del parcheggio sotterraneo è stato gravemente eroso e una lastra sotto il ponte della piscina è stata gravemente danneggiata. L’autore del rapporto, Frank Morabito, ha scritto che se non viene riparato, il deterioramento “si espanderà in modo esponenziale”.

Secondo il verbale dell’incontro pubblicato lunedì, Ross Prieto, allora il più alto funzionario edile di Surfside, ha incontrato i residenti il ​​mese successivo dopo aver esaminato il rapporto e ha assicurato che l’edificio era “in buone condizioni”.

Dopo l’incontro, Prieto ha inviato un’e-mail all’amministratore comunale, dicendo: “Sta andando bene… tutti i problemi principali nel loro processo di ricertificazione di 40 anni sono stati risolti”.

Reuters non è riuscita a raggiungere Prieto, che non è più alle dipendenze di Surfside. Ha detto al Miami Herald che non ricordava di aver ricevuto questo rapporto.

Il presidente dell’Associazione degli appartamenti ha avvertito i residenti in una lettera nell’aprile 2021 che il visibile deterioramento del calcestruzzo riscontrato tre anni fa era “gravemente deteriorato” e il tetto era danneggiato, e li ha esortati a pagare circa $ 15 milioni di spese di valutazione per le riparazioni, il Muro Street Journal e “USA Today” hanno riportato separatamente lunedì.

Il giornale ha affermato che l’autore della lettera, Jean Wodnicki, è sopravvissuto al crollo di giovedì.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *